Diritto del bambino ad una corretta educazione, una
vita dignitosa e la speranza di un domani migilore
10 Jumada al-ula 1437 – 19 Febbraio 2016

awkaf-

Primo: Gli elementi

1. I bambaini sono un dono di Allah che dovrebbe essere ringraziato.

2. L’attenzione e la cura dell’Islam per i bambini. 

3. Le basi di una corretta educazione dei bambini. 

3.1. Scegliere un nome migliore.

3.2. Allattamento naturale.

3.3. La benevolenza e l’allontanamento della crudeltà e della severità.

3.4. Trattalrli tutti con giustizia e ugualianza.

4. La necessità di creare una vita dignitosa per i bambini.

5. L’importanza della speranza nella nostra vita.

Secondo: Le prove dal Corano e dalla Sunnah:

Le prove dal Corano: 

1. Allah dice: “Appartiene ad Allah la sovranità dei cieli e della terra. Egli crea quello che vuole. Concede femmine a chi vuole e, a chi vuole, maschi; Oppure concede maschi e femmine insieme e rende sterile chi vuole. In verità Egli è il Sapiente, il Potente.” (Corano Sura XLII, 49-50)

2. Allah dice: “Allah vi ha dato spose della vostra specie, e da loro vi ha dato figli e nipoti e vi ha concesso le cose migliori. Crederanno al falso e disconosceranno la benevolenza di Allah?” (Corano Sura XVI, 72)

 3. Allah dice: “Per coloro che vogliono completare l’allattamento, le madri allatteranno per due anni completi . Il padre del bambino ha il dovere di nutrirle e vestirle in base alla consuetudine. Nessuno è tenuto a fare oltre i propri mezzi. La madre non deve essere danneggiata a causa del figlio e il padre neppure. Lo stesso obbligo per l’erede . E se, dopo che si siano consultati, entrambi sono d’accordo per svezzarlo, non ci sarà colpa alcuna. E se volete dare i vostri figli a balia, non ci sarà nessun peccato, a condizione che versiate realmente il salario pattuito, secondo la buona consuetudine. Temete Allah e sappiate che in verità Egli osserva quello che fate.” (Corano Sura II, 233)

 4. Allah dice: “O voi che credete, temete Allah e che ognuno rifletta su ciò che avrà preparato per l’indomani. Temete Allah: in verità Allah è ben informato di quello che fate.” (Corano Sura LIX, 19)

5. Allah dice: “Coloro che avranno creduto e che saranno stati seguiti nella fede dalla loro progenie, Noi li riuniremo ai loro figli. Non diminuiremo in nulla il merito delle loro azioni, poiché ognuno è pegno di quello che si sarà guadagnato.” (Corano Sura LII, 21)

6. Allah dice: “E [ricorda] quando Luqmân disse a suo figlio: «Figlio mio, non attribuire ad Allah associati. Attribuirgli associati è un’enorme ingiustizia». Abbiamo imposto all’uomo di trattare bene i suoi genitori: lo portò sua madre di travaglio in travaglio e lo svezzò dopo due anni:  «Sii riconoscente a Me e ai tuoi genitori . Il destino ultimo è verso di Me. E se entrambi ti obbligassero ad associarMi ciò di cui non hai conoscenza alcuna, non obbedire loro, ma sii comunque cortese con loro in questa vita e segui la via di chi si rivolge a Me. Poi a Me farete ritorno e vi informerò su quello che avrete fatto».  « O figlio mio, anche se fosse come il peso di un granello di senape, nel profondo di una roccia o nei cieli o sulla terra, Allah lo porterà alla luce . Allah è dolce e ben informato. O figlio mio, assolvi all’orazione, raccomanda le buone consuetudini e proibisci il biasimevole e sopporta con pazienza quello che ti succede: questo il comportamento da tenere in ogni impresa. Non voltare la tua guancia dagli uomini e non calpestare la terra con arroganza: in verità Allah non ama il superbo vanaglorioso.  Sii modesto nel camminare e abbassa la tua voce: invero la più sgradevole delle voci è quella dell’asino»” (Corano Sura XXXI, 13-19)

 7. Allah dice: “O credenti, preservate voi stessi e le vostre famiglie, da un fuoco il cui combustibile saranno uomini e pietre e sul quale vegliano angeli formidabili, severi, che non disobbediscono a ciò che Allah comanda loro e che  eseguono quello che viene loro ordinato.” (Corano Sura LXVI,6)

Le prove dalla Sunnah:

1.Abd Allah riferiva ciò che aveva affennato il Profeta – Iddio lo benedica e gli dia eterna salute -. “Ciascuno di voi è un pastore e ciascuno di voi è responsabile… L’imam è un pastore ed è responsabile; l’uomo è un pastore sulla sua famiglia, ed è responsabile; la donna è una pastora sulla casa del suo sposo, ed è responsabile. E lo schiavo è un pastore sul denaro del suo signore, ed è responsabile. Così ciascuno di voi è pastore e ciascuno è responsabile.”

  1. Riporta Ma’qil ibn Yasar -Dio ne sia compiaciuto- che l’Inviato d’Iddio su di lui la pace e le benedizioni disse: “Alla persona che Dio ha reso responsabile sugli altri che muoia un giorno in cui è stato con loro sleale è precluso il Paradiso.”

    3. Abu al-Abbas Abdullah figlio di Abbas (Allah si compiaccia di lui) racconta: “Un giorno mi trovavo dietro (1) il Profeta (pace su di lui) ed egli mi disse: <Giovanotto, ti insegnerò qualche parola. Ricordati sempre di Allah ed Egli ti proteggerà. Ricordati sempre di Allah e te lo troverai davanti. Se tu chiedi, chiedi ad Allah. Se tu cerchi aiuto, chiedilo ad Allah. Sappi che se l’intera comunità si riunisse per farti beneficiare di qualcosa, non potrebbe farlo che della sola cosa che Allah ha già scritto per te. Ormai le penne sono alzate e le pagine scritte sono asciutte>”

    4. Riporta ‘Abdullah ibn ‘Amr ibn al ‘As -Dio ne sia compiaciuto- : Ho sentito l’Inviato di Dio dire: “Basta come peccato per un uomo essere negligente nei confronti di coloro che mantiene.”

  2. Sa’d – sia soddisfatto Iddio di lui – raccontò: Il Profeta – Iddio lo benedica e gli dia eterna salute – mi veniva a trovare nel periodo in cui ero malato, aIla Mecca. Un giorno dissi: Io ho del denaro.. Devo lasciarlo in testamento tutto? No! La metà? No! Un terzo almeno? Un terzo. E guarda che un terzo è molto… Lasciare i tuoi eredi ricchi è meglio che lasciarli in miseria a mendicare tendendo le mani alla gente. In fondo, tutto quanto tu eroghi è contato per te come elemosina, perfino quel pezzetto di cibo che porti alla bocca di tua mogIie. Forse Iddio ti eleverà, si che alcuni trarran vantaggio da te, mentre altri avran danno per cagion tua.

    6. Riporta Thauban -Dio ne sia compiaciuto- che l’Inviato di Dio -su di lui la pace e le benedizioni d’Iddio- disse: “Il miglior dinaro speso da un uomo è quello speso per la sua famiglia, ed il dinaro speso per il suo animale sulla via di Dio, e il dinaro speso per i suoi Compagni sulla via di Dio.

Disse Abu Qilaba: Ha iniziato con la famiglia. E disse ancora (Abu Qilaba): Quale uomo è più ricompensato di colui che spende per i piccoli della sua famiglia e per questo Dio dà loro benefìci e li arricchisce.”

7. Ibn Umar (rahimahullah – che Allah abbia misericordia di lui) ha detto: “Educate i vostri bambini come si deve, perché in verità voi siete responsabili per loro e verrete chiesti riguardo la loro educazione. (Shu’ab al Iman 8295)

8. Il profeta ‘Pace e benedizione su di Lui’ dice: “Nel Giorno della Resurrezione, sarete chiamati col vostro nome e col nome dei vostri padri: scegliete dunque dei bei nomi” (riportato da Abû Dâwûd).

9. ‘Amir raccontò d’aver sentito al-Nu’man figlio di Basir sia soddisfatto Iddio di ambedue -dire, parlando dal minbar: Un giorno mio padre mi diede un dono, ma Amrah figlia di Rawabàh mia madre, intervenne: Non sarò contenta ,disse, finché non avrai chiamato a testimoniare l’Inviato di Dio -. Iddio lo benedica e gli dia eterna salute -!

Allora mio padre andò dall’Inviato di Dio – Iddio lo benedica e gli dia eterna salute – e gli disse: Ecco, io ho fatto un dono a mio figlio, quello che ho avuto da Amrah figlia di Rawabah. Adesso Amràh mi ha mandato a chiedere la tua testimonianza, o Inviato di Dio. Hai dato agli altri figli quanto hai dato a questo? No. Temete Iddio, disse, e comportatevi con equità verso tutti i vostri figli! Così, quando mio padre tornò; gli dovetti restituire il dono.

10. ‘Umar ibn Salama (che Allah abbia misericordia di lui) disse: “Stavo mangiando seduto sulle ginocchia del Profeta (Pace e benedizione su di Lui). Passavo la mano da una parte e dall’altra del piatto, quando egli (Pace e benedizione su di Lui) mi disse: “Piccolo, pronuncia il Nome di Allah l’Altissimo, mangia con la mano destra e prendi ciò che hai davanti”.

Terzo: Il tema: 

Il dono di avere un bambino è un dono grandioso che viene dopo la fede in Allah l’Altissimo, ed è un dono grandioso di cui si conserva la razza dell’essere umano, inoltre Allah sceglie chi vuole per un tale dono, dove  i bambini sono una benedizione divina Allah dice: “Appartiene ad Allah la sovranità dei cieli e della terra. Egli crea quello che vuole. Concede femmine a chi vuole e, a chi vuole, maschi; Oppure concede maschi e femmine insieme e rende sterile chi vuole. In verità Egli è il Sapiente, il Potente.” (Corano Sura XLII, 49-50, e con i bambini la vita si riempie con la gioia e la felicità, e che l’oscurità delle case si trasforma in luce, dove i bambini sono le candele di case, la gioia dei nostri occhi e sono l’ornamento di questa vita, Allah dice: “Ricchezze e figli sono l’ornamento di questa vita. Tuttavia le buone tracce che restano sono, presso Allah, le migliori quanto a ricompensa e [suscitano] una bella speranza.” (Corano Sura XVIII, 46). 

Infatti, una tale benedizione – il dono dei bambini – dovrebbe essere proseguita con la lode ad Allah, ricordiamo il fatto di Abramo ‘Pace e benedizione su di Lui’ dopo che Allah l’Altissimo gli ha donato il bambino dicendo: Lode ad Allah Che, nonostante la vecchiaia, mi ha dato Ismaele ed Isacco. In verità il mio Signore ascolta l’invocazione. O Signore, concedi a me e ad una parte della mia progenie di assolvere all’orazione. Esaudisci la mia preghiera, o Signor nostro!” (Corano Sura XIV, 39-40), perchè rendere lode ad Allah per i suoi doni in realtà li conservera, Allah dice: “ E quando il vostro Signore proclamò: << Se sarete riconoscenti, accrescerò [la Mia grazia]. Se sarete ingrati, in verità il Mio castigo è severo!»,” (Corano Sura XIV,7), e se intendiamo di creare una nuova generazione che consce Allah con i suoi diritti pure consce i diritti dei genitori, la patria e la società in generale, dovremmo occuparsi tutti di salavre le benedizioni divine e di non smettere mai di rendere lode ad Allah l’Altissimo.

In effetti, l’Islam nei suoi comandamenti ha preso cura dei bambini e la loro educazione, dove incitava sempre ad una educazione coretta che mantiene ai bambini stessi e ai loro genitori la felicità sia in questa vita che nell’altra, percio l’Islam ha preso cura del bambino prima che venisse alla vita, ordinando a chi vuole sposarsi di cercare una buona moglie, dato che, se nelle case esisterebbe una atmosfera di serenità e di religiosità si rispecchiano nel bambino. Il Profeta afferma ciò dicendo; “Abu Huraira(Che Allah si compiaccia di lui)  ha riportato che il Messaggero d’Allah (pace e benedizone su di Lui) ha detto: una donna può essere sposata per quattro motivi, per ciò che possiede, per il suo status, per la sua bellezza e per la sua religione, così cercate di prenderne una che sia religiosa, possa la vostra mano essere macchiata di polvere.’ (Libro 8, Hadith 3457)”

Si nota bene che l’Islam ha preso cura dell’infanzia prima dell’esistenza delle organizzazioni internazionali che si occupano dell’infanzia, per l’importanza di questa pericolosa tappa nella vita umana, dato che l’infanzia è una tappa fondamentale di ogni essere umano di cui si passa all’età adulta, perciò l’Islam ha preso cura dei bambini per fare che siano un incremento positivo, un elemento attivo nella società, creando dei diritti che aiutano non solo il bambino ma tutta la famiglia e la società intera.

L’Islam ha preso cura dell’infanzia e della vita del bambino dal primo momento in cui si è diventato un embrione nel grembo della madre, creando dei diritti – per l’importanza di questa tappa importantissima – che garantiscono per lui la sua umanità, il suo diritto nella vita, perciò l’Islam ha proibito l’aborto deliberatamente ed ha obbligato la cura delle donne in stato di gravidanza durante tutta la gravidanza ed l’ha concesso di non fare il digiuno nel mase di Ramadan se ci sarebbe una gravità sul bambino, finchè nascerà sano ed in modo naturale. Da Anas (Che Allah si compiaccia di lui) il Profeta (pace e benedizone su di Lui) dice: «Allah l’Altissimo ha liberato il viaggiatore dal digiuno e da metà della preghiera». (Questa tradizione è riportata da Mâlik e Bayhaqi).

E dagli aspetti della cura dell’Islam per il bambino è di sceglierlo un buon nome, dove l’Islam ha incoraggiato i genitori di scegliere per i loro bambini tra i migliori nomi, perchè un buon nome si rispecchia al bambinio e trasmette una serenità nell’animo, il profeta ‘Pace e benedizione su di Lui’ dice: “Nel Giorno della Resurrezione, sarete chiamati col vostro nome e col nome dei vostri padri: scegliete dunque dei bei nomi” (riportato da Abû Dâwûd). E ‘stato riferito che Samurah ibn Jundub (che Allah sia soddisfatto di lui) ha detto: il Messaggero di Allah (pace e benedizioni di Allah su di lui) disse: “Un bambino è riscattato dal suo ‘aqeeqah. Il sacrificio deve essere fatto per lui il settimo giorno, gli dovrebbe essere dato un nome e la sua testa dovrebbe essere rasata” (Narrato da al-Tirmidhi), ed il prfoeta (Pace e benedizione su di Lui) ha insegnato il suo popolo i nomi favoriti ed amati ad Allah, Da Ibn Umar (Che Allah si compiaccia di lui) il profeta ‘Pace e benedizione su di Lui’ dice: “I nomi migliori nell’opinione di Allah sono` Abdullah è Abdur-Rahman”. (Riportato da Muslim) ed il profeta ‘Pace e benedizione su di Lui’ ha impedito di chiamare i figli con nomi detestabili dice il profeta “Non chiamare tuo figlio Rabah, Yasar ‘sinistro’ , Aflah ‘Benefico’ , Nàfia ‘utile’).

Il motivo che non chiamiamo i nostri figli con i brutti nomi,  per la considerazione l’aspetto psicologico di un bambino, in modo da non causare lui ogni tipo di abuso psicologico, un uomo è venuto a Farouk Omar bin al-Khattab (che Allah sia soddisfatto di lui) lamentarsi a lui la disobbedienza suo figli, quando il figlio è venuto anche davanti Omar,   incolpare il figlio, perche non obbedire suo padre e dimenticare i suoi diritti,  Il figlio ha detto: O principe dei credenti,  non ci sono diritti del bambino dal padre? Egli ha detto: Sì, il figlio ha detto: o principe dei credenti, quali sono i diritti ? Omar ha detto : Per scegliere suo madre, e sceglie un buon nome a lui , ed insegnargli il Corano,  Il figlio ha detto: O principe dei credenti, mio padre non ha fatto nulla da queste cose , mia madre era  negra, ha fatto Samani (es: coleottero), e mi ha chiamato un brutto nome,  non mi ha insegnato una lettera dal corano, Omar si voltò verso l’uomo e gli disse: sei venuto a lamentarsi la disobbedienza di tuo figlio, e tu disobbedisci lui prima che lui disobbedirti.                                                                                      

Sufian ha detto: “il diritto del figlio dal padre, migliorare il suo nome, sposarlo quando diventare adulto , migliora il suo comportamento, perchè il buon scelto del nome aiuta il figlio a vivere una vita dignitosa, e fornisce un conforto psicologico di cui ha bisogno ogni volta che l’anonimato,perchè il nome è il dirizzo della personalita ,  dagli aspetti di cura dell’Islam per i bambini: che ha fatto la sua lattazione conosciuta e limitata,  Allah l’altissimo disse, Per coloro che vogliono completare l’allattamento, le madri allatteranno per due anni completi . Il padre del bambino ha il dovere di nutrirle e vestirle in base alla consuetudine. Nessuno è tenuto a fare oltre i propri mezzi. La madre non deve essere danneggiata a causa del figlio e il padre neppure. Lo stesso obbligo per l’erede e se, dopo che si siano consultati, entrambi sono d’accordo per svezzarlo, non ci sarà colpa alcuna. E se volete dare i vostri figli a balia, non ci sarà nessun peccato, a condizione che versiate realmente il salario pattuito, secondo la buona consuetudine. Temete Allah e sappiate che in verità Egli osserva quello che fate. (sura Al-Baqar . 233 ).  nel versetto passata cè un ordine per le madri a allattare i loro figli  per due anni completi, perchè il bambino a questa età ha bisogno di una certa qualità del cibo aiuta a costruire il suo corpo, e di meglio che il latte materno, che il consiglio di Allah per questo compito, Allah l’altissimo disse, Non conoscerebbe ciò che Egli stesso ha creato, quando Egli è il Sottile , il Ben informato . (sura Al-Baqar . 14 ).   se la madre ha una causa medicina che impedisce la madre a  allattare , o il bambino non ha voglia di allattare dal madre , o la madre è morta , in questo caso l’islam ordine il padre a portare  una balia a questo bambino .

Alcuni studi salute e psicologici hanno confermato che il periodo dell’allattamento determinato dal corano per due anni completi , è necessario per la crescita del bimbo esattamente, e per rafforzare il sentimento del bimbo con il calore e la tenerezza quando il bimbo avvicina da sua madre.

 Dai fondamenti della crescita dei figli correttamente : la fedeltà per loro e non usare la crudeltà e la severità con loro. perchè l’uso della mansuetudine genera sempre il  migliore.  da Aisha la madre dei credenti  (Allah sia soddisfatto di lei) che il Profeta (pace e benedizione  su di lui) ha detto: (O Aisha, Allah mansueto e ama la mansuetudine, e sta dando sulla mansuetudine e non sta dando sulla crudeltà ) (Sahih Muslim). la crudeltà e la severità nell’educazione dei figli e valutare il comportamento del bambino conduce  nella maggior parte dei casi, alla avversione dall’educatore,  e il suo odio, e non obbediscono le sue parole.

Come indicato nel hadith che il profeta (la pace e benedizione  su di lui) stava portando Hassan e Hussein (Allah sia soddisfatto di loro)  sulle spalle e giocava con loro , ed il suo principio era (pace e benedizione su di lui) nell’educazione dei figli l’uso della mitezza e la mansuetudine. a Ibn Buraidah, da suo padre, ha detto: mentre il messaggero di Allah (pace e benedizione  su di lui) predicava sul pulpito ,  Alhassan  e Hussein sono venuti, stanno indossando camicie rosse e stanno camminando , il profeta è sceso dal pulpito e portava loro, e disse  la verita di Allah ” I vostri beni e i vostri figli non sono altro che tentazione ” li ho visti camminare e non ho potuto aspettare , perciò sono sceso e ho portato loro, (Sunan Al Naisaiy).

L’educatore mansueto se era un padre o un insegnante, deve osservare questa grande fondazione dei fondamenti della educazione : trattare o comportare con mansuetudine e mitezza e lontano dalla crudeltà e severità, e la gestione degli errori con la saggezza e la clemenza, perchè la crudeltà genera nel cuore del bimbo la paura , la timidezza ed l’esitazione.  il trattamento con la mansuetudine non è contro l’uso della punizione quando è necessario,  ma dobbiamo ricordare che la punizione dovrebbe essere usato con saggezza.

Dai fondamenti della crescita dei figli correttamente : la giustizia e l’uguaglianza fra tutti, la giustizia per tutta la creazione è un principio  islamico deve essere preso in considerazione. Allah l’altissimo disse “O voi che credete, siate testimoni sinceri davanti ad Allah secondo giustizia. Non vi spinga all’iniquità l’odio per un certo popolo. Siate equi: l’equità è consona alla devozione . Temete Allah. Allah è ben informato su quello che fate”   (sura Al-Mâ’ida. 8 ). E dovremmo applicare questo principio soprattutto tra l’uomo ed i suoi figli .

Il profeta invita i padri e le madri ad applicare questo principio e la necessità di rispettarlo. ‘Amir raccontò d’aver sentito al-Nu’man figlio di Basir sia soddisfatto Iddio di ambedue -dire, parlando dal minbar: Un giorno mio padre mi diede un dono, ma Amrah figlia di Rawabàh mia madre, intervenne: Non sarò contenta ,disse, finché non avrai chiamato a testimoniare l’Inviato di Dio -. Iddio lo benedica e gli dia eterna salute,

Allora mio padre andò dall’Inviato di Dio – Iddio lo benedica e gli dia eterna salute – e gli disse: Ecco, io ho fatto un dono a mio figlio, quello che ho avuto da Amrah figlia di Rawabah. Adesso Amràh mi ha mandato a chiedere la tua testimonianza, o Inviato di Dio. Hai dato agli altri figli quanto hai dato a questo?  No. Temete Iddio, disse, e comportatevi con equità verso tutti i vostri figli! Così, quando mio padre tornò; gli dovetti restituire il dono.

La giustizia tra i figli ha grandi benefici, è una delle maggiori cause che aiuta sulla terraferma, ed aiuta a offrire una buona generazione alla società, ed aiuta a seminare il senso di fratellanza tra i fratelli. Al contrario, troviamo che la distinzione tra i figli conduce alla  disobbedienza,  abbandono e odio.

 Alcune ricerche hanno dimostrato che i disturbi psicologici e sociali apparito sul bambino , causa che il bambino sente ingiustizia e mancanza di giustizia con i suoi coetanei. E questo troviamo con  i fratelli di Yusuf (pace su di lui) con lui, quando hanno pensato che il loro padre Giacobbe (pace su di lui)  distingue fra loro e il loro fratello Yusuf   nel trattamento, e la sua preferenza per Yusuf (pace su di lui). Allah l’altissimo disse  ” Certamente in Giuseppe e nei suoi fratelli ci sono segni per coloro che interrogano , quando [essi] dissero: « Giuseppe e suo fratello sono più cari a nostro padre, anche se noi siamo un gruppo capace . Invero nostro padre è in palese errore, Uccidete Giuseppe, oppure abbandonatelo in qualche landa, sì che il volto di vostro padre non si rivolga ad altri che a voi, dopodiché sarete ben considerati ”  (sura Yûsuf. 7-9 ).

Dai fondamenti che li ha messi l’Islam  per garantire la crescita dei figli correttamente : l’educazione e orientamento sui insegnamenti della religione,il  Corano ha ordinato i genitori a proteggere i loro stessi da cadere nel peccato. Allah l’altissimo disse ” O credenti, preservate voi stessi e le vostre famiglie, da un fuoco il cui combustibile saranno uomini e pietre e sul quale vegliano angeli formidabili, severi, che non disobbediscono a ciò che Allah comanda loro e che eseguono quello che viene loro ordinato” (sura At-Tahrîm, 6 ). perciò l’educazione del bambino e orientamento sui insegnamenti della religione è una richiesta legittima, è anche il diritto del figlio da suo padre. Da Ibn Abbas (che Allah sia soddisfatto di loro), che hanno detto: O Messaggero di Allah, abbiamo saputo il diritto di genitore dal figlio,  che cosa è il diritto del figlio dal padre? Egli ha detto: migliora il scelto del suo nome, e migliora il suo comportamento.

Dai fondamenti i più importanti nella crescita dei figli sono l’insegnamento e l’orientamento in modo virtuoso,  e dovrebbe essere  l’educazione con la piacevolezza, senza imbarazzo soprattutto di fronte agli altri . e questo che  ha fatto il profeta (pace e benedizione su di lui) nella educazione dei bambini,.  Abu al-Abbas Abdullah figlio di Abbas (Allah si compiaccia di lui) racconta: “Un giorno mi trovavo dietro (1) il Profeta (pace su di lui) ed egli mi disse: <Giovanotto, ti insegnerò qualche parola. Ricordati sempre di Allah ed Egli ti proteggerà. Ricordati sempre di Allah e te lo troverai davanti. Se tu chiedi, chiedi ad Allah. Se tu cerchi aiuto, chiedilo ad Allah. Sappi che se l’intera comunità si riunisse per farti beneficiare di qualcosa, non potrebbe farlo che della sola cosa che Allah ha già scritto per te. Ormai le penne sono alzate e le pagine scritte sono asciutte,.  ‘Umar ibn Salama (che Allah abbia misericordia di lui) disse: “Stavo mangiando seduto sulle ginocchia del Profeta (Pace e benedizione su di Lui). Passavo la mano da una parte e dall’altra del piatto, quando egli (Pace e benedizione su di Lui) mi disse: “Piccolo, pronuncia il Nome di Allah l’Altissimo, mangia con la mano destra e prendi ciò che hai davanti .

perciò  l’educatore deve essere un modello per i suoi figli, e deve applicare i valori morali prima di ordinare i suoi figli, perchè   i figli imitano i genitori. oltre che l’educazione dei bambini non si limita ai genitori, ma include  anche l’insegnante a scuola, L’insegnante rappresenta i valori della società e il suo compito nell’educazione dei bambini deve essere legata  ai valori e alle tradizioni della società in cui vivono , i bambino sono fedeltà, e tutte le società sono responsabili di loro,  Abd Allah riferiva ciò che aveva affennato il Profeta – Iddio lo benedica e gli dia eterna salute -. “Ciascuno di voi è un pastore e ciascuno di voi è responsabile. L’imam è un pastore ed è responsabile; l’uomo è un pastore sulla sua famiglia, ed è responsabile; la donna è una pastora sulla casa del suo sposo, ed è responsabile. E lo schiavo è un pastore sul denaro del suo signore, ed è responsabile. Così ciascuno di voi è pastore e ciascuno è responsabile.

 I genitori sono  responsabili per mantenere i bambini come ha ordina l’Islam, i  il Profeta di Allah (pace e benedizione  su di lui) disse : (Allah chiede ogni responsabile che cosa ha fatto con i suoi sudditi,  mantenere o perdere, anche chiede l’uomo cosa ha fatto con la sua famiglia ) (Narrato da Ibn Hibban ), dobbiamo considerare che il bambino è un uomo ha diritti fisici, psicologici, finanziari ed educativi, per vivere una vita dignitosa, dobbiame avere una speranza di un domani migliore per noi e i nostri figli , perchè l’uomo non può vivere senza speranza, non cè  vita con la disperazione, e non cè la disperazione con la vita, da Abdullah bin Abbas dice (pace di lui), che un uomo ha detto: O Messaggero di Allah, quali sono i peccati? Egli ha detto: (pace e benedizione su di lui): ” il politeismo,  la disperazione dallo spirito  e  della misericordia di Allah, chi  lo protegge da queste cose , garantire a lui il paradiso”.