Notizie piὺ importanti

Il legame causale e’ una tradizione divina nell’Universo

Lode ad Allah,  Signore dell’universo, che sottolinea nel suo Nobile libro  “Dì [a loro]: agite, Allah e il Suo Messaggero e i fedeli vedranno il vostro lavoro. E poi tornerete da Colui che conosce il visibile e l’invisibile e vi informera’ di quello che avete gia’  fatto. “

Rendo testimonianza che non c’è altro Dio che Allah e testimonio che Mohammad è il suo servitore e il suo Messaggero. Pace e benedizioni di Allah  sul Profeta, sui suoi familiari, sui suoi compagni e su tutti quelli  che seguono fedelmente il suo percorso fino al giorno del Giudizio universale.

Innanzitutto, sottoliniamo che Allah ha stabilito delle leggi per questo pianeta che lo controllano. Il Corano afferma: “Il sole non può superare la luna, né la notte può superare il giorno. Tutto segue la propria orbita “. Ha anche detto: “E non troverai che la legge di Allah si cambierà ne ‘ si modifichera’ “.

Le leggi di Allah sono il criterio e l’equilibrio che governano i principi di base di questa vita e aiutano a costruire la terra e proteggerla. Allah dice: “È Colui che  vi ha creato sulla terra e vi ha stabilito su di essa”. Inoltre, “non spargete il danno sulla terra dopo la sua riforma. “

Una delle leggi di Allah è il sistema di ragionamento, cioè causa e azione. Quando c’è una causa, lo è anche il risultato, cioè l’atto.Questa è una legge generale applicabile al pianeta.

Ed è prevalente in tutte le stagioni e in tutti i luoghi. Il fuoco, ad esempio, è una causa di bruciatura e l’omicidio è una causa di morte, il cibo è una causa di esaurimento, il lavoro  serio e lo sfrozo  sono le cause di successo e l’inerizia è una causa di fallimento,quindi la ricostruzione della terra è un dovere religioso e nazionale. Il Corano afferma: “È Colui che ha creato la terra piatta ed estesa affinché tu possa attraversare e nutrirti del suo raccolto. Nelle Ecclesiaste ci sarà la risurrezione “. E “quando la preghiera è finita, spargetevi sulla terra e cercate il raccolto di Allah. Glorifica Allah, affinché voi possiate  prosperare.

L’Islam promuove il concetto di lavoro e costruzione della terra. Non ci sono scuse per l’inazione, che ci terrà lontani dal cammino della modernizzazione.

Così fecero i profeti di Allah negli affari della loro vita. Noè per esempio era un falegname. Quindi Allah gli ordinò, dopo molti anni in cui invitava il suo popolo al culto di Allah, di fare l’arca “per fabbricare l’arca sotto la nostra cura”. Allah poteva salvarlo senza causa e senza azione. Eseguì i comandi del suo Signore, non prestando attenzione alle reazioni del suo popolo, finché Allah non salvò lui e le persone che lo seguivano.

David era un fabbro e Allah gli insegnò questa professione. Dice: “E naturalmente abbiamo ringraziato David: ‘O montagne, glorifica Allah con lui e anche voi uccelli.” E abbiamo ammorbidito il ferro per amor suo. “

Il profeta disse: “Il miglior cibo è quello che viene mangiato dal lavoro dell’uomo. E il profeta di Allah, David, mangiò dal lavoro delle proprie mani “.

Il profeta di Allah Giuseppe, che ha progettato per salvare il paese dalla fame,pertanto, gli umani sono stati salvati da un grande pericolo. Ha preparato un piano lungo e ponderato per salvare il paese dalla fame in tutto il mondo e ha realizzato per il paese prosperità,benessere, protezione e potere economico. Il Corano dice: “E disse: Seminerete per sette anni e lavorerete sodo e senza fine, ma lascerete il raccolto nel suo stato originale ad eccezione di una parte che mangerete. Quindi, seguiranno sette anni di sterilità, che esauriranno tutte le vostre scorte, salvo alcune, che avrete immagazzinato. Poi ci sarà un tempo in cui le persone saranno felici “.

Lo stesso valeva per Maria (che la pace sia su di lei), che godeva del favore di Dio, in un modo che stupiva il profeta Zakaria (che la pace di Allah sia su di lui). E le chiese, come dice il Corano, “ogni volta che Zaccaria entrava nella cappella dov’era, trovava vari piaceri. Quando le chiese: Oh Mariam, dove hai preso queste [grazie]? Ha detto: è di Allah “.

In un altro verso, il Corano menziona un evento che riguarda anche Maria, che nonostante la sua debolezza e il suo dolore, Allah l’ha ordinata a scuotere il tronco del palmo per far cadere i datteri. Allah poteva anche far cadere I datteri senza alcuna azione da parte di Maria. Ma Allah voleva che facessimo questo lavorando e provando.Di seguito sono riportati i punti di riferimento,

Affidati ad Allah in tutte le questioni

E non smettere mai di cercare la debolezza dichiarata

Ma non hai visto che Allah ha detto a Maria

“Scuoti il ​​baule e  i  datteri cadranno

Se avesse voluto, l’avrebbe buttato via senza scuotere

Ma ogni atto ha una scusa.

Il profeta ci ha dato il miglior esempio di tentativo quando ha deciso di migrare dalla Mecca a Medina. Il profeta insegnò ai fedeli che il piano studiato avrebbe sicuramente funzionato bene.

Il Profeta preparò i mezzi di trasporto, scelse il fedele compagno, decise il luogo e il tempo per inasprire il viaggio. Sono partiti dalla casa di Abu Bakr e hanno scelto un professionista per guidarli. Ciò significa che il Profeta scelse sulla base della meritocrazia, nonostante le diverse ideologie e dogmi.

Il profeta ordinò ad Amr ibn Fujairah di seguirli per coprire le loro tracce, nonostante fosse sicuro che Allah proteggesse lui e il suo compagno. Ma Il Profeta voleva insegnarci a cercare le cause e a sfruttarne i mezzi.

Dico questo e  imploro il perdono di Allah per me e  per voi.

La gloria appartiene pienamente ad Allah. Attesto che non esiste altro Dio che Allah. E testimonio che Mohammad è il suo servitore e il suo messaggero. Pace e benedizioni di Allah su di lui, sui suoi familiari, sui suoi compagni e sui tutti coloro che seguono fedelmente il suo percorso fino al giorno del Giudizio.

I miei fratelli nell’Islam,

L’uso dei mezzi non si oppone affatto al fatto che l’uomo si affida ad Allah, perché quando si conosce il significato di “Faccio affidamento su Allah”, si faranno ancora più sforzi per impoverire i mezzi. L’uomo non può fare altro che provare, e il risultato lo lascia sempre ad Allah. Egli sottolinea nel Corano: “Desideriamo solo te e chiediamo solo il tuo aiuto”.

Il Profeta sottolinea, per spiegarci il suo concetto di base (taawakul), in modo pratico, “se fai veramente affidamento su Allah, allora ti darà le sue grazie, come fa con gli uccelli, che hanno fame ,volano e poi ritornano con cibo offertogli da Allah.

Gli uccelli non possono né creare né assicurare il loro cibo, ma ci provano e Allah li dà per sua grazia. Questo è un elemento innato in loro e lo applicano praticamente ogni giorno.

Il Profeta (Pbsl) insegnò ai suoi compagni il concetto di “tau’akul” e l’esaurimento di tutti i mezzi. Non stiamo esagerando quando diciamo che quando non ci sforziamo e non sfruttiamo i mezzi per fare progresso e sviluppo, per noi e i nostri figli, saremo peccatori.

La nostra religione è la religione della conoscenza, della cultura. È la religione che vuole il bene per tutta l’umanità

A questo punto troviamo utile menzionare che quando una persona chiese al Profeta: “Lascia che il mio cammello vada via e faccia affidamento su Allah? O devo  legarlo e fare affidamento su Allah? “, Egli rispose:” devi legarlo e fare affidamento su Allah “. Legare il cammello non è altro che una causa usata dall’uomo, ma Allah è sempre il Protettore.

Mio Dio, guidaci a lavorare a beneficio della nostra religione, della nostra patria e del nostro popolo. Fa progressi nei nostri paesi e in tutti i paesi del mondo.

La protezione degli interessi e degli affari pubblici

Lode ad Allah, Signore dell’Universo, che dice nel Nobile Corano:”Aiutatevi l’un l’altro in carità e pietà e non sostenetevi nel peccato e nella trasgressione. Temete Allah, Egli è severo nel castigo.” Rendo testimonianza che non esiste divinità oltre Allah, l’Uno senza alcun associato, e che il nostro Maestro e Profeta Mohammad è il Suo servitore e messaggero . O Allah, concedi la tua pace e benedizioni a lui, alla sua famiglia, ai suoi compagni e a coloro che li seguono con rettitudine fino all’Ultimo GiornoSeguitando in merito,

l’Islam fece costruire un vera Umma, cioe’nazione, con forti basi e pilastri, invitando la gente a proteggerla e diffenderla. Inoltre, l’Islam fece della protezione dell’interesse pubblico una responsabilita’ comune e condivisa da tutti gli individui dell’Umma.

Quando la consapevolezza si cresce tra i cittadini della nazione verso il valore e l’importanza dell’interesse pubblico, si rafforzano i principi della collaborazione e della solidarieta’ per proteggerlo e cosi’ la societa’ s’unisce come un intero e unico corpo. Di questo, il Profeta(Pbsl) dice:”Vedi i credenti per quanto riguarda il loro essere, misericordiosi tra loro e mostrano amore tra loro ed sono gentili, assomigliando a un solo corpo, in modo che, se qualsiasi parte del corpo non sta bene, l’intero corpo condivide l’insonnia e la febbre. “

Indubbiamente, uno degli elementi più importanti per preservare gli affari pubblici è quello di dare priorita’ all’ampio interesse pubblico a beneficio di tutte le persone rispetto agli stretti interessi privati ​​a vantaggio di pochi individui, al fine di salvare l’anima umana dai mali dell’egoismo, perche’ l’interesse pubblico comprende tutto quello che da’ una vita alla società nel suo insieme, materialmente e moralmente, portando il bene e il beneficio alle persone e le protegge dal male, cio’ che realizza, anche, la protezzione della nazione, la stabilità e l’integrità territoriale e senza dubbio per raggiungere il bene della nazione e l’intera società. Tutto questo rappresenta delle priorita’.

Il Nobile Corano afferma l’importanza della protezione dell’interesse pubblico rispetto all’interesse privato e questo era il metodo dei profeti e messaggeri. Allah, l’Onnipotente, inviava i profeti per il benificio delle proprie comunita’ e per realizzare il bene a tutta la gente senza aspettare una ricompensa materiale o morale. Di questo disse Allah sulla lingua del Profeta Noe’       (che la pace di Allah sia su di lui):”O popol mio, non vi chiedo alcun compenso. La mia ricompensa è in Allah. Non posso scacciare quelli che hanno creduto e che incontreranno il loro Signore. Vedo che siete veramente un popolo di ignoranti.”

Allah disse anche sulla lingua di uno dei profeti :”O popol mio, non vi domando nessuna ricompensa, essa spetta a Colui Che mi ha creato. Non capirete dunque?”

La legge religiosa, cioe’ Sharia,venne in accordo con la mente, e commisurata ad essa, e incoraggiando le persone a fare delle cose che potrebbero realizzare l’interesse pubblico a tutti i cittadini del paese, tra cui ricordiamo: Soddisfare i bisogni necessari della società e tenere conto della giurisprudenza della realtà, se l’esigenza per la società e’ di costruire ospedali e attrezzarli per prendersi cura dei poveri, quindi e’ una periorita’. E se c’e’ esigenza per costruire delle scuole, degli instituti, fare le manutenzioni, le attrezzature, sostenere gli studenti e curarli, quindi e’ una priorita’. La priorità per questo, sebbene vi sia un urgente bisogno di facilitare il matrimonio insolvente e il pagamento del debito per i debitori, alleviare l’indebitamento dei debitori, la priorità per questo, l’eliminazione dei bisogni delle persone e soddisfare i requisiti della loro vita di doveri legittimi e nazionali, dice il Profeta(Pbsl):”Non ha fede quello che dorme con lo stomaco pieno, mentre sa che il suo vicino ha fame.” Tra cui, anche, ricordiamo: la conservazione del patrimonio pubblico, condiviso da tutti i cittadini, e la santità del patrimonio pubblico più della santità del patrimonio privato; a causa dei molti diritti ad esso correlati e della molteplicità dei conti a lui spettanti, e quindi messo in guardia l’Islam da danni, furti o danni ad esso, di questo Allah, l’Altissimo,dice:” L’inganno non s’addice a un Profeta. Chi inganna porterà seco il suo inganno nel Giorno della Resurrezione, e ogni anima sarà ripagata per quello che avrà meritato. Nessuno sarà frodato }, il patrimonio pubblico appartiene a tutte le persone, e non a certe persone. I responsabili della gestione di tal patrimonio devono essere sinceri e onest.Nessuno ha il diritto di trasgredire quel patrimonio pubblico, perche’ questo si considera tradimento e ingiustizia nei confronti di tutta la gente.
L’Islam ha anche ordinato la conservazione di servizi pubblici, come case di culto, scuole, ospedali, giardini, ecc., Poiché appartengono a tutti, a beneficio di tutti, e ha avvertito la gente di fare abusi, sprechi o bottino contro di essi. Di questo dice Allah, l’Onnipotente:”Non spargete la corruzione sulla terra, dopo che è stata resa prospera. InvocateLo con timore e desiderio. La misericordia di Allah è vicina a quelli che fanno il bene); tutto questo indica che non e’ consentito a qualsiasi persona di usufruire il patrimonio pubblico a suo modo inappropriato,sostenendo di avere un diritto comune in esso, e questo è un malinteso!
Dobbiamo preservare, proteggere e sviluppare i servizi pubblici, perché non e’ una proprieta’ privata, e non appartiene a uno specifico gruppo in un determinato momento; ma e’ una proprieta’ comune per noi e per la prossima generazione. E ci sono diritti da conservare per quesi servizi pubblici, come la conservazione del diritto delle vie, e di questo disse il Profeta:”Evitare di sedervi nelle vie” La gente allora disse: “O messaggero di Allah: non possiamo fare a meno di quei luoghi di incontro in cui conversiamo”. Quindi disse: “Beh, se dovete farlo, quindi dovete conversare alle vie i propri diritti.” “Chiesero:” Quali sono i diritti dovuti delle vie? “Rispose:” Abbassare lo sguardo, astenersi da qualsiasi cosa offensiva, restituire saluti, ingiungere il diritto (Ma’ruf) e vietare le azioni malvagie.”Il Messaggero di Allah (Pbsl) disse, anche,: “la fede ha sessanta rami dispari o settanta dispari. La più alta di tutte queste è la testimonianza di Fede:” Non esiste un vero dio tranne Allah) mentre il minimo è la rimozione di oggetti dannosi dalla via”. E la timidezza è un ramo della fede “.Tra cui: Lo svolgimento del servizio nazionale, che è uno degli impegni più importanti svolti dall’uomo nei confronti della sua religione e patria, che è la prova della sua lealtà nei confronti del suo paese e della sincerità di appartenenza ad esso e di amarlo. La patria e l’onore hanno la stessa posizione e valore per il verso musulmano come la propria anima, la religione, le proprieta’ e i patrimoni. Tale servizio semina nell’anima tutti i segnificati della nobilta’ e precetti previsti dalla nostra religione. Di questo dice il Profeta(Pbsl):” Occhi non saranno toccati dal Fuoco; Occhi che piangono dal timore di Allah e occhi che  custodiscono la gente per amore di Allah”.È nell’interesse pubblico, anche, osservare – per motivi di affari pubblici – i trattati tra lo Stato e altri Stati, organizzazioni o istituzioni estere: qualsiasi atto religioso, intelletuale o legale deve essere istituzionale emesso dai responsabili o i loro rappresentanti.Chiunque parli di tali questioni dovrebbe prendere in considerazione tutte le circostanze sociali, nazionali e internazionali relative a ciò di cui sta parlando, in modo che non vengano emesse alcune opinioni individuali affrettate e fatwa negli affari pubblici, in un modo che si scontra con la realtà o si scontra con le leggi, trattati e convenzioni internazionali

Allah, l’Onnipotente, dice:” O voi che credete, rispettate gli impegni”. Questo verso in generale, include tutti i contratti, le alleanze e gli obblighi commessi dall’uomo con gli altri, e il nostro Profeta (Pbsl) ordina i musulmani di rispettare gli impegni e le promesse tranne quei che violano gli ordini di Allah.

Il Profeta(Pbsl) ci da’ un bell’esempio nel rispetto dei trattati, se anche con i miscredenti, come fece nel trattato di Hudayba quando fece restituire uno dei compagni a Quraish per non violare il trattato.

Parlare degli affari pubblici – senza consapevolezza o comprensione – potrebbe condurre a tanti pericoli nella struttura dello stato e nel suo interno, perche’ fa di essi un materiale del sacrasmo e per questo Allah c’ordina di consultare quelli che sanno e hanno delle informazioni attendibili. E di questo Allah dice:” Se giunge loro una notizia, motivo di sicurezza o di allarme, la divulgano. Se la riferissero al Messaggero o a coloro che hanno l’autorità, certamente la comprenderebbero coloro che hanno la capacità di farlo. Se non fosse stato per la grazia di Allah che è su di voi e per la Sua misericordia, certamente avreste seguito Satana, eccetto una piccola parte di voi.”

Dico questo e chiedo il perdono di Allah, per me e per voi.

***

Lode ad Allah, Signore dei mondi, testimonio che non c’e’ Dio che Allah, L’Unico, e testimonio che il nostro Maestro e Profeta Mohammad e’ il suo Servitore e Messagero, Pace e benedizioni di Allah su di Lui e sulla sua famiglia e sui suoi compagni e su tutti che li seguino con carita’ fino al giorno del Giudizio Universale.

Fratelli e sorelle nell’Islam

Il concetto di affari pubblici va oltre gli interessi limitati dell’individuo alle preoccupazioni delle masse, per questo motivo l’amministrazione degli affari pubblici non e’ comune, il fatto che implica che ci cono delle persone autorizzate a dirigerli, come i responsabili della sicurezza nazionale, e altri che dirigono gli affari sociali e politici, istituzionali e scientifici.
e Si dice che se il diligente nel suo campo di competenza ha torto, ha una ricompensa e se si sforza di fare del meglio avra’ due ricompense. Questo vuole dire che se una persona non ha delle comptenze e cerca di emettere delle fatwa o giudizi riguardanti gli affari pubblici, e questi sono errati, commette un grande peccato. Di questo Allah dice:” se avete bisogno degli informazioni, dovete chiederle alle persone ben informate.” Cioe’ gli studiosi, i funzionari o i competenti, ciascuno nel proprio specifico campo.

Quindi, e’ proibito emettere una fatwa senza precedente conoscenza. Di questo Allah dice:”  Chi è più ingiusto di colui che inventa menzogne contro Allah o smentisce i segni Suoi? In verità gli ingiusti non prospereranno.”

Allah dice anche:” Non proferite dunque stravaganti invenzioni delle vostre lingue dicendo: “Questo è lecito e questo illecito” e mentendo contro Allah. Coloro che inventano menzogne contro Allah non avranno alcun successo,avranno godimento effimero e poi un castigo doloroso.

Il nostro Profeta(Pbsl):disse: “Se a qualcuno viene data una decisione legale ignorante, il peccato sara’ a carico di colui che l’ha data.”

I grandi compagni e seguaci (che Allah sia contento di loro) erano imbarazzati dall’emissione della fatwa, conoscendo la sua serietà; ecco Abu Bakr (che Allah sia contento di lui), dice: come potrei vivere in terra o sotto il cielo di Allah, se dico qualcosa che non esiste nel libro di Allah.”

Per questo motivi, i compagni e i seguaci non emittevano delle fatwa senza precedente conoscenza. Anche gli angeli dicono nel Nobile Corano:”  Essi dissero: “Gloria a Te. Non conosciamo se non quello che Tu ci hai insegnato: in verità Tu sei il Saggio, il Sapiente”, per non dire qualcosa sfondata.
Ha detto Abdul Rahman bin Abi Laila: ho vissuto tra cento venti dei sostenitori del Profeta, nessuno di loro emitteva una fatwa senza consultare gli altri.”
La protezione dell’interesse pubblico e’ una responsabilita’ comune, ciascuno nel proprio posto e campo,in base alla sua comptenza. E di questo il Profeta (Pbsl) disse:”Tutti voi siete responsabili dei vostri sudditi. Il sovrano è un guardiano dei suoi sudditi, l’uomo è un guardiano della sua famiglia, la donna è una guardiana ed è responsabile della casa del marito e la sua progenie; e così tutti voi siete responsabili dei vostri sudditi.

Molte persone possono sottovalutare ciò che parlano, ciò che scrivono o ciò che condividono sulle pagine dei social media, e alcune persone possono persino vederlo come una forma di intrattenimento e non si rendono conto che questo e’ una  demolizione usata dalle persone della menzogna nel loro conflitto con le persone della verità,e cosi vediamo la nazione di un corpo interrogarsi e tradirsi a vicenda;Pertanto, il Profeta (Pbsl) dice:”È sufficiente che un uomo mentisca con tutto ciò che ha ascoltato.”Se una persona parla con ogni sorta di bugie, viene punita severamente nell’Aldilà. Quante parole false raggiungono gli orizzonti, quindi causeranno il tormento del suo proprietario nel Giorno della Resurrezione.Il Profeta(Pbsl) disse: “Un servitore (di Allah) può pronunciare una parola che piace ad Allah senza dargli molta importanza, e per questo Allah lo porterà a gradi (di ricompensa): un servitore (di Allah) può pronunciare una parola (incautamente) che dispiace ad Allah senza pensare alla sua gravità e per questo verrà gettato nell’Inferno-Fuoco “Ciò richiede cautela e prudenza, e non entrare in ciò che non conosciamo o fatwa senza conoscenza.Allah,l’Onnipotente, c’ha ordinato di verificare, di non essere guidati dietro i sabotatori, di controllare tutte le notizie che ci arrivano.Allah dice:”O credenti, se un malvagio vi reca una notizia, verificatela, affinché non portiate, per disinformazione, pregiudizio a qualcuno e abbiate poi a pentirvi di quel che avrete fatto.”
Il Profeta (Pbsl) disse: La deliberatezza viene da Allah e la fretta viene dallo Ash-shaitan cioe’ dal diavolo”

 Ciò di cui abbiamo bisogno per essere consapevoli del valore degli affari pubblici, della prevalenza dell’interesse pubblico e della percezione dei pericoli che sono intessuti intorno a noi, e vogliono farci scivolare dentro come gli altri, dobbiamo prendere delle lezioni dei disasteri degli altri  e fare i nemici della religione e della nazione perdere tale opportunita’, e dimostrarci uniti, per non cadere nelle macchinazioni dei nostri nemici. Dobbiamo diffondere la fiducia tra noi e cooperare su ogni bene che riguarda tutte le persone.

O,Allah, aiutaci a rispettare i diritti della nostra patria e salvare il nostro popolo, i governatori dei nostri affari, il nostro esercito e la nostra polizia, e rendere il nostro caro Egitto sicuro, generoso, prospero e il resto dei mondi.

La protezione degli interessi e degli affari pubblici

Lode ad Allah, Signore dell’Universo, che dice nel Nobile Corano:”Aiutatevi l’un l’altro in carità e pietà e non sostenetevi nel peccato e nella trasgressione. Temete Allah, Egli è severo nel castigo.” Rendo testimonianza che non esiste divinità oltre Allah, l’Uno senza alcun associato, e che il nostro Maestro e Profeta Mohammad è il Suo servitore e messaggero . O Allah, concedi la tua pace e benedizioni a lui, alla sua famiglia, ai suoi compagni e a coloro che li seguono con rettitudine fino all’Ultimo GiornoSeguitando in merito,

l’Islam fece costruire un vera Umma, cioe’nazione, con forti basi e pilastri, invitando la gente a proteggerla e diffenderla. Inoltre, l’Islam fece della protezione dell’interesse pubblico una responsabilita’ comune e condivisa da tutti gli individui dell’Umma.

Quando la consapevolezza si cresce tra i cittadini della nazione verso il valore e l’importanza dell’interesse pubblico, si rafforzano i principi della collaborazione e della solidarieta’ per proteggerlo e cosi’ la societa’ s’unisce come un intero e unico corpo. Di questo, il Profeta(Pbsl) dice:”Vedi i credenti per quanto riguarda il loro essere, misericordiosi tra loro e mostrano amore tra loro ed sono gentili, assomigliando a un solo corpo, in modo che, se qualsiasi parte del corpo non sta bene, l’intero corpo condivide l’insonnia e la febbre. “

Indubbiamente, uno degli elementi più importanti per preservare gli affari pubblici è quello di dare priorita’ all’ampio interesse pubblico a beneficio di tutte le persone rispetto agli stretti interessi privati ​​a vantaggio di pochi individui, al fine di salvare l’anima umana dai mali dell’egoismo, perche’ l’interesse pubblico comprende tutto quello che da’ una vita alla società nel suo insieme, materialmente e moralmente, portando il bene e il beneficio alle persone e le protegge dal male, cio’ che realizza, anche, la protezzione della nazione, la stabilità e l’integrità territoriale e senza dubbio per raggiungere il bene della nazione e l’intera società. Tutto questo rappresenta delle priorita’.

Il Nobile Corano afferma l’importanza della protezione dell’interesse pubblico rispetto all’interesse privato e questo era il metodo dei profeti e messaggeri. Allah, l’Onnipotente, inviava i profeti per il benificio delle proprie comunita’ e per realizzare il bene a tutta la gente senza aspettare una ricompensa materiale o morale. Di questo disse Allah sulla lingua del Profeta Noe’       (che la pace di Allah sia su di lui):”O popol mio, non vi chiedo alcun compenso. La mia ricompensa è in Allah. Non posso scacciare quelli che hanno creduto e che incontreranno il loro Signore. Vedo che siete veramente un popolo di ignoranti.”

Allah disse anche sulla lingua di uno dei profeti :”O popol mio, non vi domando nessuna ricompensa, essa spetta a Colui Che mi ha creato. Non capirete dunque?”

La legge religiosa, cioe’ Sharia,venne in accordo con la mente, e commisurata ad essa, e incoraggiando le persone a fare delle cose che potrebbero realizzare l’interesse pubblico a tutti i cittadini del paese, tra cui ricordiamo: Soddisfare i bisogni necessari della società e tenere conto della giurisprudenza della realtà, se l’esigenza per la società e’ di costruire ospedali e attrezzarli per prendersi cura dei poveri, quindi e’ una periorita’. E se c’e’ esigenza per costruire delle scuole, degli instituti, fare le manutenzioni, le attrezzature, sostenere gli studenti e curarli, quindi e’ una priorita’. La priorità per questo, sebbene vi sia un urgente bisogno di facilitare il matrimonio insolvente e il pagamento del debito per i debitori, alleviare l’indebitamento dei debitori, la priorità per questo, l’eliminazione dei bisogni delle persone e soddisfare i requisiti della loro vita di doveri legittimi e nazionali, dice il Profeta(Pbsl):”Non ha fede quello che dorme con lo stomaco pieno, mentre sa che il suo vicino ha fame.” Tra cui, anche, ricordiamo: la conservazione del patrimonio pubblico, condiviso da tutti i cittadini, e la santità del patrimonio pubblico più della santità del patrimonio privato; a causa dei molti diritti ad esso correlati e della molteplicità dei conti a lui spettanti, e quindi messo in guardia l’Islam da danni, furti o danni ad esso, di questo Allah, l’Altissimo,dice:” L’inganno non s’addice a un Profeta. Chi inganna porterà seco il suo inganno nel Giorno della Resurrezione, e ogni anima sarà ripagata per quello che avrà meritato. Nessuno sarà frodato }, il patrimonio pubblico appartiene a tutte le persone, e non a certe persone. I responsabili della gestione di tal patrimonio devono essere sinceri e onest.Nessuno ha il diritto di trasgredire quel patrimonio pubblico, perche’ questo si considera tradimento e ingiustizia nei confronti di tutta la gente.
L’Islam ha anche ordinato la conservazione di servizi pubblici, come case di culto, scuole, ospedali, giardini, ecc., Poiché appartengono a tutti, a beneficio di tutti, e ha avvertito la gente di fare abusi, sprechi o bottino contro di essi. Di questo dice Allah, l’Onnipotente:”Non spargete la corruzione sulla terra, dopo che è stata resa prospera. InvocateLo con timore e desiderio. La misericordia di Allah è vicina a quelli che fanno il bene); tutto questo indica che non e’ consentito a qualsiasi persona di usufruire il patrimonio pubblico a suo modo inappropriato,sostenendo di avere un diritto comune in esso, e questo è un malinteso!
Dobbiamo preservare, proteggere e sviluppare i servizi pubblici, perché non e’ una proprieta’ privata, e non appartiene a uno specifico gruppo in un determinato momento; ma e’ una proprieta’ comune per noi e per la prossima generazione. E ci sono diritti da conservare per quesi servizi pubblici, come la conservazione del diritto delle vie, e di questo disse il Profeta:”Evitare di sedervi nelle vie” La gente allora disse: “O messaggero di Allah: non possiamo fare a meno di quei luoghi di incontro in cui conversiamo”. Quindi disse: “Beh, se dovete farlo, quindi dovete conversare alle vie i propri diritti.” “Chiesero:” Quali sono i diritti dovuti delle vie? “Rispose:” Abbassare lo sguardo, astenersi da qualsiasi cosa offensiva, restituire saluti, ingiungere il diritto (Ma’ruf) e vietare le azioni malvagie.”Il Messaggero di Allah (Pbsl) disse, anche,: “la fede ha sessanta rami dispari o settanta dispari. La più alta di tutte queste è la testimonianza di Fede:” Non esiste un vero dio tranne Allah) mentre il minimo è la rimozione di oggetti dannosi dalla via”. E la timidezza è un ramo della fede “.Tra cui: Lo svolgimento del servizio nazionale, che è uno degli impegni più importanti svolti dall’uomo nei confronti della sua religione e patria, che è la prova della sua lealtà nei confronti del suo paese e della sincerità di appartenenza ad esso e di amarlo. La patria e l’onore hanno la stessa posizione e valore per il verso musulmano come la propria anima, la religione, le proprieta’ e i patrimoni. Tale servizio semina nell’anima tutti i segnificati della nobilta’ e precetti previsti dalla nostra religione. Di questo dice il Profeta(Pbsl):” Occhi non saranno toccati dal Fuoco; Occhi che piangono dal timore di Allah e occhi che  custodiscono la gente per amore di Allah”.È nell’interesse pubblico, anche, osservare – per motivi di affari pubblici – i trattati tra lo Stato e altri Stati, organizzazioni o istituzioni estere: qualsiasi atto religioso, intelletuale o legale deve essere istituzionale emesso dai responsabili o i loro rappresentanti.Chiunque parli di tali questioni dovrebbe prendere in considerazione tutte le circostanze sociali, nazionali e internazionali relative a ciò di cui sta parlando, in modo che non vengano emesse alcune opinioni individuali affrettate e fatwa negli affari pubblici, in un modo che si scontra con la realtà o si scontra con le leggi, trattati e convenzioni internazionali

Allah, l’Onnipotente, dice:” O voi che credete, rispettate gli impegni”. Questo verso in generale, include tutti i contratti, le alleanze e gli obblighi commessi dall’uomo con gli altri, e il nostro Profeta (Pbsl) ordina i musulmani di rispettare gli impegni e le promesse tranne quei che violano gli ordini di Allah.

Il Profeta(Pbsl) ci da’ un bell’esempio nel rispetto dei trattati, se anche con i miscredenti, come fece nel trattato di Hudayba quando fece restituire uno dei compagni a Quraish per non violare il trattato.

Parlare degli affari pubblici – senza consapevolezza o comprensione – potrebbe condurre a tanti pericoli nella struttura dello stato e nel suo interno, perche’ fa di essi un materiale del sacrasmo e per questo Allah c’ordina di consultare quelli che sanno e hanno delle informazioni attendibili. E di questo Allah dice:” Se giunge loro una notizia, motivo di sicurezza o di allarme, la divulgano. Se la riferissero al Messaggero o a coloro che hanno l’autorità, certamente la comprenderebbero coloro che hanno la capacità di farlo. Se non fosse stato per la grazia di Allah che è su di voi e per la Sua misericordia, certamente avreste seguito Satana, eccetto una piccola parte di voi.”

Dico questo e chiedo il perdono di Allah, per me e per voi.

***

Lode ad Allah, Signore dei mondi, testimonio che non c’e’ Dio che Allah, L’Unico, e testimonio che il nostro Maestro e Profeta Mohammad e’ il suo Servitore e Messagero, Pace e benedizioni di Allah su di Lui e sulla sua famiglia e sui suoi compagni e su tutti che li seguino con carita’ fino al giorno del Giudizio Universale.

Fratelli e sorelle nell’Islam

Il concetto di affari pubblici va oltre gli interessi limitati dell’individuo alle preoccupazioni delle masse, per questo motivo l’amministrazione degli affari pubblici non e’ comune, il fatto che implica che ci cono delle persone autorizzate a dirigerli, come i responsabili della sicurezza nazionale, e altri che dirigono gli affari sociali e politici, istituzionali e scientifici.
e Si dice che se il diligente nel suo campo di competenza ha torto, ha una ricompensa e se si sforza di fare del meglio avra’ due ricompense. Questo vuole dire che se una persona non ha delle comptenze e cerca di emettere delle fatwa o giudizi riguardanti gli affari pubblici, e questi sono errati, commette un grande peccato. Di questo Allah dice:” se avete bisogno degli informazioni, dovete chiederle alle persone ben informate.” Cioe’ gli studiosi, i funzionari o i competenti, ciascuno nel proprio specifico campo.

Quindi, e’ proibito emettere una fatwa senza precedente conoscenza. Di questo Allah dice:”  Chi è più ingiusto di colui che inventa menzogne contro Allah o smentisce i segni Suoi? In verità gli ingiusti non prospereranno.”

Allah dice anche:” Non proferite dunque stravaganti invenzioni delle vostre lingue dicendo: “Questo è lecito e questo illecito” e mentendo contro Allah. Coloro che inventano menzogne contro Allah non avranno alcun successo,avranno godimento effimero e poi un castigo doloroso.

Il nostro Profeta(Pbsl):disse: “Se a qualcuno viene data una decisione legale ignorante, il peccato sara’ a carico di colui che l’ha data.”

I grandi compagni e seguaci (che Allah sia contento di loro) erano imbarazzati dall’emissione della fatwa, conoscendo la sua serietà; ecco Abu Bakr (che Allah sia contento di lui), dice: come potrei vivere in terra o sotto il cielo di Allah, se dico qualcosa che non esiste nel libro di Allah.”

Per questo motivi, i compagni e i seguaci non emittevano delle fatwa senza precedente conoscenza. Anche gli angeli dicono nel Nobile Corano:”  Essi dissero: “Gloria a Te. Non conosciamo se non quello che Tu ci hai insegnato: in verità Tu sei il Saggio, il Sapiente”, per non dire qualcosa sfondata.
Ha detto Abdul Rahman bin Abi Laila: ho vissuto tra cento venti dei sostenitori del Profeta, nessuno di loro emitteva una fatwa senza consultare gli altri.”
La protezione dell’interesse pubblico e’ una responsabilita’ comune, ciascuno nel proprio posto e campo,in base alla sua comptenza. E di questo il Profeta (Pbsl) disse:”Tutti voi siete responsabili dei vostri sudditi. Il sovrano è un guardiano dei suoi sudditi, l’uomo è un guardiano della sua famiglia, la donna è una guardiana ed è responsabile della casa del marito e la sua progenie; e così tutti voi siete responsabili dei vostri sudditi.

Molte persone possono sottovalutare ciò che parlano, ciò che scrivono o ciò che condividono sulle pagine dei social media, e alcune persone possono persino vederlo come una forma di intrattenimento e non si rendono conto che questo e’ una  demolizione usata dalle persone della menzogna nel loro conflitto con le persone della verità,e cosi vediamo la nazione di un corpo interrogarsi e tradirsi a vicenda;Pertanto, il Profeta (Pbsl) dice:”È sufficiente che un uomo mentisca con tutto ciò che ha ascoltato.”Se una persona parla con ogni sorta di bugie, viene punita severamente nell’Aldilà. Quante parole false raggiungono gli orizzonti, quindi causeranno il tormento del suo proprietario nel Giorno della Resurrezione.Il Profeta(Pbsl) disse: “Un servitore (di Allah) può pronunciare una parola che piace ad Allah senza dargli molta importanza, e per questo Allah lo porterà a gradi (di ricompensa): un servitore (di Allah) può pronunciare una parola (incautamente) che dispiace ad Allah senza pensare alla sua gravità e per questo verrà gettato nell’Inferno-Fuoco “Ciò richiede cautela e prudenza, e non entrare in ciò che non conosciamo o fatwa senza conoscenza.Allah,l’Onnipotente, c’ha ordinato di verificare, di non essere guidati dietro i sabotatori, di controllare tutte le notizie che ci arrivano.Allah dice:”O credenti, se un malvagio vi reca una notizia, verificatela, affinché non portiate, per disinformazione, pregiudizio a qualcuno e abbiate poi a pentirvi di quel che avrete fatto.”
Il Profeta (Pbsl) disse: La deliberatezza viene da Allah e la fretta viene dallo Ash-shaitan cioe’ dal diavolo”

 Ciò di cui abbiamo bisogno per essere consapevoli del valore degli affari pubblici, della prevalenza dell’interesse pubblico e della percezione dei pericoli che sono intessuti intorno a noi, e vogliono farci scivolare dentro come gli altri, dobbiamo prendere delle lezioni dei disasteri degli altri  e fare i nemici della religione e della nazione perdere tale opportunita’, e dimostrarci uniti, per non cadere nelle macchinazioni dei nostri nemici. Dobbiamo diffondere la fiducia tra noi e cooperare su ogni bene che riguarda tutte le persone.

O,Allah, aiutaci a rispettare i diritti della nostra patria e salvare il nostro popolo, i governatori dei nostri affari, il nostro esercito e la nostra polizia, e rendere il nostro caro Egitto sicuro, generoso, prospero e il resto dei mondi.

L’Islam: lavoro e comportamento “Esempi delle vite dei seguaci ”

Lode ad Allah, Signore dei mondi, che disse nel suo Nobile Corano:” Coloro che verranno dopo di loro diranno: “Signore, perdona noi e i nostri fratelli che ci hanno preceduto nella fede, e non porre nei nostri cuori alcun rancore verso i credenti. Signor nostro, Tu sei dolce e misericordioso”

Rendo testimonianza che non esiste divinità oltre Allah, l’Uno senza alcun associato, e che il nostro Maestro e Profeta Mohammad è il Suo servitore e messaggero. O Allah, concedi la tua pace e benedizioni a lui, alla sua famiglia, ai suoi compagni e a coloro che li seguono con rettitudine fino all’Ultimo GiornoSeguitando in merito,Allah, Gloria a Lui, sceglie tra i Suoi servi ciò chi lavorano per la Sua religione e sono fedeli a Lui e al Suo messaggio. Il Profeta (Psbl) informa che i migliori di questa comunità sono i suoi compagni (che Allah sia contento di loro), e i seguaci di questi compagni. Secondo Abdullah Ibn Massoud (che Allah sia contento di lui), il Profeta (Pbsl) disse:”La migliore generazione dei compagni è mia, poi la prossima e poi la prossima”.Questi compagni, élite, chiamati “buoni”, sono portatori di scienza, da cui dissipano la deviazione degli estremisti, l’innovazione delle persone dai falsi e l’interpretazione errata degli ignoranti. Allah, Gloria a Lui, li ha resi omaggio ai Compagni del Profeta (Pbsl), qualificandoli come benefattori e accettandoli. Preparò per loro i giardini sotto i quali scorrono fiumi dicendo: “Allah Si è compiaciuto dell’avanguardia degli Emigrati e degli Ausiliari e di coloro che li hanno seguiti fedelmente, ed essi sono compiaciuti di Lui. Per loro ha preparato Giardini in cui scorrono i ruscelli dove rimarranno in perpetuo. Questo è il successo immenso.”

Quei seguaci furono i più vicini all’era del Profeta (Pbsl), furono la seconda generazione dopo quella dei compagni del Profeta, dopo di loro arrivo’ la prossima generazione dei seguaci (che Allah si compiaccia di loro). A questo proposito, affermo’ l’Imam Al Bosseiri: furono tutti ispirati dal Messaggero di Allah

Abbondante irrigazione del mare o una leggera pioggia. Quanti seguaci avevano accompagnato i Compagni (che Allah sia contento di loro) da loro avevano imparato la scienza. I compagni testimoniarono il loro favore sia della grazia che della conoscenza.La testimonianza di Ibn Omar (che Allah sia contento di lui) a favore di Said Ibn Al Mossayeb (che Allah sia soddisfatto di lui) è citata a questo proposito:”Giuro su Allah che è uno dei Mufti(giuristi islamici), dicendo anche:”Chiedete a Said Ibn Al Mossayeb, ha accompagnato i virtuosi. Ha detto che ha dato fatwa in presenza dei compagni.”Alla Mecca, ‘Attaa Ibn Abu Rabbah condosse sessioni di fatwa dopo la morte dello studioso della comunità Abdullah Ibn Abbas (che Allah sia contento di lui e di suo padre). Quando Abdullah Ibn Omar(che Allah sia contento di lui e di suo padre) venne alla Mecca, la gente lo interrogò, disse loro: O Meccani, voi mi preparate le domande mentre c’e’ in mezzo a voi Attaa Ibn Abu Rabbah?Quanti seguaci furono resi noti dall’amore che portarono al Profeta (Pbsl). Al Hassan Al Bassri, quando recitò l’Hadith relativo alla storia della nostalgia del tronco dell’albero per il Profeta (Pbsl), disse:” O servi di Allah! Il tronco dell’albero è nostalgico per il Profeta (Pbsl), a priori, dovete essere più appassionati per lui. L’Imam Malek è stato interrogato: quando hai saputo di Abu Ayoub As-Sechtiani? Ha risposto: ha fatto due volte il pellegrinaggio due volte senza ascoltarlo, l’ho appena guardato.”

Ma quando fu menzionato il nome del Profeta (Pbsl), pianse finché non provai pietà per lui. A causa della loro stima per il Profeta (Pbsl), riportarono i suoi Hadith solo a un buon ritmo e con un aspetto migliore. I loro seguaci furono così formati. Abu Salmah Al Khozai (che Allah sia contento di lui) disse: Quando Malek Ibn Anas voleva uscire per recitare gli hadith, compiva abluzioni quanto quelle per la preghiera. Indossava i suoi abiti migliori, si pettinava la barba. Lo abbiamo chiesto su questo argomento, disse: Con questo atteggiamento rendo omaggio all’Haddith del Messaggero di Allah (Pbsl).

Ce ne sono alcuni che il Profeta (Pbsl) chiamò uomini buoni come Oweis Al Qarni che era molto grato a sua madre. Il Profeta (Pbsl) lo ha evocato ai suoi Compagni come un uomo le cui evocazioni ricevono risposta. Secondo Omar Ibn Al Khattab (che Allah sia contento di lui): ho sentito il Profeta (Pbsl) dire: “Tra i migliori seguaci ci sarà un uomo di nome Oweis, vive con suo madre. Ha la pelle bianca. Comandagli di invitare Allah a perdonarti.”

Quando gli yemeniti arrivarono a Omar, lo stava cercando tra loro. Quando lo incontrò, gli chiese di perdonarlo. Oweis disse a Omar: Sei tu che dovresti piuttosto invocare perdono a mio favore; sei il Compagno del Messaggero di Allah (Pbsl). Omar ha insistito sul fatto che Oweis chiedesse perdono a suo favore.

È grazie ai compagni del Messaggero di Allah (Pbsl), I seguaci impararono il vero Islam. Imam Al Hassan Al Bassri (che la pace di Alla sia sulla sua anima), uno dei grandi seguaci, quando gli fu chiesto: Sei un credente? Rispose: Esistono due tipi di fede: se mi chiedi di credere in Allah, i suoi angeli, i suoi libri, i suoi messaggeri, in paradiso, la risurrezione e il Giudizio Finale, io sono credente. Se mi fai la domanda sul detto di Allah, Gloria a Lui”I veri credenti sono quelli il cui cuore trema quando si menziona Allah. E quando i Suoi versi vengono recitati per loro, aumenta la loro fede. E ripongono la loro fiducia nel loro Signore. Coloro che eseguono Salat e spendono [nel sentimento di Allah] di ciò che abbiamo loro attribuito. Questi sono, in verità, i credenti: », giuro su Allah che non so se sono tra loro o no. Al Beihaqi disse: Al Hassan non esita per la base della fede, ma riflette sulla perfezione della fede dalla quale Allah promette ai credenti del Paradiso nel Suo detto: “a loro di (alti) gradi al loro Signore, oltre al perdono e alla generosa dotazione.”

Sufian Al Thawry(che la pace di Allah sia sulla sua anima) disse: Per noi, la vera scienza sta nel trovare il permesso in prova autentica. Per quanto riguarda l’impegno rigoroso, tutti lo possono implementare. Al Azraq Ibn Qais disse:”Eravamo sul bordo di un fiume ad Ahwaz la cui acqua si stava prosciugando

Abu Barazah Al Aslami è venuto su un cavallo, ha pregato lasciando il cavallo accanto. Il cavallo saltò, quindi interruppe la sua preghiera, seguì il cavallo, lo prese e tornò per completare la sua preghiera. Tra noi c’era un uomo istruito che ha detto, guarda questo vecchio che ha interrotto la sua preghiera a causa di un cavallo. L’uomo tornò dicendo: Per Allah, nessuno mi rimproverò per la morte del Messaggero di Allah (Pbsl).Continuò: la mia casa è lontana. Se avessi continuato la mia preghiera lasciando il mio cavallo, non sarei stato in grado di tornare alla mia famiglia fino al calar della notte. Sono ispirato nel mio comportamento dal Profeta (Pbsl) che, quando gli è stata offerta un’opzione tra due cose, ha optato per la più facile, a meno che non sia un peccato. Fu il Profeta (Pbsl) che disse: “rendilo facile, non renderlo difficile, porta la buona notizia e non la cattiva” e “quando la flessibilità è in una societa’, la abbellisce e quando manca in un caso, lo rende cattivo”.Hanno anche implementato i comportamenti della misericordia, della solidarietà e dell’affetto verso gli altri in modo pratico nella loro vita. Ali Ibn Al Hussein Ibn Ali (che Allah sia contento di lui) ha dato ampiamente tanti soldi ai poveri in modo segreto senza che nessuno lo conoscesse. Quando mori’, i poveri persero il loro padrino. E durante i rituali del suo funerale, trovarono delle tracce sulla sua schiena e sulle spalle, perche’ portava i cibi e tante cose ai poveri con le proprie mani. Si è quindi realizzato che era lui che veniva da loro di notte. È stato riferito che era responsabile delle spese di un centinaio di famiglie a Medina.

I seguaci furono solidali ed emotive non solo nei confronti dei musulmani, ma anche dei non musulmani. Il nostro maestro Omar Ibn Abdel Aziz scrisse al suo prefetto a Bossera: esamina i detentori di patti nel vostro dipartimento, in particolare quello dell’età avanzata, della forza precaria e dei profitti mancati. Dedicagli dal Tesoro la giusta quantità.

È ispirato a questo proposito dall’atteggiamento di Omar Ibn Al Khattab (che Allah sia contento di lui) quando vide un vecchio del Popolo del Libro impegnato a chiedere l’elemosina. Omar disse: Per Allah, non eravamo giusti con lui quando abbiamo mangiato il frutto della sua giovinezza e poi abbiamo umiliato la sua vecchiaia”. Quindi gli diede un pagamento mensile dalla Casa del Tesoro.

Nel suo patto con gli abitanti di Hiraa, Khaled Ibn Al Walid (che Allah sia contento di lui), incluse: Chiedo che quando si tratta di un vecchio incapace di lavorare o soffrire di ‘un handicap, o un uomo ricco che è impoverito, sarà a spese della Casa del Tesoro”. Seguirono tutti l’esempio del Messaggero di Allah (Pbsl) e applicarono la vera religione. Allah, Gloria a Lui, disse: “Allah non ti proibisce di essere benefico ed equo nei confronti di coloro che non ti hanno combattuto per la religione e non ti hanno cacciato dalle tue case. Allah ama le persone eque”.

La loro misericordia non era limitata all’uomo; si estendeva all’animale e all’uccello, tra gli altri. Omar Ibn Abdel Aziz scrisse al suo prefetto in Egitto:”Sono informato che in Egitto ci sono cammelli da trasporto, ognuno di essi porta 1000 ratl (circa 400 chili). Quando ricevi i miei scritti, assicurati che il carico di un cammello non superi i 600 ratl (circa 250 kg.). Dia ordini agli uomini di trattare con ringraziamenti i cammelli, non di umiliarli. Omar si ispira alla condotta del Messaggero di Allah (Pbsl) quando disse al titolare del cammello: “Abbi pietà per questa bestia che Allah ti ha concesso, perché mi sono lamentato della sua sventura e sofferenza.”

Detto questo, imploro il perdono di Allah sia per me che per voi***Lode ad Allah, Signore dell’Universo, che la pace e le benedizioni di Allah siano conferite all’onesto Profeta, alla sua famiglia, ai suoi compagni e ai loro giusti seguaci fino all’Ultimo Giorno.Quindi … i miei fratelli nell’Islam!

Tra le più grandi qualità dei  seguaci del Profeta (Pbsl), c’è la tolleranza e l’indulgenza verso le persone. Erano i più flessibili ed emotivi riguardo ai loro colloqui. Secondo Qatada (che Allah sia contento di lui), siamo entrati nella casa di Al Hassan Al Bassri mentre dormiva, accanto alla sua testa c’era un cestino. L’abbiamo tirato.C’erano pane e frutta. Ci siamo arresi per mangiarlo. Si svegliò, ci vide, sorrise e cominciò a leggere “o quelle (case) dei tuoi amici; non c’è imbarazzo per te. ” Secondo Djarir Ibn Hazem (che Allah sia contento di lui): siamo rimasti da Al Hassan fino a mezzogiorno. Suo figlio ci disse: lascia stare lo sceicco. Non ha mangiato o bevuto nulla. Al Hassan disse a suo figlio: Lasciali soli, da parte di Allah, mi piace solo la loro vista. Ciò mostra la negazione di sé, la buona conoscenza della virtù della scienza e il valore della religione di Allah, Gloria a Lui, per le anime. Questo dovrebbe essere una morale per ciò che viene avanti per parlare alla gente della religione di Allah. Il suo discorso deve essere basato sulla scienza, altrimenti andrà fuori strada e diventera’ fuorviato. Il Profeta (Pbsl) disse: “Allah, Gloria a Lui, non strappa la scienza dalle anime dei servi. Lo strappa con la morte dei scienziati. Quando gli scienziati sono assolutamente carenti, la gente prenderà élite ignoranti. Quando vengono interrogati, daranno fatwa senza erudizione per fuorviare e allontanarsi”.

I seguaci erano modelli per i loro successori. L’Imam Malek Ibn Anas (che Allah sia contento di lui) è stato uno dei seguaci. Abu Jaffer Al Mansour gli ha chiesto di scrivere il libro di Al Mowata per diffonderlo nei vari paesi musulmani, dicendo: Ho intenzione di fare copie del tuo libro e inviarne uno in ogni paese. Ho intenzione di ordinare loro di implementarlo senza andare oltre in materia di hadith, perché sento che la base della scienza è la diffusione dai medinani. Malek disse, ma no, o comandante dei credenti. La gente aveva ricevuto detti, hanno ascoltato hadith, ognuno di loro aveva adottato ciò che aveva ricevuto per primo, lo aveva messo in vigore e lo aveva scelto separatamente dagli altri. Respingerli da ciò che credono sia rigore. Lascia che le persone si comportino secondo ciò in cui credono. Al Mansour disse: giuro che se mi segui su questo argomento, lo ordinerò. Un resoconto dell’Imam Ach-Shafi’i è dato come un’illustrazione di modestia e buona comprensione. Il suo discepolo Younes Ibn Abdel ‘Ala. Younes lasciò arrabbiata l’assemblea del suo padrone. Di notte, Younes sentì una voce sbattere alla sua porta. Disse, chi è alla porta? Ash-Shafi rispose: è Mohamad Ibn Idriss. Younes ha detto: ho pensato anche a tutti i chiamati tranne Al Ash-shafii. Quando ho aperto la porta, sono stato sorpreso di vederlo . Al Ash-shafii disse: O Younes! Centinaia di domande ci riuniscono e solo uno ci disunisce !!! Younes, non tentare di trionfare in tutte le controversie. A volte vincere i cuori è meglio che vincere le situazioni. Younes, non demolire i ponti che hai costruito e preparato, potresti mai aver bisogno di tornare di nuovo. Lo odio e non odio il suo autore. Odia la disobbedienza con tutto il tuo cuore, ma perdona il disobbediente. Younes, critica quello che dice, ma rispetta ciò che dice. La nostra missione è di sterminare la malattia e non i malati.

Possa Allah accettare la sua misericordia, Ash-shafie, che disse; Adoro i virtuosi, anche se non ne faccio parte.Possa io, grazie a loro, avere intercessione. Odio quelli il cui commercio è la disobbedienza anche se condividiamo gli stessi prodotti.

I nostri nobili dotti hanno preso la stessa strada. Erano i modelli giusti da seguire per sopportare la religione di Allah, per comprenderla correttamente, per essere caratterizzata dalla propria morale e per trasmetterla a tutta l’umanità con saggezza e buona esortazione. O Allah, mettici tra quelli che lo ascoltano e adottano il meglio. Questi sono guidati da Allah e quelli dotati di ragione.