La protezione degli interessi e degli affari pubblici

Lode ad Allah, Signore dell’Universo, che dice nel Nobile Corano:”Aiutatevi l’un l’altro in carità e pietà e non sostenetevi nel peccato e nella trasgressione. Temete Allah, Egli è severo nel castigo.” Rendo testimonianza che non esiste divinità oltre Allah, l’Uno senza alcun associato, e che il nostro Maestro e Profeta Mohammad è il Suo servitore e messaggero . O Allah, concedi la tua pace e benedizioni a lui, alla sua famiglia, ai suoi compagni e a coloro che li seguono con rettitudine fino all’Ultimo GiornoSeguitando in merito,

l’Islam fece costruire un vera Umma, cioe’nazione, con forti basi e pilastri, invitando la gente a proteggerla e diffenderla. Inoltre, l’Islam fece della protezione dell’interesse pubblico una responsabilita’ comune e condivisa da tutti gli individui dell’Umma.

Quando la consapevolezza si cresce tra i cittadini della nazione verso il valore e l’importanza dell’interesse pubblico, si rafforzano i principi della collaborazione e della solidarieta’ per proteggerlo e cosi’ la societa’ s’unisce come un intero e unico corpo. Di questo, il Profeta(Pbsl) dice:”Vedi i credenti per quanto riguarda il loro essere, misericordiosi tra loro e mostrano amore tra loro ed sono gentili, assomigliando a un solo corpo, in modo che, se qualsiasi parte del corpo non sta bene, l’intero corpo condivide l’insonnia e la febbre. “

Indubbiamente, uno degli elementi più importanti per preservare gli affari pubblici è quello di dare priorita’ all’ampio interesse pubblico a beneficio di tutte le persone rispetto agli stretti interessi privati ​​a vantaggio di pochi individui, al fine di salvare l’anima umana dai mali dell’egoismo, perche’ l’interesse pubblico comprende tutto quello che da’ una vita alla società nel suo insieme, materialmente e moralmente, portando il bene e il beneficio alle persone e le protegge dal male, cio’ che realizza, anche, la protezzione della nazione, la stabilità e l’integrità territoriale e senza dubbio per raggiungere il bene della nazione e l’intera società. Tutto questo rappresenta delle priorita’.

Il Nobile Corano afferma l’importanza della protezione dell’interesse pubblico rispetto all’interesse privato e questo era il metodo dei profeti e messaggeri. Allah, l’Onnipotente, inviava i profeti per il benificio delle proprie comunita’ e per realizzare il bene a tutta la gente senza aspettare una ricompensa materiale o morale. Di questo disse Allah sulla lingua del Profeta Noe’       (che la pace di Allah sia su di lui):”O popol mio, non vi chiedo alcun compenso. La mia ricompensa è in Allah. Non posso scacciare quelli che hanno creduto e che incontreranno il loro Signore. Vedo che siete veramente un popolo di ignoranti.”

Allah disse anche sulla lingua di uno dei profeti :”O popol mio, non vi domando nessuna ricompensa, essa spetta a Colui Che mi ha creato. Non capirete dunque?”

La legge religiosa, cioe’ Sharia,venne in accordo con la mente, e commisurata ad essa, e incoraggiando le persone a fare delle cose che potrebbero realizzare l’interesse pubblico a tutti i cittadini del paese, tra cui ricordiamo: Soddisfare i bisogni necessari della società e tenere conto della giurisprudenza della realtà, se l’esigenza per la società e’ di costruire ospedali e attrezzarli per prendersi cura dei poveri, quindi e’ una periorita’. E se c’e’ esigenza per costruire delle scuole, degli instituti, fare le manutenzioni, le attrezzature, sostenere gli studenti e curarli, quindi e’ una priorita’. La priorità per questo, sebbene vi sia un urgente bisogno di facilitare il matrimonio insolvente e il pagamento del debito per i debitori, alleviare l’indebitamento dei debitori, la priorità per questo, l’eliminazione dei bisogni delle persone e soddisfare i requisiti della loro vita di doveri legittimi e nazionali, dice il Profeta(Pbsl):”Non ha fede quello che dorme con lo stomaco pieno, mentre sa che il suo vicino ha fame.” Tra cui, anche, ricordiamo: la conservazione del patrimonio pubblico, condiviso da tutti i cittadini, e la santità del patrimonio pubblico più della santità del patrimonio privato; a causa dei molti diritti ad esso correlati e della molteplicità dei conti a lui spettanti, e quindi messo in guardia l’Islam da danni, furti o danni ad esso, di questo Allah, l’Altissimo,dice:” L’inganno non s’addice a un Profeta. Chi inganna porterà seco il suo inganno nel Giorno della Resurrezione, e ogni anima sarà ripagata per quello che avrà meritato. Nessuno sarà frodato }, il patrimonio pubblico appartiene a tutte le persone, e non a certe persone. I responsabili della gestione di tal patrimonio devono essere sinceri e onest.Nessuno ha il diritto di trasgredire quel patrimonio pubblico, perche’ questo si considera tradimento e ingiustizia nei confronti di tutta la gente.
L’Islam ha anche ordinato la conservazione di servizi pubblici, come case di culto, scuole, ospedali, giardini, ecc., Poiché appartengono a tutti, a beneficio di tutti, e ha avvertito la gente di fare abusi, sprechi o bottino contro di essi. Di questo dice Allah, l’Onnipotente:”Non spargete la corruzione sulla terra, dopo che è stata resa prospera. InvocateLo con timore e desiderio. La misericordia di Allah è vicina a quelli che fanno il bene); tutto questo indica che non e’ consentito a qualsiasi persona di usufruire il patrimonio pubblico a suo modo inappropriato,sostenendo di avere un diritto comune in esso, e questo è un malinteso!
Dobbiamo preservare, proteggere e sviluppare i servizi pubblici, perché non e’ una proprieta’ privata, e non appartiene a uno specifico gruppo in un determinato momento; ma e’ una proprieta’ comune per noi e per la prossima generazione. E ci sono diritti da conservare per quesi servizi pubblici, come la conservazione del diritto delle vie, e di questo disse il Profeta:”Evitare di sedervi nelle vie” La gente allora disse: “O messaggero di Allah: non possiamo fare a meno di quei luoghi di incontro in cui conversiamo”. Quindi disse: “Beh, se dovete farlo, quindi dovete conversare alle vie i propri diritti.” “Chiesero:” Quali sono i diritti dovuti delle vie? “Rispose:” Abbassare lo sguardo, astenersi da qualsiasi cosa offensiva, restituire saluti, ingiungere il diritto (Ma’ruf) e vietare le azioni malvagie.”Il Messaggero di Allah (Pbsl) disse, anche,: “la fede ha sessanta rami dispari o settanta dispari. La più alta di tutte queste è la testimonianza di Fede:” Non esiste un vero dio tranne Allah) mentre il minimo è la rimozione di oggetti dannosi dalla via”. E la timidezza è un ramo della fede “.Tra cui: Lo svolgimento del servizio nazionale, che è uno degli impegni più importanti svolti dall’uomo nei confronti della sua religione e patria, che è la prova della sua lealtà nei confronti del suo paese e della sincerità di appartenenza ad esso e di amarlo. La patria e l’onore hanno la stessa posizione e valore per il verso musulmano come la propria anima, la religione, le proprieta’ e i patrimoni. Tale servizio semina nell’anima tutti i segnificati della nobilta’ e precetti previsti dalla nostra religione. Di questo dice il Profeta(Pbsl):” Occhi non saranno toccati dal Fuoco; Occhi che piangono dal timore di Allah e occhi che  custodiscono la gente per amore di Allah”.È nell’interesse pubblico, anche, osservare – per motivi di affari pubblici – i trattati tra lo Stato e altri Stati, organizzazioni o istituzioni estere: qualsiasi atto religioso, intelletuale o legale deve essere istituzionale emesso dai responsabili o i loro rappresentanti.Chiunque parli di tali questioni dovrebbe prendere in considerazione tutte le circostanze sociali, nazionali e internazionali relative a ciò di cui sta parlando, in modo che non vengano emesse alcune opinioni individuali affrettate e fatwa negli affari pubblici, in un modo che si scontra con la realtà o si scontra con le leggi, trattati e convenzioni internazionali

Allah, l’Onnipotente, dice:” O voi che credete, rispettate gli impegni”. Questo verso in generale, include tutti i contratti, le alleanze e gli obblighi commessi dall’uomo con gli altri, e il nostro Profeta (Pbsl) ordina i musulmani di rispettare gli impegni e le promesse tranne quei che violano gli ordini di Allah.

Il Profeta(Pbsl) ci da’ un bell’esempio nel rispetto dei trattati, se anche con i miscredenti, come fece nel trattato di Hudayba quando fece restituire uno dei compagni a Quraish per non violare il trattato.

Parlare degli affari pubblici – senza consapevolezza o comprensione – potrebbe condurre a tanti pericoli nella struttura dello stato e nel suo interno, perche’ fa di essi un materiale del sacrasmo e per questo Allah c’ordina di consultare quelli che sanno e hanno delle informazioni attendibili. E di questo Allah dice:” Se giunge loro una notizia, motivo di sicurezza o di allarme, la divulgano. Se la riferissero al Messaggero o a coloro che hanno l’autorità, certamente la comprenderebbero coloro che hanno la capacità di farlo. Se non fosse stato per la grazia di Allah che è su di voi e per la Sua misericordia, certamente avreste seguito Satana, eccetto una piccola parte di voi.”

Dico questo e chiedo il perdono di Allah, per me e per voi.

***

Lode ad Allah, Signore dei mondi, testimonio che non c’e’ Dio che Allah, L’Unico, e testimonio che il nostro Maestro e Profeta Mohammad e’ il suo Servitore e Messagero, Pace e benedizioni di Allah su di Lui e sulla sua famiglia e sui suoi compagni e su tutti che li seguino con carita’ fino al giorno del Giudizio Universale.

Fratelli e sorelle nell’Islam

Il concetto di affari pubblici va oltre gli interessi limitati dell’individuo alle preoccupazioni delle masse, per questo motivo l’amministrazione degli affari pubblici non e’ comune, il fatto che implica che ci cono delle persone autorizzate a dirigerli, come i responsabili della sicurezza nazionale, e altri che dirigono gli affari sociali e politici, istituzionali e scientifici.
e Si dice che se il diligente nel suo campo di competenza ha torto, ha una ricompensa e se si sforza di fare del meglio avra’ due ricompense. Questo vuole dire che se una persona non ha delle comptenze e cerca di emettere delle fatwa o giudizi riguardanti gli affari pubblici, e questi sono errati, commette un grande peccato. Di questo Allah dice:” se avete bisogno degli informazioni, dovete chiederle alle persone ben informate.” Cioe’ gli studiosi, i funzionari o i competenti, ciascuno nel proprio specifico campo.

Quindi, e’ proibito emettere una fatwa senza precedente conoscenza. Di questo Allah dice:”  Chi è più ingiusto di colui che inventa menzogne contro Allah o smentisce i segni Suoi? In verità gli ingiusti non prospereranno.”

Allah dice anche:” Non proferite dunque stravaganti invenzioni delle vostre lingue dicendo: “Questo è lecito e questo illecito” e mentendo contro Allah. Coloro che inventano menzogne contro Allah non avranno alcun successo,avranno godimento effimero e poi un castigo doloroso.

Il nostro Profeta(Pbsl):disse: “Se a qualcuno viene data una decisione legale ignorante, il peccato sara’ a carico di colui che l’ha data.”

I grandi compagni e seguaci (che Allah sia contento di loro) erano imbarazzati dall’emissione della fatwa, conoscendo la sua serietà; ecco Abu Bakr (che Allah sia contento di lui), dice: come potrei vivere in terra o sotto il cielo di Allah, se dico qualcosa che non esiste nel libro di Allah.”

Per questo motivi, i compagni e i seguaci non emittevano delle fatwa senza precedente conoscenza. Anche gli angeli dicono nel Nobile Corano:”  Essi dissero: “Gloria a Te. Non conosciamo se non quello che Tu ci hai insegnato: in verità Tu sei il Saggio, il Sapiente”, per non dire qualcosa sfondata.
Ha detto Abdul Rahman bin Abi Laila: ho vissuto tra cento venti dei sostenitori del Profeta, nessuno di loro emitteva una fatwa senza consultare gli altri.”
La protezione dell’interesse pubblico e’ una responsabilita’ comune, ciascuno nel proprio posto e campo,in base alla sua comptenza. E di questo il Profeta (Pbsl) disse:”Tutti voi siete responsabili dei vostri sudditi. Il sovrano è un guardiano dei suoi sudditi, l’uomo è un guardiano della sua famiglia, la donna è una guardiana ed è responsabile della casa del marito e la sua progenie; e così tutti voi siete responsabili dei vostri sudditi.

Molte persone possono sottovalutare ciò che parlano, ciò che scrivono o ciò che condividono sulle pagine dei social media, e alcune persone possono persino vederlo come una forma di intrattenimento e non si rendono conto che questo e’ una  demolizione usata dalle persone della menzogna nel loro conflitto con le persone della verità,e cosi vediamo la nazione di un corpo interrogarsi e tradirsi a vicenda;Pertanto, il Profeta (Pbsl) dice:”È sufficiente che un uomo mentisca con tutto ciò che ha ascoltato.”Se una persona parla con ogni sorta di bugie, viene punita severamente nell’Aldilà. Quante parole false raggiungono gli orizzonti, quindi causeranno il tormento del suo proprietario nel Giorno della Resurrezione.Il Profeta(Pbsl) disse: “Un servitore (di Allah) può pronunciare una parola che piace ad Allah senza dargli molta importanza, e per questo Allah lo porterà a gradi (di ricompensa): un servitore (di Allah) può pronunciare una parola (incautamente) che dispiace ad Allah senza pensare alla sua gravità e per questo verrà gettato nell’Inferno-Fuoco “Ciò richiede cautela e prudenza, e non entrare in ciò che non conosciamo o fatwa senza conoscenza.Allah,l’Onnipotente, c’ha ordinato di verificare, di non essere guidati dietro i sabotatori, di controllare tutte le notizie che ci arrivano.Allah dice:”O credenti, se un malvagio vi reca una notizia, verificatela, affinché non portiate, per disinformazione, pregiudizio a qualcuno e abbiate poi a pentirvi di quel che avrete fatto.”
Il Profeta (Pbsl) disse: La deliberatezza viene da Allah e la fretta viene dallo Ash-shaitan cioe’ dal diavolo”

 Ciò di cui abbiamo bisogno per essere consapevoli del valore degli affari pubblici, della prevalenza dell’interesse pubblico e della percezione dei pericoli che sono intessuti intorno a noi, e vogliono farci scivolare dentro come gli altri, dobbiamo prendere delle lezioni dei disasteri degli altri  e fare i nemici della religione e della nazione perdere tale opportunita’, e dimostrarci uniti, per non cadere nelle macchinazioni dei nostri nemici. Dobbiamo diffondere la fiducia tra noi e cooperare su ogni bene che riguarda tutte le persone.

O,Allah, aiutaci a rispettare i diritti della nostra patria e salvare il nostro popolo, i governatori dei nostri affari, il nostro esercito e la nostra polizia, e rendere il nostro caro Egitto sicuro, generoso, prospero e il resto dei mondi.