Sermone del Venerdì

La Vita del Profeta (Pbsl), un modello pratico del vero Islam

Lode ad Allah, Signore dei mondi che dice nel Nobile Corano: “Avete nel Messaggero di Allah un bell’esempio per voi, per chi spera in Allah e nell’Ultimo Giorno e ricorda Allah frequentemente”. Rendo testimonianza che non esiste divinità oltre Allah, l’Uno senza alcun associato, e che il nostro Maestro e Profeta Mohammad è il Suo servitore e messaggero. O Allah, concedi la tua pace e benedizioni a lui, alla sua famiglia, ai suoi compagni e a coloro che li seguono con rettitudine fino all’Ultimo Giorno

Seguitando in merito,

Allah (l’Onnipotente) ha inviato il suo Messaggero Mohammad (Pbsl) come guida e predicatore, con un messagio universale e pratico in tutti i tempi e luoghi. Percio’ il Profeta (Pbsl) era un esempio, bello, pratico e giusto  della religione dell’Islam. Il Profeta(Pbsl) applicava tutti i precetti e metodi del Corano in tutti i suoi repporti, comportamenti e atteggiamenti con la gente senza discriminazione tra razza, colore, o credo. Quando Aisha, la madre dei credenti fu chiesta sull’etica del Profeta( Pbsl), rispose:”Il Corano era la sua etica.”

Cotemplando la vita del Profeta(Pbsl), scopriamo che era un modello e guida in tutti le proprie azioni, nelle parole, e in tutti I suoi comportamenti. Era sincero e  fedele  in tutta la sua vita tanto che la propria tribu’ gli ha conferito il titolo: Il sincero fedele.Di questo disse il Poeta Shawqi:

Da giovane l’avete gia’ chiamato il fedeleIl fedele non dice mai delle bugieQuando Ercole, il re di Bizantino, convocò Abu Sufyan ibn Harb – prima del suo Islam – per chiedergli del Messaggero di Allah (Pbsl), vi fu un lungo dialogo tra loro, secondo il quale Ercole disse ad Abu Sufyan:
Abu Sufyan aggiunse: “Per Allah! Se non avessi avuto paura che i miei compagni mi etichettassero bugiardo, non avrei detto la verità su Mohammad. La prima domanda che mi fece su di lui fu: “Qual è lo stato della sua famiglia tra di voi?” Risposi: “Appartiene a una buona (nobile) famiglia tra noi”. Eraclio chiese inoltre: “Qualcuno di voi ha mai rivendicato la stessa cosa (cioè essere un profeta) prima di lui?” Ho risposto, “No.” Disse: “Qualcuno tra i suoi antenati era un re?” Ho risposto, “No.” Eraclio chiese: “I nobili o i poveri lo seguono?” Risposi: “Sono i poveri che lo seguono”. Disse: “I suoi seguaci stanno diminuendo (di giorno in giorno)?” Risposi: “Stanno aumentando”. Ha poi chiesto: “Qualcuno tra coloro che abbracciano la sua religione diventa scontento e rinuncia alla religione in seguito?” Ho risposto, “No.” Eraclio disse: “L’hai mai accusato di aver detto bugie prima della sua pretesa (di essere un profeta)?” Ho risposto, ‘No. ‘ Eraclio disse: “Non infrange le sue promesse?” Ho risposto, ‘No. Siamo in tregua con lui, ma non sappiamo cosa ci farà. ” Non riuscivo a trovare l’opportunità di dire qualcosa contro di lui tranne quello. La fedelta’ s’era incarnata nella personalita’ del Profeta Mohammad, particolarmente, nella notte dell’Egira, cioe’ la notte dell’emigrazione da Mekka a Medina, quando il Profeta(Pbsl) chiese ad Ali bin Abi Taleb di dormire al suo letto al posto suo e di restituire i depositi ai loro titolari malgardo lo stato di nemicizia nei confronti del Profeta(Pbsl) e nei confronti dei suoi compagni. Da questo,possiamo capire che il credente non puo’ essere traditore se anche nei confronti dei nemici. Di questo dice il Nobile Corano:”E se veramente temi il tradimento da parte di un popolo, denunciane l’alleanza in tutta lealtà, ché veramente Allah non ama i traditori”

Anche il Profeta(Pbsl) disse:” devi restituire i depositi ai loro titolari,  e non tradisci quello che t’ha gia’ tradito”

Il Profeta era sempre fedele a tutta la gente, non dimenticava mai i favori fatti dagli altri a lui, e la sua ricompensa era immensa, e di questo disse il Profeta(Pbsl):”Non c’è nessun favore dovuto a noi da nessuno, tranne che lo abbiamo ripagato, ad eccezione di Abu Bakr. In verità su di noi, c’è un favore dovuto a lui, che Allah farà ripagarlo nel Giorno del Giudizio. Nessuna ricchezza di nessuno ha beneficiato come la ricchezza di Abu Bakr mi ha beneficiato. E se dovessi prendere un amico favorito, allora prenderei Abu Bakr come amico favorito, e in effetti il ​​tuo compagno è amico di Allah.”

Tra gli aspetti della sincerita’ e della fedelta’ del Profeta(Pbsl) ricordiamo il suo affetto verso Khadija, la madre di credenti        (Che Allah si compiaccia di Lei). Il Profeta l’amava e la stimava nella sua vita e dopo la sua morte. Il fatto che Il Profeta affermo’ dicendo che Khadija lo credeva quando la gente l’aveva lasciato e che gli aveva dato il denaro quando la gente rifiutava.  Di questo disse anche Aisha, moglie del Profeta e madre dei credenti:” Non mi sentivo geloso di nessuna delle mogli del Profeta (Pbsl) tanto quanto facevo di Khadija sebbene non la vedessi, ma il Profeta (Pbsl) la menzionava molto spesso, e quando mai macellava una pecora, avrebbe tagliato le sue parti e le avrebbe inviate alle donne amiche di Khadija.Il Profeta(Pbsl) applicava il versetto coranico:” Comportatevi verso di loro convenientemente. Se provate avversione nei loro confronti, può darsi che abbiate avversione per qualcosa in cui Allah ha riposto un grande bene.” Tra cui anche ricordiamo il suo atteggiamento con i non musulmani nel giorno della battaglia di Badr quando il : Ubair Il Messaggero di Allah (Pbls) disse:” riguardo ai prigionieri di guerra presi a Badr,” Se al-Mut’am bin “Adi fosse vivo e mi parlasse di quei sudici(dato che erano politeisti), li avrei liberati per lui.”Perche’ Motaam Bin Jamil aveva fatto un favore al Profeta quando l’aiuto’ durnate il ritorno del Profeta dal viaggio di Taef. È stato riferito sull’autorità di Hudbaifa b. al-Yaman che ha detto:”Nulla mi ha impedito di essere presente nella Battaglia di Badr, tranne questo incidente. Sono uscito con mio padre Husail (per partecipare alla battaglia), ma siamo stati catturati dai miscredenti di Quraish. Dissero: (Intendi) andare a Mohammad? Abbiamo detto: non intendiamo andare da lui, ma desideriamo andare (indietro) a Medina. Quindi hanno preso da noi un’alleanza in nome di Allah che torneremmo a Medina e non combatteremmo dalla parte di Mohammad. Quindi, siamo venuti al Messaggero di Allah(Pbsl) e gli abbiamo riferito l’incidente. Disse: Entrambi procedete (verso Medina); adempiremo l’alleanza stipulata con loro e cercheremo l’aiuto di Allah contro di loro.”Il Profeta (Pbsl) visse con le sue mogli una buona vita, in cui si manifestavano tutte le immgini di affetto, compassione, umiltà e morbidezza, e il Profeta (Pbsl) non alzava voce in presenza delle sue mogli, e non le comportava mai con superbia, seguitando i precetti del Nobile Corano:” O voi che credete, non vi è lecito ereditare delle mogli contro la loro volontà. Non trattatele con durezza nell’intento di riprendervi parte di quello che avevate donato, a meno che abbiano commesso una palese infamità. Comportatevi verso di loro convenientemente. Se provate avversione nei loro confronti, può darsi che abbiate avversione per qualcosa in cui Allah ha riposto un grande bene.”Il Profeta (Pbsl) era un marito compassionevole, gentile con le sue donne e in una meravigliosa scena umana per un marito affettuoso con sua moglie. Si narra che una volta Safia, la moglie del Profeta venne da lui piangendo. Il Profeta le asciugo’ le lacrime ascoltando la sua storia mentre raccontava d’avere paura perche’ il Profeta gli diede un cammello lento e per questo arrivo’ piu’ tardi. Il Profeta(Pbsl) la consolava e le asciugava le lacrime.

Poiché (Pbsl) era un modello e un buon esempio nei suoi rapporti con i suoi figli e nipoti, ciò che è più grande padre e nonno misericordioso, portava per i suoi figli e nipoti tutti i significati di amore, gentilezza e misericordia, come disse la madre dei Credenti,Aisha (che Allah si compiaccia di lei):”Non ho mai visto nessuno come lui nella misericordia e nella clemenza con i figli e i nipoti.”    Abu Hurayrah (che Allah sia soddisfatto di lui) narro’ che una volta il Profeta bacio’ Al Ahassan bin Ali, e uno dei compagni disse: Ho dieci figli, non ho mai baciato nessuno di loro. Quindi il Profeta disse: Chi non ha pieta’ verso gli altri, nessuno avra’ pieta’ verso di lui.

Si narra che il Profeta, una volta, s’inginocchiò per lungo tempo. I compagni gli chiesero il perche’. Lui(Pbsl) rispose: perche’ c’era uno dei miei figli che cavalcava la mia schiena, e l’ho lasciato per non disturbarlo finche’ e’ sceso dalla mia schiena.

Tuttavia, sottoliniamo che questo non era specifico per i suoi figli e nipoti; ma era un metodo applicato con tutti, senza distinzione. Narrato da Osama bin Zayed (Che Allah si compiaccia di lui e di suo padre) disse: Il Profeta diceva:”O Allah, io voglio bene Hassan e Osama, O Allah, abbi pieta’ di loro”. Anas ibn Malik (che Allah sia soddisfatto di lui), disse:”ho servito il Messaggero di Allah (Pbsl) per dieci anni, e non m’ha mai detto perche’ hai fatto questo o non l’hai fatto”Anche il Profeta (Pbsl) era un bel esempio nel buon trattamento dei suoi compagni. Partecipava nelle loro cerimonie,nella loro gioia, nella loro tristezza, e dava cura a tutti. Di  questo narra Semak bin Harb (che Allah sia contento di lui): Ho detto a Jabir b. Samura: Hai avuto il privilegio di stare seduto in compagnia del Messaggero di Allah (Pbsl)? Disse: Sì, molto frequentemente, e aggiunse: Non si alzò (e se ne andò) dal luogo in cui offrì la preghiera dell’alba fino al sorgere del sole, e dopo il sorgere del sole si alzò e loro (i suoi Compagni ) entrarono in conversazione tra loro e parlarono delle cose (che avevano fatto durante i Giorni dell’ignoranza), e risero (sui loro atti irragionevoli e ridicoli). Il Messaggero di Allah (Pbsl) sorrise solo.Dico questo e chiedo perdono da Allah per me e per voi* * *Lode ad Allah, Signore dell’Universo, che la pace e le benedizioni di Allah siano conferite all’onesto Profeta, alla sua famiglia, ai suoi compagni e ai loro giusti seguaci fino all’Ultimo Giorno.Dunque … i miei fratelli nell’IslamPoiché il Messaggero di Allah (Pbsl) era un modello pratico del vero Islam nella sua umanità, e nell’etica, era anche (Pbsl) un modello nella moderazione.Il contemplatore nelle disposizioni della legge islamica alle quali invito’ il Messaggero di Allah (Pbsl) ad adottare, vede che il metodo di moderazione è chiaro in tutti i suoi comportamenti, come disse la Madre dei Credenti Aisha (che Allah sia contento di lei):”Il Messaggero di Allah, che Allah lo benedica e gli conceda la pace, non gli è mai stata data una scelta tra due cose ma che ha scelto il più facile delle due purché non fosse un’azione sbagliata. Se lo fosse un’azione sbagliata, quindi fu l’ultima persona a farla. Il Messaggero di Allah, che Allah lo benedica e gli conceda la pace, non si vendichi mai per proprio conto. Ma quando il rispetto di Allah Onnipotente viene violato, si vendicherà a nome di Allah Onnipotente “Il Profeta (Pbsl) disse: “La religione è molto facile e chiunque si sovraccarichi nella sua religione non sarà in grado di continuare in quel modo. Quindi non dovresti essere estremisti, ma cerca di essere vicino alla perfezione e ricevere le buone notizie che tu sarà ricompensato e guadagnerai forza adorando la mattina, il pomeriggio e durante le ultime ore delle notti “.      Al fine di mantenere quella moderazione ed equilibrio, avvertì il Profeta (Pbsl) di tutti gli aspetti di iperbole, in particolare l’iperbole nella religiosità, e negò ai compagni (che Allah si compiacia di loro) l’esagerazione nell’adorazione, dicendo:”O gente, attenzione a non fare il massimo in questioni religiose, perché quelli che sono venuti prima di voi sono stati distrutti a causa del loro estremo nelle questioni religiose.”Ciò di cui abbiamo bisogno per seguire il modello del Profeta sulla retta via, e illuminare il percorso dell’umanita’ con il messaggio divino rivelato da Allah per essere una guida a tutti i creati, diffondere il messaggio dell’Islam giusto con compassione, pieta’, grazia, tolleranza, misericordia per il benificio dell’intera umanita’.  O Allah, donaci il tuo amore e l’amore del tuo Messaggero (Pbsl), e aiutaci a fare tutto quello ci avvicina al tuo amore e rende l’Egitto e tutto il mondo sicuro, stabile e pieno di pace.

 

Questo e’ l’Islam

Lode ad Allah, Signore dei Mondi che dice nel suo Nobile Corano:” Chi [potrebbe scegliere] religione migliore di colui che sottomette ad Allah il suo volto, opera il bene e segue sinceramente la religione di Abramo il sincero? Allah prese Abramo per amico.”

Rendo testimonianza che non esiste divinità oltre Allah, l’Uno senza alcun associato, e che il nostro Maestro e Profeta Muhammad è il Suo servitore e messaggero . O Allah, concedi la tua salvezza e benedizioni a lui, alla sua famiglia, ai suoi compagni e a coloro che li seguono con rettitudine fino all’Ultimo GiornoSeguitando in merito,

Il vero Islam è la resa, l’obbedienza e la sottomissione ad Allah (l’Onnipotente). E’ l’amore, il seguire della via retta del nostro Maesrto Mohammad (Pbsl). E’ la buona moralita’, la clemeneza, la misericordia, e il buon comportamento con tutta la gente. L’Islam significa la costruzione, la civilta’ e lo sviluppo. La  religione islamica e’ un metodo di vita che regola tutte le azioni e le attivita’ dei suoi seguaci e fedeli.

L’Islam è una religione che invita alla riforma, la ricostruzione della vita mondana in base ai giusti precetti, e non dannaggiarla in nome della religione. L’Islam e’ la religione della bonta’, della carita’, della pace e della sicurezza per tutta la gente, in tutte le parti del mondo.

Di questo dice Allah, l’Onnipotente:” Non ti mandammo se non come misericordia per il creato.”

Chi studia i pilastri dell’Islam riportati nel discorso di Gabriele(che la pace sia su di lui) quando chiese al Profeta( Pbsl) dicendo:” Parlami dell’Islam! Il Profeta rispose:” L’Islam e’ che devi testimoniare che non c’e’ altro Dio che Allah, e che Mohammed e’ il suo Messagero, e di fare le preghiere,  pagare lo Zakat( cioe’ l’elemosina legale), digiunare Ramadan, e di fare il Pelligrinaggio se potresti farlo.”, si rende conto che essi contribuiscono a costruire una buona personalita’ personale, perche’ l’uomo crede che non c’e’ altro Dio che Allah e che il nostro Mohammaed e’ il suo servitore e messaggero, sforza ad interpretare tale testimonianza in atti d’obbedienza e dell’osservanza degli ordini di Allah, l’Altissimo, evitare i peccati, eseguire tutti gli atti d’adorazione al migliore modo. Inoltre, segue la retta vita del Profeta(Pbsl) e tratta la gente in buon compotamento, modesto e clemente come faceva il Profeta Mohammed( PBSL).La preghiera, che è il più grande pilastro dell’Islam, porta il migliore frutto al credete servitore; perche’ proibisce l’oscenità, il male, lo conduce sulla retta vita di Allah, l’Altissimo. Cosi, il Muslim vive in pace con se stesso e con l’intera comunita’.  Di questo dice L’Onnipotente:” Recita quello che ti è stato rivelato del Libro ed esegui l’orazione. In verità l’orazione preserva dalla turpitudine e da ciò che è riprovevole. Il ricordo di Allah è certo quanto ci sia di più grande. Allah conosce perfettamente quello che operate.” .

     L’esecuzione dello Zakat(cioe’ l’elemosina legale) e’ una parte della fede e comprende degli aspetti umanitari. E’ un’educazione dell’anima e dello spirito, e fa l’uomo capire che il denaro e’ un mezzo non uno scopo. Lo Zakat e’ un mezzo per rafforzare la collaborazione, la bonta’, e la misericodia. La comunita’ islamica non conosce l’avidità ne’ l’egoismo. Il credente e’ generoso, e di questo Allah,l’Onnipotente, disse, lodando gli Ansar:”e [appartiene] a quanti prima di loro abitavano il paese e [vivevano] nella fede, che amano quelli che emigrarono presso di loro e non provano in cuore invidia alcuna per ciò che hanno ricevuto e che [li] preferiscono a loro stessi nonostante siano nel bisogno. Coloro che si preservano dalla loro stessa avidità, questi avranno successo“.

Il Profeta(Pbsl) parla anche del digiuno, dicendo:”
Il digiuno è una protezione per te, quindi quando digiuni, non comportarti in modo osceno o sciocco, e se qualcuno discute con te o ti abusa, dì: “Sto digiunando. Sto digiunando.”

 D’altra parte, il digiuno controlla la morale del musulmano, lo fa osservare gli ordini di Allah, il Vero, in tutti i momenti della vita, lo aiuta d’avere pazienza, di supportare tutte le difficolta’, d’evitare tutto quello contradisce gli ordini divini, e di questo disse il Profeta( Pbsl): Il pellegrinaggio e’ un impegno e comportamento morale prima e dopo di farlo, di questo disse l’Onnipotente:” Il Pellegrinaggio avviene nei mesi ben noti. Chi decide di assolverlo, si astenga dai rapporti sessuali, dalla perversità e dai litigi durante il Pellegrinaggio. Allah conosce il bene che fate. Fate provviste, ma la provvista migliore è il timor di Allah, e temete Me, voi che siete dotati di intelletto” Narrato da Abu Hurayrah (che Allah si compiaccia di lui), disse:”Ho sentito il Profeta (Pace e benedizioni di Allah su di lui), dice:”Chiunque compia Hajj per il piacere di Allah e non ha rapporti sessuali con sua moglie, e non fa male o peccati, allora tornerà (dopo Hajj libero da tutti i peccati) come se fosse nato di nuovo. “

Quindi tutti i pilastri dell’Islam hanno degli aspetti positivi sulla comunita’ e ha lo scopo di diffondere la pace e la sicurezza tra la gente.

Chiunque guardi alla nostra vera religione, si rende conto che si tratta di una religione della morale e il suo messaggio è venuto a completare questi onori, dove il nostro Profeta ( Pbsl) dice: (Sono stato inviato` a completare l’onore della morale), dove l’onestà, la sincerita’, la fedeltà e la giustizia, la generosità, l’aiuto, la magnanimità e la virilità, fermano i danni alle persone, il sollievo del credete e l’aiuto dell’angoscia, rappresentano i corretti obiettivi dell’Islam.Indubbiamente, comprendere l’essenza dell’Islam, conoscere i segreti del suo nobile messaggio,contemplare i suoi nobili scopi e obiettivi, e applicare tutto ciò alla luce degli sviluppi moderni e dei suoi requisiti, è una necessità urgente per affrontare le sfide contemporanee, frenare i gruppi terroristici ed estremisti, assediare il pensiero deviante, rompere i circoli della pietrificazione, dell’inerzia, della chiusura, dell’incomprensione, della mentalità ristretta e uscire da questa ristrettezza verso più ampia,più facile, più matura e piu’ consapenavole, visione a favore degli interessi del paese e delle persone, e la diffusione di alti valori umani che raggiungono la sicurezza, l’incolumità, la pace, la stabilità e la felicità di tutta l’umanità.È uno dei doveri più importanti che tutti i musulmani dovrebbero intraprendere per mostrare a tutti la grandezza della religione islamica, in modo che il mondo intero si renda conto che l’Islam è una religione di pace ed e’ un nome di Allah, l’Onnipotente. Di questo dice il Nobile Corano:”

Di questo Allah, l’Altissimo, dice:”Egli è Allah, Colui all’infuori del Quale non c’è altro dio, il Re, il Santo, la Pace, il Fedele, il Custode, l’Eccelso, Colui Che costringe al Suo volere, Colui Che è cosciente della Sua grandezza. Gloria ad Allah, ben al di là di quanto Gli associano.”

Il saluto dell’Islam e’ la pace, e di questo Allah, dice:”O voi che credete, quando vi lanciate sul sentiero di Allah, siate ben certi, prima di dire a chi vi rivolge il saluto: “Tu non sei credente”, al fine di procacciarvi i beni della vita terrena. Presso Allah c’è bottino più ricco. Già prima eravate così, poi Allah vi ha beneficati. State attenti, ché Allah è perfettamente informato di quello che fate”

Il saluto degli abitanti del paradiso e’ la pace, e di questo dice Allah:”[e diranno]: “Pace su di voi, poiché siete stati perseveranti. Com’è bella la vostra Ultima Dimora”

E il profeta( Pbsl) diceva dopo le preghiere:” O Allah, sei la pace, e da te otteniamo la pace, Benedizioni di Allah, l’Altissimo e il Glorificato e il generoso”

L’Islam è una religione che preserva la dignità umana, vietando le menzogne, le calunnie, il pettegolezzo, l’invidia, l’odio, il disprezzo e il danno in qualsiasi forma; sia azioni, parole, o gesti. Di questo dice:” O credenti, non scherniscano alcuni di voi gli altri, ché forse questi sono migliori di loro. E le donne non scherniscano altre donne, ché forse queste sono migliori di loro. Non diffamatevi a vicenda e non datevi nomignoli. Com’è infame l’accusa di iniquità rivolta a chi è credente ! Coloro che non si pentono sono gli iniqui.”Dice il nostro Profeta (Pbsl): Colui che punta un’arma verso suo fratello, gli angeli invocano maledizione su di lui anche se è il suo vero fratello, fintanto che non lo abbandona.” il Profeta (Pbsl) proibì la marcatura in faccia, e quando vide un animale marcato in faccia, disse: (Allah ha maledetto che aveva marcato in faccia questo animale)Quando (Pbsl) è stato chiesto di una donna che stava digiunando, ma lei stava facendo del male ai suoi vicini, lui (Pbsl) ha detto:” È nel fuoco”. Il Profeta( Pbsl) dice anche Chi crede in Allah e nell’Ultimo Giorno, lascia che sia ospitale nei confronti del suo ospite; e chi crede in Allah e nell’Ultimo Giorno, gli permetta di mantenere buoni i legami delle relazioni di sangue; e lui chi crede in Allah e nell’ultimo giorno, deve parlare bene o rimanere in silenzio  Dico questo e chiedo perdono ad Allah per me e per voi.

* * *

Lode ad Allah, il Signore dei Mondi, testimonio che non c’e’ Dio che Allah, l’Unico, e testimonio che il nostro Maestro e Profeta Muhammaed e’ il suo Servitore e Messaggero, pace sull’ultimo Profeta e Messaggero di Allah, e sulla sua famiglia e sui suoi compagni e su quelli che li seguirono con carita’ fino al giorno del Giudizio universale.

Quindi … i miei fratelli nell’Islam

Il Profeta(Pbsl) ha radicato i nobili insegnamenti dell’Islam, la sua nobile morale e i suoi nobili valori nei cuori dei suoi compagni fino a quando non è diventato un modo di vivere tra tutte le persone. In presensa del re dell’Abbissinia, Abu Gaafar bin Abi Teleb spiega questi nobili valori e comportamenti in modo raffinato e prestigioso, Dicendo:(O re, noi eravamo un popolo di idolatri, commettevamo cose abominevoli e il più forte sopraffaceva il più debole Questo accadeva, finché Dio ci inviò un Messaggero scelto tra la nostra gente, una persona di cui conoscevamo la veridicità, l’onestà e l’integrità. Egli ci chiamò ad Allah adorarLo, testimoniare la Sua unicità e rinunciare alle statue e agli idoli. Ci ordinò di parlare senza mentire, di adempiere alle nostre promesse, rispettare i diritti dei nostri vicini e dei nostri parenti e di astenerci dal crimine e dal versar sangueIl vero musulmano non mente, non tradisce, il vero musulmano non ferisce gli altri sia con la parola sia con l’azione. Il Vero credente che la gente vive con lui in pace e sicurezza, senz preoccupazione, senza temerlo. Il vero musulmano e’ quello che mostra la morale dell’Islam in tutti i suoi comportanti, offrendo tutto il bene e la carita’ alla gente. Se vogliamo stabilire una vera definizione del vero musulmano, non troviamo una definizione migliore della precedente difenzione del Profeta(Pbsl):”Il musulmano è quello dalla cui lingua e mano sono al sicuro le persone, e il credente è quello da cui le vite e la ricchezza delle persone sono al sicuro.” Il messaggio dell’Islam è il messaggio dell’umanità, della saggezza, della tolleranza, della compassione, della capacità e e della flessibilità. E’ un messaggio che riunisce, non divide, unisce e non si disperde. È nel cuore dell’Islam, e ciò che si scontra con esso o si scontrano con esso; O Allah, , guidaci verso la migliore etica, facci allontanare dal male, e salva l’Egitto, la sua gente, il suo esercito e la sua polizia da tutti i cattivi,O Allah, il Compassionevole e il Misericordioso.

Il Ricordo del Nome di Allah e la rettitudine dell’anima umana

Lode ad Allah, Signore dei mondi, che dice nel suo Nobile Libro:” Coloro che credono, che rasserenano i loro cuori al Ricordo di Allah. In verità, i cuori si rasserenano al Ricordo di Allah.” E testimonio che non c’è divinità oltre ad Allah, l’Unico senza alcun socio, e che il nostro Maestro e Profeta Mohammad è il Suo servitore e Messaggero. O Allah, concedi la tua pace e le benedizioni a lui, alla sua Famiglia, ai suoi Compagni e a coloro che li seguono con rettitudine fino all’Ultimo Giorno.

Seguitando in merito,

Allah, l’Altissimo, ha ordinato i suoi servitori di ricordare spesso il suo Nome e gli ha promesso una grandissima ricompensa, dicendo nel suo Nobile Corano:” O voi che credete, ricordate spesso il Nome di Allah, di questo Allah, l’Altissimo, dice:” e glorificateLo al mattino e alla fine del giorno.” E ancora:”Quelli che spesso ricordano Allah e quelle che spesso ricordano Allah, sono coloro per i quali Allah ha disposto perdono ed enorme ricompensa.” Anche dice, l’Altissimo:” coloro i cui cuori fremono al ricordo di Allah, coloro che sopportano con costanza quello che li colpisce e coloro che assolvono l’orazione e sono generosi di ciò di cui li provvedemmo.”

Il Profeta (Pbsl) ha incoraggiato l’Ummah cioe’ la gente di ricordare spesso il Nome di Allah, dicendo:” Non vi informerò del meglio delle vostre azioni che sono le più pure e vicine ad Allah,  che vi esalta agli alti ranghi, che sono più efficaci del spendere oro e argento (in beneficenza) e per voi meglio di quanto dovreste incontrare i vostri nemici che vi colpiranno il collo? ” Dissero: “Certamente”. Egli (Pbsl) disse: “Ricordo di Allah l’Eccelso.”

E quando un uomo venne dal Profeta (Pbsl) dicendo:” Un uomo disse: “O Messaggero di Allah (Pbsl), in effetti, gli atti legislativi dell’Islam sono diventati troppo per me, quindi informami di una cosa a cui dovrei attenermi.” Egli (Pbsl) disse: “Non lasciare che la tua lingua cessa di essere umida per il ricordo di Allah.”Il ricordo del Nome di Allah e’ una grandissima adorazione, facile, d’enorme ricompensa. E di questo Abu Sa’id Al-Khudri (Che Allah sia soddisfatto di lui) ha riferito:” Mu’awiyah (Che Allah si compiaccia di lui) venne ad un’assemblea nella moschea e chiese loro: “Cosa vi ha fatto sedere insieme?” Risposero: “Siamo seduti qui per ricordare Allah”. Disse: “voi siete seduti per ricordare il Nome di Allah, niente altro? Risposero:”Per Allah! Siamo seduti solo per ricordare Allah.” Poi disse: ” vi ho chiesto non per dubbio, ma perche’ Gabriele m’aveva rivelato che ad Allah piace che state facendo e parla orgogliosamente di voi agli angeli.”

Il ricordo del Nome di Allah e’ animazione dei cuori, e la cosa piu’ vicina ad Allah, l’Onnipotente. Di questo Abu Musa Al-Ash’ari (Che Allah sia soddisfatto di lui) ha riferito: Il Profeta (Pbsl) disse: “La similitudine di chi ricorda il suo Dio e di chi non lo ricorda, è come quella dei vivi e dei morti.”

Abu Dharr narra che il Messaggero di Allah (Pbsl) lo visitò e disse:”Possa mio padre e mia madre essere riscattati per te, o Messaggero di Allah (Pbsl)! Quale discorso è più amato da Allah [il Potente e il sublime]? ”Quindi disse:“ Ciò che Allah ha scelto per i suoi angeli (per dire): ‘Gloria al mio Signore e con la sua lode. Gloria al mio Signore e con la sua lode.”Samurah bin Jundub (Che Allah si compiaccia di lui) narra che il Messaggero di Allah (Pbsl) disse: “Le parole più care ad Allah sono quattro: ‘Quanto è perfetto Allah e ogni lode è per Allah. Nessuno ha il diritto di essere adorato tranne Allah da solo e Allah è grande. Non importa quale dici tu per primo”.Abu Hurairah (Che Allah sia soddisfatto di lui) ha riferito:Il Messaggero di Allah (Pbsl) disse: “I Mufarridun sono andati avanti”. Gli fu chiesto: “Chi sono i Mufarridun?” Egli (Pbsl) rispose: “Quegli uomini e donne che celebrano frequentemente il ricordo di Allah.”Per questo motivo, il Profeta( Pbsl) chiese a Muath ( che Allah si compiaccia di lui), di ricordare spesso il Nome di Allah, dicendo:” Il Messaggero di Allah (Pbsl) mi prese la mano e disse: “O Mu’adh, per Allah, ti amo e ti consiglio di non perdere la supplica dopo ogni Salat (preghiera) che dice: (O Allah, aiutami a ricordarti, esprimendoti gratitudine e adorandoti nel migliore dei modi) “

Il ricordo del Nome di Allah,l’Onnipotente, e’ un’atto d’adorazione che i credenti devono eseguire spesso in tutti i momenti della vita e in qualsiasi forma, e di questo Allah, l’Altissimo, dice:”  In verità, nella creazione dei cieli e della terra e nell’alternarsi della notte e del giorno, ci sono certamente segni per coloro che hanno intelletto,  che in piedi, seduti o coricati su un fianco ricordano Allah e meditano sulla creazione dei cieli e della terra, [dicendo]: “Signore, non hai creato tutto questo invano. Gloria a Te! Preservaci dal castigo del Fuoco.”

Tutta la vita del musulmano s’aggira attorno al ricordo del Nome di Allah, nelle preghiere, nelle prorpie azioni, e di questo dice Allah, Il Vero:” In verità, Io sono Allah: non c’è dio all’infuori di Me. AdoraMi ed esegui l’orazione per ricordarti di Me.”

Allah dice anche:” Recita quello che ti è stato rivelato del Libro ed esegui l’orazione. In verità l’orazione preserva dalla turpitudine e da ciò che è riprovevole. Il ricordo di Allah è certo quanto ci sia di più grande. Allah conosce perfettamente quello che operate.”

Cioe’ che la preghiera ha due grandi scopi: impedire la persona a commetere dei peccati e lo aiuta a ricordare il Nome di Allah, l’Altissimo. Il Profeta( Pbsl) ci ha lasciato tanti tipi d’atti d’adorazione per ricordare il Nome di Allah, Abu Hurairah (Che Allah sia soddisfatto di lui) ha riferito:” Il Profeta (Pbsl) diceva al mattino: “O Allah! Con la tua potenza siamo venuti al mattino, con la tua potenza veniamo alla sera, con la tua potenza viviamo e moriamo e a te torneremo”. Alla sera diceva:”O Allah! Con la tua potenza, siamo venuti alla sera, per te viviamo, per te moriamo , e per te è il ritorno.”

 Anche ci sono delle suppliche che il musulmano deve dire quando esce da casa, anche quando entra la casa, e di questo Umm Salamah ha narrato che quando il Profeta (Pbsl) lasciava la sua casa, diceva:”Nel Nome di Allah, ripongo la mia fiducia in Allah. O Allah! Ci rifugiamo in te dal scivolare involontariamente o diventare fuorviati, commettere oppressione o essere oppressi, o agire in modo ignorante o essere trattati in modo ignorante.”.Narrato da Umm Salamah, la madre deo credenti che il Messaggero di Allah (Pbsl) non è mai uscito da casa mia senza alzare gli occhi al cielo e dicendo: “O Allah! Cerco rifugio in Te per timore di allontanarmi o essere sviato, o scivolare o costretto a scivolare, o causare ingiustizia o subire ingiustizie, o fare del male o avermi fatto del male “Narrato da AbuMalik Al-Ash’ari: Il Profeta (Pbsl) disse: Quando un uomo entra nella sua casa, dovrebbe dire: “O Allah! Ti chiedo il bene sia quando entri che quando esci; nel nome di Allah siamo entrati e nel nome di Allah siamo usciti e in Allah nostro Signore ci fidiamo “. Dovrebbe quindi salutare la sua famiglia. Mus`ab bin Saad narrò da suo padre che il Messaggero di Allah (Pbsl) disse a quelli che erano seduti con lui: “Uno di voi non è in grado di raggiungere mille buone azioni?” Quindi un interrogante tra quelli seduti con lui gli chiese: “Come può uno di noi guadagnare mille buone azioni?Ci sono delle invocazioni che dobbiamo dire quando mangiamo o beviamo, come il ricordo del Nome di Allah il clemente e il misericordioso, e ringraziare Allah quando finiamo il nostro cibo.”  Narrato da `Umar bin Abi Salama: Ero un ragazzo sotto la cura del Messaggero di Allah (Pbsl) e la mia mano girava intorno al piatto mentre mangiavo. Quindi il Messagero di Allah (Pbsl) mi disse:”O ragazzo! Di’ il nome di Allah e mangia con la mano destra, e mangia del piatto ciò che ti è più vicino.”Da allora ho applicato queste istruzioni durante il pasto. Il Profeta quando mangiava diceva: “Ringraziamo Allah che ci ha dato quello che mangiamo e beviamo, e ci ha reso musulmani”Entrando il mercato, dobbiamo dire delle suppliche per ottenere le benedizioni di Allah. È stato narrato da Salim bin ‘Abdullah bin’ Umar, da suo padre, che suo nonno ha detto che il Messaggero di Allah(Pbsl) aveva detto:”Chiunque dica, quando entra nel mercato: “Nessuno ha il diritto di essere adorato, ma Allah solo, senza partner, a Lui appartiene tutta la sovranità e a Lui è lode, dà vita e dà morte, ed è sempre vivo e non muore; nella sua mano è tutto buono ed è in grado di fare tutto,”Allah registrerà per lui un milione di buone azioni, e cancellerà da lui un milione di cattive azioni e costruirà per lui una casa in Paradiso.”Il musulmano deve ricordare il nome di Allah quando vede qualcosa che gli piace, dicendo:” Così, Allah ha voluto! Di questo Allah dice:”  Conveniva che entrando nel tuo giardino dicessi: Così, Allah ha voluto! Non c’è potenza se non in Allah!”È stato narrato da Ibn ‘Umar che il Messaggero di Allah (Pbsl) disse: “Chiunque si imbatti inaspettatamente in una persona che soffre di una calamità, e dice: Lode è ad Allah che mi ha tenuto al sicuro da ciò che ha sofferto altra persona e mi hai preferito su molti di quelli che ha creato), sarai al sicuro da quella calamità, non importa quale sia.”Il credente fedele si rivolge ad Allah, ricordando il Nome di Allah nel momento dell’angoscia”E l’Uomo del Pesce, quando se ne andò irritato. Pensava che non potessimo niente contro di lui. Poi implorò così nelle tenebre: “Non c’è altro dio all’infuori di Te! Gloria a Te! Io sono stato un ingiusto!”Il Profeta(Pbsl) diceva nei momenti dell’angoscia:”Non c’è altro dio che Allah, il Grande e il Signore, il Dio dei cieli e della terra e il Signore del Grande Trono.”Questi sono delle suppliche che il Profeta ci ordina a ripetere nelle diverse occasioni come un’ancora di salavezza contro le azioni dei demoni e del Satana, e di questo dice Allah:” Allah ha fatto scendere il più bello dei racconti, un Libro coerente e reiterante, [alla lettura del quale] rabbrividisce la pelle di coloro che temono il loro Signore e poi si distende la pelle, insieme coi cuori, al Ricordo di Allah. Questa è la Guida di Allah con cui Egli guida chi vuole. E coloro che Allah svia, non avranno direzione.”Allah dice anche:” Ricordati del tuo Signore nell’animo tuo, con umiltà e reverenziale timore, a bassa voce, al mattino e alla sera e non essere tra i noncuranti.”Allah dice anche:” Assegneremo la compagnia inseparabile di un diavolo a chi si distoglie dal Monito del Compassionevole” Dico questo e imploro il perdono di Allah per me e per voi, ****Lode ad Allah, Signore dell’Universo, affinché la salvezza e le benedizioni di Allah siano conferite all’onesto Profeta, alla sua Famiglia, ai suoi compagni e ai loro giusti seguaci fino all’Ultimo Giorno.   Quindi i miei fratelli nell’IslamIl ricordo del Nome di Allah, l’Altissimo, per i Compagni del Profeta(Pbsl) era come una metodologia di vita da implementare praticamente, percio’ la loro comunita’ osservava gli ordini di Allah, lasciare i peccati e le anomalie.Il nostro maestro Abu Bakar(che Allah si compiaccia di Lui), quando nomino’ Omar Bin Al Khatab(che Allah si compiaccia di lui) come un giudice. Durante il primo anno del mandato di Umar, nessuno gli fece domanda. Umar (che Allah sia contento di lui) disse: O Khalifa, vorrei lasciare il mio posto come giudice! Non avete bisogno di un giudice, perche’ ciascun musulmano nella comunita’ ha amato  suo fratello ciò che ama per se stesso, se uno e’ malato, tutti vanno a visitarlo e gli offre il suppurto, tutti rispettano la religione, la verita’, vietano il male, non rompono le leggi, percio’ non vanno dal giudice!! Se il ricordo di Allah e’ diventato profondo nel cuore di un musulmano, ripetuto dalla propria lingua tutto il giorno, allora Allah, gli benedica la vita, sente la tranquilita’ nella vita, e riceve la misericordia di Allah. O Allah, aiutaci a ricordare il tuo Nome, migliorare la nostra adorazione, e proteggi l’Egitto, e renderlo un paese sicuro, generoso e prospero. Fine

La giurisprudenza della costruzione degli stati

Lode ad Allah, Signore dei mondi, che disse nel Nobile Corano:”Aiutatevi l’un l’altro in carità e pietà e non sostenetevi nel peccato e nella trasgressione. Temete Allah, Egli è severo nel castigo“, e testimonio che non c’è altro Dio che Allah senza associati, e testimonio che il nostro signore e nostro Profeta Mohammad è il suo servitore e Messaggero. Pace e benedizioni siano su di  lui, sulla sua famiglia, sui suoi compagni e su quelli che li seguirono con carita’ fino al Giorno del Giudizio Universale.Seguitando in merito,

Non c’è dubbio che tutte le nazioni e tutti i popoli cercano di costruire uno stato forte e stabile, con tutte le proprie energie e risorse, al fine di raggiungere i suoi obiettivi. La costruzione dello stato e’ un processo che  richiede delle esperienze, del know-how e della conoscenza, delle condizioni appropriate e delle sfide. C’e’ una grande differenza tra  la giurisprudenza degli individui, delle comunita’ e quella della costruzione dello stato e della propria volonta’ in un mondo che vede rapido cambiamento. Quest’ultimo non riconosce che il linguaggio delle alleanze, e dei raggruppamenti politici, economici e culturali. Un cambiamento regolato dalle leggi, dai decreti e dai patti internazionali che nessun saggio possa negare ne’ respingere.

Lo stato significa protezione, sicurezza, fiducia, stabilita’, sistema e istituzioni. Lo stato e’ una costruzione culturale, politica, economica e legislativa. L’assenza dello stato significa la nascita del caos!

E tra i fattori più importanti della costruzione dello stato, ci sono: Il rafforzamento delle istituzioni statali nazionali, il rispetto dello stato di diritto, il rispetto della costituzione, il rispetto della giustizia, tutto questo impone alle persone di rispettare le leggi e i regolamenti dello stato, di rispettare le regole del traffico e non li contraddiscono per camminare nella direzione opposta, o per aumentare la velocità, o altre cose che si considerano una violazione dei diritti della strada e dei diritti delle persone, che possono causare la perdita della sua anima o delle vite di altri, o lesioni o intimidazioni. Di questo Allah,l’Onnipotente disse:” non gettatevi da soli nella perdizione, e fate il bene, Allah ama coloro che compiono il bene), e il Profeta( Pbsl) disse: “Non danneggiare vi stessi ne’ danneggiare gli altri.”

Il mantenimento e il rispetto del sistema contribuisce alla costruzione di uno stato forte e stabile. Ogni società deve avere delle regole e delle leggi che regolano il comportamento dei suoi membri, preservare i diritti dell’uomo, obbligarlo a svolgere le sue funzioni. Senza rispettare il sistema  e sostenere lo stato di diritto, lo stato non sarebbe stabile ne’ giusto.Il rispetto e l’implementazione delle leggi è uno dei fattori più importanti nella costruzione dello stato: la legge è una protezione per tutti i cittadini, non è inconcepibile che la società rimanga stabile senza rispettare le leggi, tutti devono assumersi la responsabilità dell’interesse pubblico che raccoglie i benefici dell’intera società. Il Profeta (Pbsl) disse: “Tutti voi siete guardiani e responsabili dei vostri sudditi. Il sovrano è un guardiano dei suoi sudditi, l’uomo è un guardiano della sua famiglia, la donna è un guardiano ed è responsabile della casa del marito e la sua progenie; e così tutti voi siete tutori e siete responsabili dei vostri sudditi”...La  società responsabile è una società coesa, in cui tutti conoscono il loro ruolo e rispettano gli altri. Ciò che è necessario per rispettare l’ordine, rispettare le leggi e tenere conto dei diritti degli altri, in modo che prevale la giustizia, e l’intera società gode di sicurezza, protezione e stabilità, e vediamo il nostro paese nel posto adatto tra le nazioni.La costruzione economica è uno dei pilastri più importanti della costruzione dello stato, perche’ l’economia forte fa lo stato eseguire gli impegni nazionali e internazionali, garantire una vita agiata ai suoi cittadini. E quando l’economia si indebolisce, la poverta’, la malattia, il caos  appariscono nella societa’, la vita diventa sconvolta, la morale diventa corrotta, i crimini abbondano, l’opportunità è ampia per i nemici che stanno aspettando per attaccare il paese, lavorando per rovesciarlo e metterlo nel caos infinito. Le nazioni che non producono i loro componenti di base, dipendono dagli altri che non hanno voce ne’ indipendenza della loro decisione. Una forte economia consente allo stato di vivere con dignità e orgoglio tra gli altri Stati; Pertanto, l’Islam da’ una grande cura alla finanza, perché è la spina dorsale della vita quotidiana.

Costruire i paesi economicamente richiede padronanza del lavoro e aumento della produzione. Nessuna nazione, istituzione o famiglia può svilupparsi solo con il normale lavoro, ma il lavoro deve essere fatto al modo modo e con professionita’, perche’ avra’ un rendimento economico su tutti i cittadini.

Allah, l’Altissimo, c’ordina a lavorare e fare degli sforzi, dicendo:” Quando poi l’orazione è conclusa, spargetevi sulla terra in cerca della grazia di Allah, e molto ricordate Allah, affinché possiate avere successo.”

Allah, l’Onnipotente, disse anche:”Egli è Colui Che vi ha fatto remissiva la terra: percorretela in lungo e in largo, e mangiate della Sua provvidenza. Verso di Lui è la Resurrezione.”

Da parte sua, il Profeta (Pbsl) disse: “Il migliore cibo e’ quello guadagnato dalle vostre mani,  e Il profeta (Psl) di Allah, Davide mangiava dai guadagni del suo lavoro personale.”

 Il Profeta(Pbsl) disse anche:” Chi ritorna a casa stanco perche’ ha lavorato tanto durante la giornata, Allah, gli perdona i peccati.”

Il Profeta (Pbsl) ha invitato le persone a continuare a lavorare, ad esempio, dicendo: “Se arriva il giorno del Giudizio e uno di voi ha una piccola pianta in mano, se può piantarla prima di alzarsi, allora lascialo fare.” Inoltre, disse il Profeta(Pbsl):”Qualsiasi musulmano che coltiva una pianta feconda da cui mangiano persone, uccelli o persino animali, sarà per lui come un’atto di beneficenza ricompensata.” lavoro e la produzione assicurano una vita umana dignitosa.

Uno degli strumenti è anche quello di modellare la comprensione

culturale, religiosa e scientifica delle persone, perché la mancanza di tale istruzione indebolisce lo stato e la sua stabilità. In questo caso, abbiamo quanto segue: La comprensione delle persone e del loro comportamento dovrebbe essere migliorato attraverso l’educazione morale e il trattamento dell’afasia. Ciò richiede che tutte le istituzioni dello Stato lavorino insieme per farlo in modo appropriato. È anche necessario affrontare il meccanismo provocatorio e non lasciare che le bugie si diffondano. E il Sacro Corano disse:” ” O credenti, se un malvagio vi reca una notizia, verificatela, affinché non portiate, per disinformazione, pregiudizio a qualcuno e abbiate poi a pentirvi di quel che avrete fatto “.

Quindi, dobbiamo essere vigili, coscienti, prendere delle lezioni dalle esperienze degli altri, e di questo Allah, l’Onnipotente disse:”O voi che credete! Preparatevi e poi partite in missione a gruppi o in massa.” Il Profeta(Pbsl) disse anche:” Il credente non si dovrebbe essere morso due volte dallo stesso buco”.

Dobbiamo sapere che la costruzione e la protezione dello stato e’ una responsabilita’ che assumiamo a nostro carico, ciascuno nel proprio posto e settore. Sottolineamo che la costruzione non si realizza senza tagliare le mani dei distruttori, e di questo disse il poeta:”

Quando finire di costruire un edificio?

Quando ti arrendi e l’altro si sbriciola.

Il Profeta(Pbsl) disse: “Sostenere tuo fratello religioso, ingiusto o oppresso. I suoi compagni poi gli dissero: lo sosteniamo quando è oppresso, ma come farlo quando è ingiusto? Poi disse loro: impeditelo di commettere un crimine “.

Quando vediamo qualcuno che lavora contro lo stato, dobbiamo consigliarli di tornare, e questo deve essere fatto da tutti. Il consiglio di fare del bene è di seguire il cammino dei profeti e aiuta a mantenere una società unita. È lo strumento che porta stabilità e pace e combatte la violenza e il terrorismo.

Di questo, il Profeta disse: “Coloro che osservano le leggi di Allah e quelli che le violano sono come le persone su una nave, alcuni che rimangono sopra e altri sotto. Le persone sul fondo stanno pensando di perforare la barca per ottenere acqua e di non disturbare gli altri a bordo. Ma se se ne vanno, saranno tutti distrutti

Non basta essere buono in se stesso, perche’ le condizioni del tempo attuale richiedono dalle persone di essere riformisti, e di questo Allah, l’Altissimo, disse:”  Non c’è nulla di buono in molti dei loro conciliaboli, eccezion fatta per chi ordina un’elemosina o una buona azione o la riconciliazione tra gli uomini. A chi fa questo per compiacimento di Allah, daremo ricompensa immensa,”

Allah,l’Onnipotente, disse, anche:”  Mai, il tuo Signore annienterebbe ingiustamente le città, se i loro abitanti agissero rettamente,”

Dico questo e chiedo perdono ad Allah, per me e per voi

*      *      *

Lode ad Allah, Signore dell’universo. Testimonio che non c’è altro Dio che Allah, e che Mohammad è il suo Profeta e Messaggero. Possa la pace e le benedizioni di Allah essere sul Profeta, sui suoi familiari e compagni e su tutti coloro che li seguono fedelmente fino al Giorno del Giudizio Universale.Quindi, miei fratelli nell’Islam

Uno degli elementi chiavi della costruzione dello stato è la costruzione della società. L’Islam rafforza i legami sociali e la solidarietà tra i cittadini della società. Rafforza anche le relazioni tra le persone e richiede che l’uomo ami il bene per i suoi simili, “Nessuno di voi si considera fedele, se non ama il bene a suo fratello come ama se stesso“. Anche la solidarietà sociale che protegge le basi e i legami della famiglia. La famiglia giusta è quella che supporta e protegge la gioventù e diffonde l’amore tra i suoi membri. Il Profeta disse: “È un grande peccato per un uomo lasciare perduti i suoi famigliari sostenuti da lui“. Deve proteggere le persone a cui tiene dai pensieri perversi. Dobbiamo rafforzare la società per far fronte alle sfide.

Il poeta egiziano Shauki disse:

Ti proteggiamo finché viviamo

E ti costruiamo in modo perfetto

In te moriremo

Per rimanere innocuo

Gli elementi sono anche il comportamento appropriato e le buone maniere delle persone. Le nazioni che non inculcano la buona morale e virtuosa non reggono né crescono. Il Profeta disse:”Nulla pesa di più nel giorno del Giudizio che buone maniere. Allah odia l’uomo con una morale irremovibile. ” Quando fu chiesto al Profeta degli strumenti che portano l’uomo in Paradiso, disse: “Paura di Allah e buone maniere“.

La buona moralità protegge l’uomo dall’adulterio. È come un albero cattivo, come sottolinea il Corano,”la parolaccia è come l’albero cattivo, sradicato dalla faccia della terra“.

Chiediamo ad Allah di darci una buona morale e di proteggere l’Egitto e tutti i paesi musulmani.