Notizie piὺ importanti

L’ipocrisia e il tradimento Il loro effetto pericoloso sugli stati e sugli individui

Lode ad Allah, Signore dei Mondi, che disse nel Nobile Corano:” Gli ipocriti e le ipocrite appartengono gli uni alle altre. Ordinano quel che è riprovevole, proibiscono le buone consuetudini e chiudono le loro mani. Dimenticano Allah, ed Egli li dimenticherà. Sono loro, gli ipocriti, ad essere empi!”

 Testimonio che non c’e’ dio che Allah, l’Unico, e testimonio che il nostro Maestro e Profeta Muhammad e’ il suo Servitore e Messaggero, che disse in un Hadith sharif   (un nobile detto):” Ci sono tre segni che distinguono ogni un ipocrita, quando parla, dice bugie; quando fa una promessa, la rompe; e quando è affidato, tradisce la sua fiducia”.

Pace e benedizione di Allah su di Lui, sui famigliari, suoi compagni, sui tutti quello che li seguino con carita’ fino al Giorno del Giudizio Universale,

Seguitando in merito,

Non c’è dubbio che l’ipocrisia è una malattia incurabile, una piaga di distruzione contro gli individui e le nazioni, è una delle malattie spirituali più gravi che colpiscono la verità della fede, minano le sue fondamenta e distruggono i suoi pilastri. È una grave piaga sociale e morale che minaccia la sicurezza, la pace e la stabilità della società. E’ piu’ pericolosa dell’infedeltà e del politeismo, perché è una malattia, una volta manifestata nel corpo della societa’, le distrugge la struttura e la danneggia.

Il tradimento e lo spionaggio sono le armi piu’ pericolose che minacciano gli Stati e la loro esistenza nel corso della storia. Ci sono prove storiche che testimoniano che la caduta, la scomparsa e l’eliminazione degli stati venne dall’interno di essi tramite spie, agenti segreti, e individui pagati dall’estero ed ebbero un grande ruolo nella realizzazione di questo nella storia umana  a scapito della loro patria. I pericoli che minacciano gli Stati al loro interno sono sempre maggiori e più pericolosi di quelli che li minacciano dall’esterno.Tuttavia, dovremmo sapere che ci sono due tipi d’ipocrisia: Il maggiore e il minore.  Il primo tipo: l’ ipocrisia maggiore, considerata la più pericolosa dei due tipi, e’ l’ipocrisia del credente! In questo tipo, la persona mostra apparentmente d’essere un vero musulmano, ma in realta’, nel cuore nasconde l’infedeltà.  E questo tipo porte le persone all’eternita’ nel Fuoco piu’ profondo. Il secondo è l’ipocrisia minore: Un’ipocrisia pratica, una deviazione nel comportamento e l’uso di alcuni dei segni degli ipocriti, così che l’uomo appaia buono e nasconde ciò che è contrario, e questo tipo non esce completamente dalla religione; ma potrebbe essere una via che condurebbe all’ipocrisia maggiore, se la persone non si pentisce.

       Il Nobile Corano e la Sunna purificata ci parlano degli ipocriti, della loro descrizione dei loro compotamenti, dei loro intrighi che non si cambiano ne’ differivano in base ai diversi paesi in tutti i tempi. Tra i segni che distinguino l’ipocrita, sottolineamo:

  • Mentire, non mantiene la promessa, la disonestà e l’immoralità nella rivalità: sono le carateristiche piu’ brutte degli ipocritti descritte dal Profeta( Pbsl) in un Hadith sull’ipocrisia pratica. Il Profeta(Pbsl) disse: “Chiunque abbia le seguenti caratteristiche o una di esse sarà un ipocrita: Ogni volta che parla, dice una bugia; ogni volta che fa una promessa, la rompe; ogni volta che stipula un’alleanza, si dimostra infido; e ogni volta che litiga, si comporta impudentemente in modo malvagio e offensivo.”

Se qualcuno ha tutte queste carateristiche o una di esse, si considera un’ipocrita. E tali carateristiche potrebbero minacciare gli interessi della nazione e distruggerli. Vediamo spesso l’ipocrita dire le bugie per convincere gli altri d’essere onesto nel dire e nel fare.

Di questo disse Allah, l’Onnipotente:”Tra gli uomini, c’è qualcuno di cui ti piacerà l’eloquio a proposito della vita mondana; chiama Allah a testimone di quello che ha nel cuore, quando invece è un polemico inveterato”

L’ipocrisia, l’inganno e il tradimento della fiducia sono sempre collagate alla parola “bugia” nel Nobile Corano. Allah, l’Altissimo, disse:” Cercano di ingannare Allah e coloro che credono, ma non ingannano che loro stessi e non se ne accorgono. Nei loro cuori c’è una malattia e Allah ha aggravato questa malattia. Avranno un castigo doloroso per la loro menzogna.”Il Profeta (Pbsl) mise in guardia contro la menzogna, mostrando i suoi effetti, dicendo:” “Aderisci (tu popolo) alla verità, perché la verità conduce a buone azioni e le buone azioni conducono al Paradiso, e se un uomo continua a dire la verità, sarà registrato come veritiero davanti ad Allah. Evitate la menzogna, perché la menzogna conduce alla malvagità e la malvagità conduce all’Inferno, e se un uomo continua a parlare di menzogna e fa falsità, sarà registrato come un bugiardo davanti ad Allah,”

Una volta, l Messaggero di Allah, è stato chiesto: ‘Il credente puo’ essere un vigliacco?’ Ha detto: “Sì”. Gli è stato chiesto:” Il credente puo’ essere avaro? Ha detto: “Sì”. Gli è stato chiesto: ” Il credente può essere un bugiardo?” Ha detto: No!

Abu Bakr (che Allah si compiaccia di lui) descrisse la bugia come un tradimento quando disse:”l’onesta’ e’ un atto di fiducia e la bugia’ e’ un atto di tradimento.”

Il tradimento e lo spionaggio conducono alla rottura dei buoni rapporti e all’odio che crea dei conflitti, discordia e corruzione nei comportamenti tra la gente. Il Profeta (Pbsl) ha sottolineato che che il tradimento della fiducia causa a quello che lo commtte nel Giorno della Resurrezione una vergogna e rimorso.

Il Profeta disse:” Quando Allah radunerà insieme, nel Giorno del Giudizio, tutte le generazioni precedenti e successive dell’umanità, verrà alzata una bandiera (per contrassegnare) ogni persona colpevole di violazione della fede, e sarà annunciato che questa è la perfidia di così e così, figlio di così e così (per attirare l’attenzione della gente verso la sua colpevolezza).

Il Profeta (Pbsl) disse, anche, : “Allah, l’Eccelso, dice: ‘Io contenderò il Giorno della Resurrezione contro tre (tipi di) persone: Uno che fa un’alleanza nel Mio Nome e poi lo spezza; uno che vende un’uomo schiavo e divora il suo prezzo, e colui che assume un operaio e che ha preso tutto il lavoro da lui, non gli paga il suo salario “Uno dei più pericolosi tipi di tradimento è il tradimento dei paesi e venderli a basso costo, come lo fanno i gruppi estremisti e coloro che li seguono o camminano nei loro sentieri, adottando l’approccio di vendere le loro nazioni a basso costo.

 l’Islam ha avvertito di alcuni attributi peccaminosi, tra i quali ci sono i seguenti: dissolutezza nelle avversità, è la combinazione di tutti i mali, ed e’ l’origine di ogni peccato, e un modo di inclinare la verità, rendere il giusto vuoto e la falsità in realtà. Allah, l’Onnipotente ha decritto questo attributo nel Nobile Corano, dicendo:”Tra gli uomini, c’è qualcuno di cui ti piacerà l’eloquio a proposito della vita mondana; chiama Allah a testimone di quello che ha nel cuore, quando invece è un polemico inveterato”

Narrato da Aisha( che Allah si compiaccia di Lei) che il Profeta( Pbsl) disse:” Il più spregevole tra le persone negli occhi di Allah è colui che cerca di cadere in disputa con gli altri (per niente, ma solo per mostrare la sua conoscenza e il potere di argomentazione)

La descrizione più vicina della gente dell’ipocrisia e della loro situazione e’ che ha due facce, ma vederla nel nostro tempo, ha superato i limiti di così tanto, e li ha trasformati in mille faccia e faccia, e sono i pessimi creati.

l Profeta ( Pbsl) disse:”Troverai il peggiore tra le persone quello a doppia faccia che appare ad alcune persone con una faccia e ad altre con un’altra faccia “.E tra i segni dell’ipocrisia, ci sono: * La corruzione nel terreno con la pretesa di essere conciliatori, e Di questo disse Allah, l’Onnipotente:” E quando si dice loro: “Non spargete la corruzione sulla terra”, dicono: “Anzi, noi siamo dei conciliatori!”.  Non sono forse questi i corruttori? Ma non se ne avvedono”

 La corruzione ha molte immagini, tra cui: il tremore nel paese, trasmettere la debolezza nei cuori dei veri credenti, seminare le idee devianti e i concetti sbagliati, diffondere la sedizione tra la gente, dove l’Onnipotente disse:”Se fossero usciti con voi, vi avrebbero solo danneggiato, correndo qua e là e seminando zizzania, ché certo tra voi avrebbero trovato chi li avrebbe ascoltati. Ma Allah ben conosce gli ingiusti”

Allah, l’Altissimo, disse:Coloro che sono rimasti indietro, felici di restare nelle loro case, [opponendosi così] al Messaggero di Allah e disdegnando la lotta per la causa di Allah con i loro beni e le loro vite, dicono: “Non andate in missione con questo caldo!”. Di’: “Il fuoco dell’Inferno è ancora più caldo”. Se solo comprendessero!

Disse, anche, l’Altissimo:”Certamente Allah conosce quali di voi frappongono ostacoli e quali dicono ai loro fratelli: “Venite da noi”, e ben di rado vanno a combattere.”

Tra gli immagini della corruzione c’e’ quello di svalutare il valore dei beni della gente, e di questo disse Allah,l’Onnipotente:” Non date agli uomini meno di quel che spetta loro e non corrompete la terra portandovi disordine

Altri aspetti consistono nella distruzione, nel vandalismo, nell’uccisione delle persone innocenti, diffusione del terrore tra la gente, ostacolare gli gli interessi della gente, la mancanza di responsabilità, il favoritismo e sprecare il denaro della gente invano.Pigrizia nell’esecuzione degli atti di culto e l’ipocrisia quando la fanno, specialmente nella preghiera, il migliore atto di culto.

Di questo disse Allah, l’Altissimo: ” Sì, gli ipocriti credono di ingannare Allah, ma è Lui che li inganna. Quando si levano per l’orazione lo fanno con pigrizia e ostentazione nei confronti della gente, a malapena si ricordano di Allah”

Allah, Gloria sia a Lui, disse anche:” Nulla impedisce che le loro elemosine siano accettate, eccetto il fatto che non credono in Allah e nel Suo Messaggero, che non vengono alla preghiera se non di malavoglia, che non danno l’elemosina se non quando sono costretti.

Il profeta(Pbsl) disse:” le preghiere della notte e dell’alba sono le piu’ pesanti sul cuore degli ipocriti, e se sapessero quanto benevolezza esiste in queste preghiere, le avessero fatte con grande volonta”

Narrato da Jaber Bin AbduAllah(Che Allah si compiaccia di lui e di suo padre) che una volta il Profeta( Pbsl) usci’ dicendo: O gente! Attenti all’infedelta’ segreta? La gente chiese:” che cos’e’ l’infedelta’ segreta? Rispose il Profeta     (Pbsl): quando l’uomo fa la preghiera in presenza degli altri, lo fa col modo migliore, per conservare l’apparenza, se lo fa da solo,lontano dalla gente, no lo fa cosi, ed e’ questa e’ l’infedelta’ segreta.”

Dico questo e chiedo il perdono di Allah per me e per voi

*       *       * 

Lode ad Allah, Signore dei mondi, pace e benedizione di Allah sul sigillo dei Profeti e Messaggeri, il nostro Maestro Muhammad(Pbsl),e sui suoi Famigliari, e sui tutti i suoi compagni.

Quindi, fratelli e sorelle nell’Islam,

Uno dei segni di ipocrisia c’e’ l’alleanza con i nemici e comunicare con loro a scapito della religione e della nazione, lo spionaggio, il tradimento e il trasferimento di notizie e informazioni e divulgazione dei segreti della patria. Gli ipocriti sono degli agenti segreti per conto dei nemici a scapito della sua terra e a spese della sua famiglia, dei vicini e dei parenti.

Di questo disse Allah, l’Onnipotente:” Vedrai quelli che hanno una malattia nel cuore, correre verso di loro, dicendo: “Temiamo un rovescio del destino”. Ma se Allah darà la vittoria o un ordine da parte Sua, eccoli rimpiangere i loro pensieri segreti.”

 Disse anche l’Altissimo:”E se vi giunge una grazia da parte di Allah, dirà, come se non ci fosse amicizia alcuna tra voi: “Che peccato! Se fossi rimasto con loro avrei avuto un enorme guadagno.”

 L’ipocrita si rallegra se il paese ed i cittadini sono afflitti dal male, o c’è una turbolenza tra loro, o si diffonde una malattia, o c’e’ una frattura fra loro.

 Di questo Allah disse:” Se vi giunge un bene, se ne affliggono. Se un male vi colpisce, gioiscono. Se però sarete pazienti e devoti, i loro intrighi non vi procureranno alcun male. Allah abbraccia tutto quello che fanno.”

Tuttavia, i nuovi ipocriti hanno aggiunto alla menzogna, al tradimento, alla rottura delle promesse e delle convenzioni, alla provocazione dell’opinione pubblica e al tradimento della religione, un nuovo tipo di inganno, in particolare il commercio della religione e sfruttarla per servire gli interessi di alcuni gruppi che cercano il potere per via della religione e fornire la copertura legale per il loro lavoro. I nuovi ipocriti sono pronti a tradire la patria e venderla a prezzo a basso costo.

        Allah ha minacciato questo  tipo di persone con un grandi castigo nella vita mondanda e quella dell’Aldila’, e tutto ciò che stanno progettando di infliggere ai musulmani si ripeterà nella loro severità e intransigenza.

Allah disse:”. Ma la trama malvagia non fa che avvolgere i suoi artefici.”

Allah (Onnipotente)  punisce i maggiori ipocriti con la più grande esitazione e instabilità nella loro vita e col panico e la paura in tutti i loro affari.

Allah disse:”Si barcamenano tra gli uni e gli altri, senza essere né di questi, né di quelli. Per chi è sviato da Allah, non troverai via alcuna.”

 Allah disse anche:” Quando li vedi, sei ammirato dalla loro prestanza; se parlano, ascolti le loro parole. Sono come tronchi appoggiati. Credono che ogni grido sia contro di loro. Sono essi il nemico. Stai in guardia. Li annienti Allah! Quanto si sono traviati“!

   E Allah,l’Altissimo, proibì ai loro cuori di comprendere le sue parole ne’ le parole del suo Messaggero (pace e benedizioni di Allah su di lui) e non li guida alla via retta.

Di questo disse Allah:” E questo perché prima credettero, poi divennero increduli. Sul loro cuore fu quindi posto un suggello, affinché non capissero.”

 Per quanto riguarda la loro punizione nell’Aldila’, Allah disse:

 Tra i beduini che vi stanno attorno, ci sono degli ipocriti, come del resto tra gli abitanti di Medina. Essi perseverano nell’ipocrisia. Tu non li conosci, Noi li conosciamo. Due volte li castigheremo e poi saranno avviati verso un castigo terribile

La prima punizione nella vita mondana, e il secondo tormento nella tomba, e il più grande tormento nell’Aldilà, dove Allah raduna gli ipocriti con i loro  simili nel Fuoco. Allah disse: ” In verità Allah radunerà tutti gli ipocriti e i miscredenti nell’Inferno.”

 Allah disse:”Coloro che invece si pentono, si correggono, si aggrappano ad Allah e purificano il loro culto nei Suoi confronti, questi saranno insieme coi credenti e Allah darà loro ricompensa immensa.”

Al fine di proteggere gli stati, preservare la sua pace , la coesione e l’integrità, tutti devono essere vigili, siano individui che istituzioni, gli sforzi devono essersi riuniti per sradicare i traditori e gli agenti e collaboratori con i nemici criminali e li espongono sulle teste dei testimoni, e per fare loro una lezione a chiunque lui stesso che espone per tradimento e spionaggio, al fine di preservare la nostra religione, le nostre terre, il nostro onore, noi stessi, il futuro del nostro paese, dei nostri figli, e soprattutto il piacere del nostro Signore, e per proteggere la nostra patria e preservare i nostri paesi da quello ha colpito altri paesi che facevano meno nel contrasto ai traditori e spie, e credevano che la bataglia fosse facile, ma in realta’ contrastare i tradittori non era mai facile nella storia del mondo.  O Allah, purifica i nostri cuori dall’ipocrisia, i nostri occhi dal tradimento, la nostra lingua dalle menzogne e protegga  l’Egitto e il suo popolo.

Comportamenti e diritti comuni e la loro influenza sul progresso e sulla costruzione della società

Lode ad Allah, Signore dei Mondi, che disse nel Sublime Corano: ” Di’: “Il Signore mi ha guidato sulla retta via, in una religione giusta, la fede di Abramo, che era un puro credente e non associatore”

Testimonio che non c’e’ dio che Allah, l’Unico, e testimonio che il nostro Maestro e Profeta Muhammad e’ il suo Servitore e Messagero che disse: “Allah m’ha educato con i modi migliori.”

 

Seguitando in merito,

L’Islam adotta un approccio integrato, che regola la relazione dell’uomo con il suo Signore, il suo rapporto con le persone e la sua relazione con l’intero universo. La legge islamica o la Sharia è stata manifestata in molti sistemi e comportamenti pubblici che contribuiscono al progresso, allo sviluppo e alla prosperità della società, tra i quali: il comportamento che incoraggia le persone a chiedere un permesso prima d’entrare una casa. Un comportamento stabilito dalla legge islamica per proteggere la privacy della gente. Di questo dice l’Onnipotente:” O voi che credete, non entrate in case che non siano le vostre, senza aver chiesto il permesso e aver salutato la gente [che le abita]; questo è meglio per voi. Ve ne ricorderete?

Il Profeta (Pbsl) ci ha insegnato come chiedere il permesso d’entrare in una casa e le sue etichette, tra le quali ricordiamo l’impegno di dire il saluto” Pace su di voi” e annuciare il nome prima d’entrare nella casa. Narrato che un uomo chiese al Profeta (Pbsl) il permesso per entrare nella sua casa,  quando il Profeta era in casa, dicendo:”Posso entrare? Il Profeta (Pbsl) disse al suo servo: “Esci a questo (uomo) e insegnagli come chiedere il permesso di entrare in casa, e digli: “Di ‘: Pace su di te. Posso entrare?” L’uomo l’ha sentito e ha detto: Pace su di voi! Posso entrare? Il Profeta (Pbsl) lo autorizzò d’entrare.

Jabir disse:” sono andato dal Profeta (Pbsl), ho bussato alla porta. Chiese: Chi c’è? Risposi: Sono io. Disse: io, io!!come se lui disapprovasse la risposta!!

Anche tra  le regole del permesso d’entrare in una casa, e’ quello d’abbassare gli occhi quando diventiamo davanti alla porta. Di questo disse il Messaggero di Allah (Pbsl) disse: “Il permesso di entrare (la casa di qualcuno) è stato prescritto per trattenere gli occhi (dal guardare qualcosa che non dovremmo guardare).”

Riportato da Saad Bin Obada ( che Allah si compiaccia di lui), d’avere chiesto il permesso d’entrare mentre stava davanti alla porta, percio’ il Profeta gli disse:”Non chiedere il permesso mentre stai affrontando la porta della casa direttamente.”

Riportato  che quando il Profeta)  Pbsl), veniva ad una porta e quando voleva chiedere il permesso di entrare, non lo faceva affrontado direttamente  la porta, ma restava in piedi alla destra o alla sinistra della casa. Se gli è stato dato il permesso, entrava. Altrimenti andava via.

Tra  le regole pubbliche sollecitate dall’Islam: l’etichetta delle strade e dei luoghi pubblici, l’Islam ha reso alla strada un diritto che dovrebbe essere eseguito. Di questo disse il Profeta(Pbsl):” Evitate di sedervi per nelle vie“. La gente poi disse: “O Messaggero di Allah (Pbsl), non possiamo fare a meno di quei luoghi d’incontro in cui conversiamo”. Il Profeta prosegui’: “Bene, se insistite (su questo), dovete dare alle vie i suoi diritti “. Chiesero:” Quali sono i diritti dovuti alle vie? “Rispose:” Abbassare lo sguardo, astenersi da qualsiasi cosa offensiva, scambiare i saluti fra di voi, ingiungere il diritto (Ma’ruf) e vietare le azioni malvagie      (Munkar). “

Il Profeta(Pbsl) disse anche:” “Al Iman, cioe’ la fede ha più di settanta rami- o più di sessanta rami- il più importante dei quali è la testimonianza:” Non c’e’ dio che Allah, l’Unico “, e il più inferiore dei quali è la rimozione di oggetti nocivi dalla strada, e la modestia è un ramo della fede.”

 Coloro che usano la strada o le strutture pubbliche non devono alzare la voce, o parlare a voce alta e fastidiosa, non ridere a voce alta, e non gettare la sporcizia per la strada, e metterla nei posti ad essa assegnata, ma devono essere rimossi dal danno. Non si deve bloccare le strarde, ne’ molestare i pedoni ne’ con le parole ne’ con le azioni.

La pulizia personale e’ una delle buone regole. l’Islam ha reso la purezza e la pulizia del corpo, dell’abbigliamento e del posto una parte integrale delle sue leggi, in proporzione alla sua importanza come comportamento umano, e il valore della civiltà. Percio’ l’Islam ha invitato la gente ad adottare alcuni comportamenti che rendono l’uomo in buona apparenza e attraente. Allah (l’Onnipotente) ha elogiato i credenti che sono desiderosi di pulire i loro corpi e purificare anche i loro cuori.  Di questo Allah( l’Onnipotente) disse:” In verità, Allah ama coloro che si pentono e coloro che si purificano.”

Il Profeta disse:” Allah è buono e ama i buoni, ed è pulito e ama la pulizia” . Il Messaggero di Allah (Pbsl) disse: “La purezza è metà della fede.”

Il Messaggero di Allah (Pbsl) vide un uomo scompigliato i cui capelli erano disordinati. Disse: Potrebbe quest’uomo non trovare qualcosa per farsi pettinare i capelli? Vide un altro uomo che indossava vestiti sporchi e disse: Potrebbe quest’uomo non trovare qualcosa con cui lavare le sue vesti?

Il Profeta (Pace e benedizioni di Allah su di lui) sollecitò anche alla pulizia dei denti al fine di proteggere dall’odore della bocca e di non danneggiare il fratello umano con qualsiasi odore sgradevole che potrebbe allontanare le persone da lui.

Di questo disse il Profeta(Pbsl): Se non avessi pensato che fosse difficile per la mia Ummah, avrei comandato loro di usare il Miswak (stecca da denti) al momento di ogni preghiera

Tra I comportamenti c’e’ anche la regola del dialogo, perche’ il dialogo e’ il mezzo di comunicazione e di conoscenza, e correggere  i concetti. L’Islam ha aperto la porta del dialogo tra tutte le persone, portando alla via retta e alla verità, senza imbarazzi , restrizioni, disprezzo  o maldicenza. Disse l’Onnipotente: ” e discuti con loro nella maniera migliore.”

    E il nostro Profeta( Pbsl) disse: “Il credente non è diffamatore ne’ maldicente ne’ spudorato.”

 

Il dialogo dovrebbe essere buono, basato sulla sapienza, sull’obiettività , sull’attenzione, sul controllo delle notizie prima di distribuirle. Di questo disse Allah, l’Altissimo,” O credenti, se un malvagio vi reca una notizia, verificatela, affinché non portiate, per disinformazione, pregiudizio a qualcuno e abbiate poi a pentirvi di quel che avrete fatto“.Il Profeta(Pbsl) disse: “Essendo pazienti e’ un dono proviene da Allah e la fretta è dal Satana.”

Il Profeta (Pbsl) disse: “C’e’ un’esitazione in tutto tranne che negli atti che portano alla buona fine nell’Aldila.”

Il Profeta (Pbsl ) disse: È abbastanza falso che un uomo possa riferire tutto ciò che sente“. Non ripetere o destare le voci, perché nell’eco del contributo alla promozione e alla diffusione, le voci diventano più diffuse se trovino la frequenza sulle lingue, le orecchie che le ascoltino, e le anime che le accettino e le credano.

Di questo disse Allah, l’Altissimo:” quando con le vostre lingue riportaste e con le vostre bocche diceste cose, di cui non avevate conoscenza alcuna. Pensavate che non fosse importante, mentre era enorme davanti ad Allah.”

Il Messaggero di Allah (Pbsl) disse: “Chi crede in Allah e nell’Ultimo Giorno non fa del male al suo vicino, e chi crede in Allah e nell’Ultimo Giorno, deve essere generoso con il suo ospite, e colui che crede in Allah e l’Ultimo Giorno, lascia che parli bene o rimanga in silenzio.”

E tra i comportamenti pubbblici stabiliti dall’Islam c’e’ quello d’abbassare la voce, cieo’ non alzare la voce dal solito,  specialmente in presenza delle persone d’alto livello. È stato narrato nei comandamenti di Luqman al-Hakim nel versetto coranico:”  “Sii modesto nel camminare e abbassa la tua voce: invero la più sgradevole delle voci è quella dell’asino.”

Dio ha elogiato coloro che abbassano le loro voci, specialmente in presenza del Profeta (Pbsl) dicendo:” “Coloro che abbassano la voce davanti all’Inviato di Allah, sono quelli cui Allah ha disposto il cuore al timore [di Lui]. Avranno il perdono e ricompensa immensa”

Inoltre, c’e’ il comportamento di guidare lo smarrito e guidarlo all’indirizzo corretto.

Il Profeta (Pbsl) disse: “Attenti a stare seduti sulle strade. La gente disse: “Non ci sono che questi posti per incotrare e parlare. Rispose il Profeta(Pbsl):  Se non avete che questi posti, dovrete rispettare i diritti delle vie. La gente chiese:” quali sono i diritti delle vie? Il Profeta rispose:” Abbassare lo sguardo, rimuovere oggetti dannosi, rispondere al saluto, ingiungere il bene ed evitare il male, e guidare quello che ha perso la strada.”

Dico questo e chiedo il perdono di Allah per me e per voi.

****

Lode ad Allah, il Signore dei Mondi, testimonio che non c’e’ Dio che Allah, l’Unico, e testimonio che il nostro Maestro e Profeta Muhammaed e’ il suo Servitore e Messaggero, pace sull’ultimo Profeta e Messaggero di Allah, e sulla sua famiglia e sui suoi compagni e su quelli che li seguirono con carita’ fino al giorno del Giudizio universale.

Quindi … mie sorelle e i miei fratelli nell’Islam:

Ci sono altri comportamenti di grande importanza che il musulmano dovrebbe osservare, tra i quali offrire l’aiuto agli sfortunati, questo fatto è considerato dall’islam tra le opere più pie. Secondo Abu Dhar (che Allah sia soddisfatto di lui), il Profeta (Pbsl) disse: “Col sorgere del sole ogni giorno, c’e’ un’elimosina da pagare da ogni anima umana. La gente chiese: come possiamo offrire tale elemosina? Rispose il Profeta(Pbsl): Le vie del bene sono innumerevoli: dire: Gloria ad Allah, Lode ad Allah, nessuna divinità oltre ad Allah, ordinare il bene, proibire il male, rimuovere la sporcizia dalla strada, aiutare il sordo e il cieco, e guidare quello che perde all’indirizzo che sta cercando. Si aggiunge, anche, camminare con gli sfortunati per aiutarli ed aiutare i deboli nei loro affari. Tutto questo è un atto caritatevole. Tra questi comportamenti c’e’ anche l’assistenza prestata a chi è pignolo e handicappati. La solidarietà sociale è nell’interesse dei ricchi prima dei poveri, per raggiungere l’equilibrio nella vita. Imam Ali (che Allah sia soddisfatto di lui) disse questo: Allah, Gloria a Lui, metti le disposizioni dei poveri nei beni dei ricchi. I poveri soffrono solo quando c’è un ricco parsimonioso, e Allah giudichera’ i ricchi per questo.”

Questa cura è una grande aggiunta al credito nazionale, poiché la protezione dei poveri e dei deboli è responsabilità dell’intera società. La Provvidenza di Allah è così vicina a coloro che hanno cuori vulnerabili, Allah è benedetto nella Sua misericordia, che tratta i Suoi servitori con misericordia. Con Lui, nessun atto di bene viene sottovalutato, anche se è una semplice buona parola.Il Messaggero di Allah (Pbsl) disse: “Non considerare nessun atto di bontà insignificante, anche se incontri tuo fratello con un viso allegro.”

In un altro hadith disse: “Ricevte l’aiuto e la vittoria attraverso i vostri disgraziati”. Allah aiuta il servitore finché aiuti suo fratello. “

Tra questi comportamenti, c’è il rispetto dei più vecchi, trattarli in buon modo e non maltrattarli. Dobbiamo prendere in considerazione la loro vecchiaia e la loro anzianità nell’Islam. Dobbiamo dargli il loro prestigio a questo. I maggiorenni devono  trattare i minorenni con clemenza, simpatia e affetto. Il nostro Profeta (Pbsl) disse: “Ogni musulmano che onora il vecchio, Allah mandera’ a lui colui che lo onorerà nella sua vecchiaia”.

E questa e’ una delle manifestazioni della grandezza dell’Islam, della sua misericordia, della permissibilità, della giustizia e la sua attenzione all’onore della dignità umana, e ha fatto sì che il Profeta (Pbsl) il buon trattamento con il vecchio, con il portatore del Corano, e il sovrano giusto uno dei modi della gloroficazione di Allah, L’Onnipotente.Il Profeta (Pbsl) disse: Glorificare Allah implica mostrare onore a un musulmano dai capelli grigi, ad uno che  impara il Corano a memoria e mostrando onore al  sovrano giusto”.

Il Messaggero di Allah (Pbsl) disse: “Chiunque non mostra clemenza ai nostri figli né riconosce il diritto dei nostri vecchi non è uno di noi”Inoltre, la buona comprensione della tolleranza dell’Islam non richiede che il vecchio sia musulmano. È stato riferito che il Profeta (Pbsl) fece una donazione a una famiglia ebrea. Omar Ibn Abdel Aziz scrisse al suo prefetto a Bossera dicendogli: “Guarda i patti della gente del Libro, specialmente il vecchio debole che non ha abbastanza soldi, paga a lui dal Tesoro dei Musulmani quello che lo sostiene.

La società ha diritti sui suoi membri che osservano i suoi interessi pubblici. Ad esempio, la crescita della popolazione. C’è ciò che riguarda le sue capacità. Ma non dobbiamo limitare la forza a quella materiale. C’è anche la morale, educativa e tutto ciò che contiene gli aspetti della cura. Questo è un caso che va al di là del potenziale delle persone di estendere la capacità dei paesi di fornire i servizi che le persone non sono in grado di fornire. In questo modo, la situazione e le capacità degli Stati sono tra gli elementi da prendere in considerazione nel processo demografico. Chiunque vive per se stesso non merita di vivere. La crescita demografica della popolazione ha i suoi effetti, non solo sull’individuo e sulla famiglia, ma anche sugli stati che non adottano la via della scienza nel mantenimento dei problemi demografici. Limitare o estendere questo problema non sottopone gli individui a misure separate dalle risorse pubbliche degli Stati.In secondo luogo, i pochi forti sono migliori delle masse deboli descritte dal nostro Profeta (Pbsl) come  una schiuma nell’acqua, perché le circostanze eccezionali vissute da alcuni paesi in condizioni che non consentono loro di fornire gli elementi di base di salute, educazione e costruzione, infertilità in caso di abbondanza incontrollata, e che porta ad essere tanti come un torrente!

Ogni persona saggia si rende conto che se la qualita’ e la quantità entrano in conflitto, la vincita’ sara’ da parte della qualita’ , quindi i pochi forti sono migliori di quelli tanti deboli. Questo perché la massa che eredita la debolezza, l’ignoranza o l’arretratezza della civiltà, che è un pesante fardello, non può essere tollerata o soddisfare i requisiti delle risorse statali e delle capacità, è la massa descritta dal nostro Profeta (Pbsl) come delle schiume nei torrenti, che non sono utili, sono dannosi e non se ne traggono beneficio.Oh Allah, dacci le buone maniere, e tienici lontani dalle cattive maniere e rendici dei tuoi fedeli devoti e leali.

 

Concetto del patto di sicurezza al tempo presente

Lode ad Allah, Signore dei Mondi, che dice nel suo Sublime Corano: ” Rispettate il patto, ché in verità vi sarà chiesto di darne conto.”

E testimonio che non c’e’ altro Dio che Allah, l’Unico, e che il nostro Meastro e Profeta Muhammad e’ il suo Servitore e Messaggero che dice in un Hadith Sharif ” I migliori servitori di Allah sono quelli che rispettano i patti e e le convenzioni.” Pace e benedizioni di Allah sul nostro Profeta, sui suoi Famigliari, sui suoi Compagni e su tutti che li seguiono con carita’ fino al giorno del Giudizio Universale.

Seguitando in merito  

L’Islam è la religione della pace, della sicurezza, della giustizia e della carità. Non c’e’ dubbio che l’adempimento dei patti è uno dei grandi valori morali e umani che sostiene la fiducia, la sicurezza e la pace tra i popoli. Con tale valore, i rapporti di cooperazione, della carita’, dello spirito della costruzione e dello sviluppo si rafforzano tra i figli della stessa comunita’. Percio’, l’adempimento del patto e’ una parte della fede. E’ la prova della verità e della sincerita’. E’ una grande educazione divina, ed e’ etica del Profeta e corretto comportamento dell’Islam.

L’Islam ha esortato i fedeli a rispettare i patti, i contratti e le convenzioni. Allah, l’Onnipotente, ne ha  sottolineato l’importanza nel sublime Corano, dicendo:” Rispettate il patto, ché in verità vi sarà chiesto di darne conto.”

Inoltre, Allah, l’Onnipotente ha detto:”   Obbedite al patto di Allah dopo che l’avete accettato e non mancate ai giuramenti solenni che avete prestato, chiamando Allah garante contro voi stessi. In verità Allah conosce il vostro agire” . Cioè, l’impegno vesro il compimento di tutti i patti sanciti, sia tra voi e la gente, sia tra voi ed Allah,  e di non mancare i giuramenti dopo essersi prestati, chiamando Allah garante contro voi stessi. Quello che sancisce un patto, deve rispettarlo, e quello che presta un giuramento deve mantenerlo.

Inoltre, Allah, l’Altissimo, sottolinea che quelli impegnati ad adempiere le convenzioni e i patti sono quelli piu’ vicini a Lui, e loro sono i piu’ timorati e sinceri tra la gente. Di questo dice Allah, l’Onnipotente:  Chi invece è fedele ai suoi impegni e agisce con pietà, ebbene Allah ama i pii.”

Allah dice anche:” Coloro che mantengono fede agli impegni presi, coloro che sono pazienti nelle avversità e nelle ristrettezze, e nella guerra, ecco coloro che sono veritieri, ecco i timorati.” Allah ha confermato la loro grande ricompensa e che loro sono gli eredi del paradiso.Di questo dice Allah nel Sublime Corano:” a chi invece si atterrà al patto con Allah, Egli concederà una ricompensa immense.”

In un altro versetto, Allah sottolinea la ricompensa immensa, dicendo:”  coloro che rispettano ciò che è loro stato affidato e i loro impegni,  che rendono testimonianza sincera, e hanno cura della loro orazione. Costoro saranno onorati nei Giardini.”

Il Profeta (Pace e benedizioni di Allah su di Lui) ha esaltato il valore del rispetto dei patti e ha messo in guardia quelli che non mantengono gli impegni presi, in particolare, le convnezioni, perche’ il tradimento dei patti potrebbe creare una societa’ corrotta, e condurebbe  alla sfiducia tra la gente, e alla perdita dei diritti. Di questo dice il Profeta( Pace e benedizioni di Allah su di Lui):  I caratteri dell’ipocrita sono tre: Bugiardo quando parla, se promette non mantiene la promessa, e se gli affidi una responsabilita’, ti tradisce.”

Il Profeta (Pace e benedizioni di Allah su di Lui) dice anche:”

” i musulmani mantengono le loro convenzioni, a meno che non sia una convenzione che permette qualcosa di proibito o proibisce qualcosa permessa.”

Inoltre, Il Profeta (Pace e benedizioni di Allah su di Lui) ha avvertito della pena del tradimento, dicendo: (Quando Allah radunerà insieme, nel Giorno del Giudizio, tutte le generazioni precedenti e successive dell’umanità, verrà alzata una bandiera (per contrassegnare) ogni persona colpevole di violazione della fede, e sarà annunciato che questa è la perfidia di così e così, figlio di così e così (per attirare l’attenzione della gente sulla sua colpevolezza.”

Ibn Kather( Pace di Allah sia sulla sua anima) disse:” lo scopo di questo e’ chiarire che quando il tradimento e’ un’azione nascosta, e nessuno lo vede, quindi, nel Giorno del Giudizio Universale, diventa come fosse una bandiera sulla testa su quello che lo commette, percio’ la gente sa che tali persone commettevano azioni di tradimento e Allah le maledisce in presenza di tutti i creati.

E tra i tanti  patti che Allah ci ordina a rispettare, di obbedirli, e non negarli, e’ quel patto di pace e di sicurezza, cioe’, significa attualmente: quel permesso o visto  conferito dallo Stato agli stranieri(visitari, residenti o turisti) nel proprio territorio, in base alle norme, alle convenzioni, i decreti,  le convenzioni di trattatamento dei diplomatici, e simili, o di accordi bilaterali tra i paesi, in alcun modo dei metodi approvati, considerati legalmente riconosciuti e applicabili nel paese ospitante, in conformità con le sue leggi vigenti. Una volta ottenuto il permesso di soggiorno o il visto, il cittadino straniero, avra’ tutto il diritto di essere protetto in base alle convenzioni sancite con gli altri paesi. Le convenzioni sono obbligatorie e applicabili su tutti i cittadini del paese e devono essere rispettate da tutta la gente.

Se un cittadino osserva qualcosa che danneggia il paese o la sua sicurezza, può denunciarla ai competenti, al fine di attuare la legge sui trasgressori. I cittadini non possono applicare la legge da soli, o punire qualcuno per qualche danno che hanno fatto, altrimenti prevarrà il caos e la disciplina dello stato andrà persa.

Non vi è dubbio che l’adempimento di questo patto è uno dei doveri e degli impegni obbligatori religiosi, legali, nazionali e umanitari. Se la nostra vera religione ha esaltato il valore del patto di sicurezza, quindi e’ vincolante per tutti i musulmani, cioe’ la convenzione sancita da un musulmano diventa vincolante per tutti gli altri musulmani.

L’Islam è una religione che mantiene le convenzioni e i contratti. E’ una religione che non conosce la frode, ne’ l’inganno, ne’  il tradimento. Il Profeta (Pace e benedizioni di Allah su di Lui), dall’inizio della sua missione fino alla morte, né alcuno dei suoi compagni (che Allah si compiaccia di loro) hanno privato alcuna sicurezza o di aver violato i loro accordi con gli altri. Allah, l’Onnipotente, dice nel Corano, rivolgendosi sua Parola al Profeta (Pace e benedizioni di Allah su di Lui):  E se veramente temi il tradimento da parte di un popolo, denunciane l’alleanza in tutta lealtà, ché veramente Allah non ama i traditori .”

Quando Mu’awiyah ebbe un patto di pace con i Bizantini, si diresse verso il confine, in attesa della scadenza di tale patto e attaccarli. Un uomo venne su un cavallo e disse: Allah è il più grande, Allah è il più grande; che ci sia fedeltà e non slealtà”. E quando i compagni lo guardarono, scoprirono che fu Amr ibn Abassah. Mu’awiyah lo mandò a chiamare e lo interrogò (su quello). Rispose: Ho sentito il Messaggero di Allah (Pace e benedizioni di Allah su di Lui) dire: Chiunque abbia un accordo con la gente, quindi non violi o interferisca unilateralmente con esso, ma deve informarli. Così tornò Mu’awiyah.

La grandezza e l’altezza dell’Islam si manifestano nel comando di Allah (l’Onnipotente) al suo Profeta (Pace e benedizioni di Allah su di Lui) di proteggere e di garantire la sicurezza a qualisiasi persona che gli chiede il ricorso, anche se e’  politeista, anche se era un guerriero, di questo dice l’Onnipotente nel Sublime Corano: ” E se qualche associatore ti chiede asilo, concediglielo affinché possa ascoltare la Parola di Allah, e poi rimandalo in sicurezza. Ciò in quanto è gente che non conosce”

Il Profeta(Pace e benedizioni di Allah su di Lui) afferma con la parola e l’azione l’importanza di questi nobili valori che portano la sicurezza e la pace a tutta l’umanità, e dice:” Non crede a colui che non può fidarsi di lui, e non crede a colui che non mantiene le sue promesse o i suoi accordi) , dice anche il Profeta(Pace e benedizioni di Allah su di Lui): “Ha anche detto: “Chi uccide qualcuno che ha un accordo di pace con loro, allora non sentirà l’odore del paradiso, anche se il loro odore è sparso per una distanza di quaranta anni.”. Dice anche:” Il musulmano è colui che non danneggia le persone né con la parola né con la sua mano, e il credente è colui che si fida delle persone per le loro vite e proprietà”. Il Profeta (Pace e benedizioni di Allah su di lui) ci da praticamente il migliore esempio dell’adempimento delle convenzioni, anche se sancite con i suoi nemici.  È stato riportato sull’autorità di Hudbaifa b. al-Yaman che ha detto: Niente mi ha inventato di essere presente nella Battaglia di Badr tranne questo incidente. Sono uscito con mio padre Husail (per partecipare alla battaglia), ma siamo stati catturati dai miscredenti di Quraish. C’hanno chiesto: Hai intenzione di andare a Muhammad? Abbiamo detto: Non intendiamo andare da lui, ma vogliamo tornare a Medina. Così hanno preso da noi un giuramneto nel nome di Allah che vorremmo tornare a Medina e non combatteremmo dalla parte di Muhammad. Quindi, siamo venuti dal Messaggero di Allah e gli abbiamo riferito l’incidente. Ha detto: entrambi, dovete  procedere (a Medina); noi rispettiamo i giuramenti  fatti con loro e cercheremo l’aiuto di Allah contro di loro.”

Pertanto, affermiamo che è nostro dovere rispettare le convenzioni e i patti dello Stato e i suoi impegni verso ogni individuo che entra nel nostro paese, e collaboriamo insieme per proteggerlo e i suoi denari, il suo onore e la sua privacy. È nostro dovere riceverlo e onorarlo e mostrare la grandezza della nostra religione, della nostra civilta’, il progresso della nostra umanità, il fatto che contribuisce a dare una vera immagine della nostra religione, della nostra nazione e alla nostra società. Questa è la caratteristica  delle nazioni e dei popoli civili e sviluppati.

Dico questo e chiedo il perdono da Allah per me e per voi

Lode ad Allah, Signore dei mondi, testimonio che non c’e’ Dio che Allah, L’Unico, e testimonio che il nostro Maestro e Profeta Muhammad e’ il suo Servitore e Messagero, Pace e benedizioni di Allah su di Lui e sulla sua famiglia e sui suoi compagni e su tutti che li seguino con carita’ fino al giorno del Giudizio Universale.

Sorelle e fratelli nell’Islam:

L’Islam è la religione della giustizia, della tolleranza e della convivenza pacifica, e il musulmano è sempre al sicuro, pacifico  ovunque sia, nel suo paese e altrove. Se il musulmano si trasferisce in un altro paese, sia nei paesi musulmani che negli altri paesi, Il visto concesso da quello Stato a lui – e’ come un patto di sicurezza che gli garanisce la pace e la sicurezza. D’altra parte, e’ un patto di sicurezza da parte sua verso quel paese e i propri cittadini, e un impegno verso le leggi applicabili in quel paese da rispettare ed obbedire con sincerta’ e fedelta’.

È vietato togliere ingiustamente qualcosa dalla loro proprietà, né ingannare l’onore di nessuno dei cittadini del paese, né tradire, in modo che sia il miglior ambasciatore per la sua religione, il suo paese e la sua cultura.

Non appena entra nel paese ospitante, deve aderire all’accordo in modo che non corrisponda a quelli menzionati nel versetto seguente:”:(Coloro che infrangono il patto di Allah dopo averlo accettato, spezzano ciò che Allah ha ordinato di unire e spargono la corruzione sulla terra – quelli saranno maledetti e avranno la peggiore delle dimore.”

Imam Shafee( Che pace di Allah sia sulla sua anima) scrisse in uno dei suoi libri”Al Om”: Se una persona entra tranquillamente in un paese non musulmano, non gli è permesso di prendere nessuno dei suoi soldi – più o meno – anche se è in guerra con i musulmani. Perché se ha sicurezza da loro, anche loro hanno diritto alla sicurezza da lui.”

Quanto e’ lodato il poeta quando dice:

L’adesione alle promesse è una caratteristica del generoso

La violazione del patto e’ è una caratteristica del vigliacco

Oltre a mantenere le promesse

Tutto il resto non è stato tenuto in considerazione,

Oh Allah, guidaci verso la migliore etica, nessuno pu’ guidicarci che l’Altissimo, e facci allontanare dalle brutte azioni, solo l’Onnipotente che puo’ farci allontanare da esse.