L’Islam: lavoro e comportamento “Esempi delle vite dei seguaci ”

Lode ad Allah, Signore dei mondi, che disse nel suo Nobile Corano:” Coloro che verranno dopo di loro diranno: “Signore, perdona noi e i nostri fratelli che ci hanno preceduto nella fede, e non porre nei nostri cuori alcun rancore verso i credenti. Signor nostro, Tu sei dolce e misericordioso”

Rendo testimonianza che non esiste divinità oltre Allah, l’Uno senza alcun associato, e che il nostro Maestro e Profeta Mohammad è il Suo servitore e messaggero. O Allah, concedi la tua pace e benedizioni a lui, alla sua famiglia, ai suoi compagni e a coloro che li seguono con rettitudine fino all’Ultimo GiornoSeguitando in merito,Allah, Gloria a Lui, sceglie tra i Suoi servi ciò chi lavorano per la Sua religione e sono fedeli a Lui e al Suo messaggio. Il Profeta (Psbl) informa che i migliori di questa comunità sono i suoi compagni (che Allah sia contento di loro), e i seguaci di questi compagni. Secondo Abdullah Ibn Massoud (che Allah sia contento di lui), il Profeta (Pbsl) disse:”La migliore generazione dei compagni è mia, poi la prossima e poi la prossima”.Questi compagni, élite, chiamati “buoni”, sono portatori di scienza, da cui dissipano la deviazione degli estremisti, l’innovazione delle persone dai falsi e l’interpretazione errata degli ignoranti. Allah, Gloria a Lui, li ha resi omaggio ai Compagni del Profeta (Pbsl), qualificandoli come benefattori e accettandoli. Preparò per loro i giardini sotto i quali scorrono fiumi dicendo: “Allah Si è compiaciuto dell’avanguardia degli Emigrati e degli Ausiliari e di coloro che li hanno seguiti fedelmente, ed essi sono compiaciuti di Lui. Per loro ha preparato Giardini in cui scorrono i ruscelli dove rimarranno in perpetuo. Questo è il successo immenso.”

Quei seguaci furono i più vicini all’era del Profeta (Pbsl), furono la seconda generazione dopo quella dei compagni del Profeta, dopo di loro arrivo’ la prossima generazione dei seguaci (che Allah si compiaccia di loro). A questo proposito, affermo’ l’Imam Al Bosseiri: furono tutti ispirati dal Messaggero di Allah

Abbondante irrigazione del mare o una leggera pioggia. Quanti seguaci avevano accompagnato i Compagni (che Allah sia contento di loro) da loro avevano imparato la scienza. I compagni testimoniarono il loro favore sia della grazia che della conoscenza.La testimonianza di Ibn Omar (che Allah sia contento di lui) a favore di Said Ibn Al Mossayeb (che Allah sia soddisfatto di lui) è citata a questo proposito:”Giuro su Allah che è uno dei Mufti(giuristi islamici), dicendo anche:”Chiedete a Said Ibn Al Mossayeb, ha accompagnato i virtuosi. Ha detto che ha dato fatwa in presenza dei compagni.”Alla Mecca, ‘Attaa Ibn Abu Rabbah condosse sessioni di fatwa dopo la morte dello studioso della comunità Abdullah Ibn Abbas (che Allah sia contento di lui e di suo padre). Quando Abdullah Ibn Omar(che Allah sia contento di lui e di suo padre) venne alla Mecca, la gente lo interrogò, disse loro: O Meccani, voi mi preparate le domande mentre c’e’ in mezzo a voi Attaa Ibn Abu Rabbah?Quanti seguaci furono resi noti dall’amore che portarono al Profeta (Pbsl). Al Hassan Al Bassri, quando recitò l’Hadith relativo alla storia della nostalgia del tronco dell’albero per il Profeta (Pbsl), disse:” O servi di Allah! Il tronco dell’albero è nostalgico per il Profeta (Pbsl), a priori, dovete essere più appassionati per lui. L’Imam Malek è stato interrogato: quando hai saputo di Abu Ayoub As-Sechtiani? Ha risposto: ha fatto due volte il pellegrinaggio due volte senza ascoltarlo, l’ho appena guardato.”

Ma quando fu menzionato il nome del Profeta (Pbsl), pianse finché non provai pietà per lui. A causa della loro stima per il Profeta (Pbsl), riportarono i suoi Hadith solo a un buon ritmo e con un aspetto migliore. I loro seguaci furono così formati. Abu Salmah Al Khozai (che Allah sia contento di lui) disse: Quando Malek Ibn Anas voleva uscire per recitare gli hadith, compiva abluzioni quanto quelle per la preghiera. Indossava i suoi abiti migliori, si pettinava la barba. Lo abbiamo chiesto su questo argomento, disse: Con questo atteggiamento rendo omaggio all’Haddith del Messaggero di Allah (Pbsl).

Ce ne sono alcuni che il Profeta (Pbsl) chiamò uomini buoni come Oweis Al Qarni che era molto grato a sua madre. Il Profeta (Pbsl) lo ha evocato ai suoi Compagni come un uomo le cui evocazioni ricevono risposta. Secondo Omar Ibn Al Khattab (che Allah sia contento di lui): ho sentito il Profeta (Pbsl) dire: “Tra i migliori seguaci ci sarà un uomo di nome Oweis, vive con suo madre. Ha la pelle bianca. Comandagli di invitare Allah a perdonarti.”

Quando gli yemeniti arrivarono a Omar, lo stava cercando tra loro. Quando lo incontrò, gli chiese di perdonarlo. Oweis disse a Omar: Sei tu che dovresti piuttosto invocare perdono a mio favore; sei il Compagno del Messaggero di Allah (Pbsl). Omar ha insistito sul fatto che Oweis chiedesse perdono a suo favore.

È grazie ai compagni del Messaggero di Allah (Pbsl), I seguaci impararono il vero Islam. Imam Al Hassan Al Bassri (che la pace di Alla sia sulla sua anima), uno dei grandi seguaci, quando gli fu chiesto: Sei un credente? Rispose: Esistono due tipi di fede: se mi chiedi di credere in Allah, i suoi angeli, i suoi libri, i suoi messaggeri, in paradiso, la risurrezione e il Giudizio Finale, io sono credente. Se mi fai la domanda sul detto di Allah, Gloria a Lui”I veri credenti sono quelli il cui cuore trema quando si menziona Allah. E quando i Suoi versi vengono recitati per loro, aumenta la loro fede. E ripongono la loro fiducia nel loro Signore. Coloro che eseguono Salat e spendono [nel sentimento di Allah] di ciò che abbiamo loro attribuito. Questi sono, in verità, i credenti: », giuro su Allah che non so se sono tra loro o no. Al Beihaqi disse: Al Hassan non esita per la base della fede, ma riflette sulla perfezione della fede dalla quale Allah promette ai credenti del Paradiso nel Suo detto: “a loro di (alti) gradi al loro Signore, oltre al perdono e alla generosa dotazione.”

Sufian Al Thawry(che la pace di Allah sia sulla sua anima) disse: Per noi, la vera scienza sta nel trovare il permesso in prova autentica. Per quanto riguarda l’impegno rigoroso, tutti lo possono implementare. Al Azraq Ibn Qais disse:”Eravamo sul bordo di un fiume ad Ahwaz la cui acqua si stava prosciugando

Abu Barazah Al Aslami è venuto su un cavallo, ha pregato lasciando il cavallo accanto. Il cavallo saltò, quindi interruppe la sua preghiera, seguì il cavallo, lo prese e tornò per completare la sua preghiera. Tra noi c’era un uomo istruito che ha detto, guarda questo vecchio che ha interrotto la sua preghiera a causa di un cavallo. L’uomo tornò dicendo: Per Allah, nessuno mi rimproverò per la morte del Messaggero di Allah (Pbsl).Continuò: la mia casa è lontana. Se avessi continuato la mia preghiera lasciando il mio cavallo, non sarei stato in grado di tornare alla mia famiglia fino al calar della notte. Sono ispirato nel mio comportamento dal Profeta (Pbsl) che, quando gli è stata offerta un’opzione tra due cose, ha optato per la più facile, a meno che non sia un peccato. Fu il Profeta (Pbsl) che disse: “rendilo facile, non renderlo difficile, porta la buona notizia e non la cattiva” e “quando la flessibilità è in una societa’, la abbellisce e quando manca in un caso, lo rende cattivo”.Hanno anche implementato i comportamenti della misericordia, della solidarietà e dell’affetto verso gli altri in modo pratico nella loro vita. Ali Ibn Al Hussein Ibn Ali (che Allah sia contento di lui) ha dato ampiamente tanti soldi ai poveri in modo segreto senza che nessuno lo conoscesse. Quando mori’, i poveri persero il loro padrino. E durante i rituali del suo funerale, trovarono delle tracce sulla sua schiena e sulle spalle, perche’ portava i cibi e tante cose ai poveri con le proprie mani. Si è quindi realizzato che era lui che veniva da loro di notte. È stato riferito che era responsabile delle spese di un centinaio di famiglie a Medina.

I seguaci furono solidali ed emotive non solo nei confronti dei musulmani, ma anche dei non musulmani. Il nostro maestro Omar Ibn Abdel Aziz scrisse al suo prefetto a Bossera: esamina i detentori di patti nel vostro dipartimento, in particolare quello dell’età avanzata, della forza precaria e dei profitti mancati. Dedicagli dal Tesoro la giusta quantità.

È ispirato a questo proposito dall’atteggiamento di Omar Ibn Al Khattab (che Allah sia contento di lui) quando vide un vecchio del Popolo del Libro impegnato a chiedere l’elemosina. Omar disse: Per Allah, non eravamo giusti con lui quando abbiamo mangiato il frutto della sua giovinezza e poi abbiamo umiliato la sua vecchiaia”. Quindi gli diede un pagamento mensile dalla Casa del Tesoro.

Nel suo patto con gli abitanti di Hiraa, Khaled Ibn Al Walid (che Allah sia contento di lui), incluse: Chiedo che quando si tratta di un vecchio incapace di lavorare o soffrire di ‘un handicap, o un uomo ricco che è impoverito, sarà a spese della Casa del Tesoro”. Seguirono tutti l’esempio del Messaggero di Allah (Pbsl) e applicarono la vera religione. Allah, Gloria a Lui, disse: “Allah non ti proibisce di essere benefico ed equo nei confronti di coloro che non ti hanno combattuto per la religione e non ti hanno cacciato dalle tue case. Allah ama le persone eque”.

La loro misericordia non era limitata all’uomo; si estendeva all’animale e all’uccello, tra gli altri. Omar Ibn Abdel Aziz scrisse al suo prefetto in Egitto:”Sono informato che in Egitto ci sono cammelli da trasporto, ognuno di essi porta 1000 ratl (circa 400 chili). Quando ricevi i miei scritti, assicurati che il carico di un cammello non superi i 600 ratl (circa 250 kg.). Dia ordini agli uomini di trattare con ringraziamenti i cammelli, non di umiliarli. Omar si ispira alla condotta del Messaggero di Allah (Pbsl) quando disse al titolare del cammello: “Abbi pietà per questa bestia che Allah ti ha concesso, perché mi sono lamentato della sua sventura e sofferenza.”

Detto questo, imploro il perdono di Allah sia per me che per voi***Lode ad Allah, Signore dell’Universo, che la pace e le benedizioni di Allah siano conferite all’onesto Profeta, alla sua famiglia, ai suoi compagni e ai loro giusti seguaci fino all’Ultimo Giorno.Quindi … i miei fratelli nell’Islam!

Tra le più grandi qualità dei  seguaci del Profeta (Pbsl), c’è la tolleranza e l’indulgenza verso le persone. Erano i più flessibili ed emotivi riguardo ai loro colloqui. Secondo Qatada (che Allah sia contento di lui), siamo entrati nella casa di Al Hassan Al Bassri mentre dormiva, accanto alla sua testa c’era un cestino. L’abbiamo tirato.C’erano pane e frutta. Ci siamo arresi per mangiarlo. Si svegliò, ci vide, sorrise e cominciò a leggere “o quelle (case) dei tuoi amici; non c’è imbarazzo per te. ” Secondo Djarir Ibn Hazem (che Allah sia contento di lui): siamo rimasti da Al Hassan fino a mezzogiorno. Suo figlio ci disse: lascia stare lo sceicco. Non ha mangiato o bevuto nulla. Al Hassan disse a suo figlio: Lasciali soli, da parte di Allah, mi piace solo la loro vista. Ciò mostra la negazione di sé, la buona conoscenza della virtù della scienza e il valore della religione di Allah, Gloria a Lui, per le anime. Questo dovrebbe essere una morale per ciò che viene avanti per parlare alla gente della religione di Allah. Il suo discorso deve essere basato sulla scienza, altrimenti andrà fuori strada e diventera’ fuorviato. Il Profeta (Pbsl) disse: “Allah, Gloria a Lui, non strappa la scienza dalle anime dei servi. Lo strappa con la morte dei scienziati. Quando gli scienziati sono assolutamente carenti, la gente prenderà élite ignoranti. Quando vengono interrogati, daranno fatwa senza erudizione per fuorviare e allontanarsi”.

I seguaci erano modelli per i loro successori. L’Imam Malek Ibn Anas (che Allah sia contento di lui) è stato uno dei seguaci. Abu Jaffer Al Mansour gli ha chiesto di scrivere il libro di Al Mowata per diffonderlo nei vari paesi musulmani, dicendo: Ho intenzione di fare copie del tuo libro e inviarne uno in ogni paese. Ho intenzione di ordinare loro di implementarlo senza andare oltre in materia di hadith, perché sento che la base della scienza è la diffusione dai medinani. Malek disse, ma no, o comandante dei credenti. La gente aveva ricevuto detti, hanno ascoltato hadith, ognuno di loro aveva adottato ciò che aveva ricevuto per primo, lo aveva messo in vigore e lo aveva scelto separatamente dagli altri. Respingerli da ciò che credono sia rigore. Lascia che le persone si comportino secondo ciò in cui credono. Al Mansour disse: giuro che se mi segui su questo argomento, lo ordinerò. Un resoconto dell’Imam Ach-Shafi’i è dato come un’illustrazione di modestia e buona comprensione. Il suo discepolo Younes Ibn Abdel ‘Ala. Younes lasciò arrabbiata l’assemblea del suo padrone. Di notte, Younes sentì una voce sbattere alla sua porta. Disse, chi è alla porta? Ash-Shafi rispose: è Mohamad Ibn Idriss. Younes ha detto: ho pensato anche a tutti i chiamati tranne Al Ash-shafii. Quando ho aperto la porta, sono stato sorpreso di vederlo . Al Ash-shafii disse: O Younes! Centinaia di domande ci riuniscono e solo uno ci disunisce !!! Younes, non tentare di trionfare in tutte le controversie. A volte vincere i cuori è meglio che vincere le situazioni. Younes, non demolire i ponti che hai costruito e preparato, potresti mai aver bisogno di tornare di nuovo. Lo odio e non odio il suo autore. Odia la disobbedienza con tutto il tuo cuore, ma perdona il disobbediente. Younes, critica quello che dice, ma rispetta ciò che dice. La nostra missione è di sterminare la malattia e non i malati.

Possa Allah accettare la sua misericordia, Ash-shafie, che disse; Adoro i virtuosi, anche se non ne faccio parte.Possa io, grazie a loro, avere intercessione. Odio quelli il cui commercio è la disobbedienza anche se condividiamo gli stessi prodotti.

I nostri nobili dotti hanno preso la stessa strada. Erano i modelli giusti da seguire per sopportare la religione di Allah, per comprenderla correttamente, per essere caratterizzata dalla propria morale e per trasmetterla a tutta l’umanità con saggezza e buona esortazione. O Allah, mettici tra quelli che lo ascoltano e adottano il meglio. Questi sono guidati da Allah e quelli dotati di ragione.