Gli attributi dei credenti nel Corano
17 Jumāda Al-àwwal – 1437 AH, corrispondente al: 26/febbraio/ 2016 DC

awkaf-

Il primo punto; Gli elementi:

  • La conoscenza di ALLAH è la strada della fede.
  • La fede e le buone azioni sono un consorte.
  • Gli attributi dei credenti.
  1. La paura di ALLAH
  2. La fiducia in ALLAH
  3. Il Mantenimento e l’umiltà dell’orazione.
  4. Fare la carità per amore di ALLAH.
  5. La sincerità, l’onestà, soddisfazione del patto, la modestia, e le buone moralità.

 Cosa preparato ALLAH per i credenti di beatitudine eterna.

 Il secondo punto; Le evidenze:

Evidenze dal Corano:

  1. ALLAH Opponente dice: “ Invero prospereranno i credenti, quelli che sono umili nell’orazione, che evitano il vaniloquio, che versano la decima, e che si mantengono casti, eccetto con le loro spose e con schiave che possiedono – e in questo non sono biasimevoli, mentre coloro che desiderano altro sono i trasgressori, che rispettano ciò che è loro stato affidato e i loro impegni; che sono costanti nell’orazione: essi sono gli eredi” [Surat Al Mu’minûn 1:10].
  2. ALLAH Opponente dice: “In verità i [veri] credenti sono quelli i cui cuori tremano quando viene menzionato ALLAH e che, quando vengono recitati i Suoi versetti, accrescono la loro fede. Nel Signore confidano, quelli stessi che eseguono l’orazione e donano di quello di cui li abbiamo provvisti. Sono questi i veri credenti: avranno gradi [d’onore] presso il loro Signore, il perdono e generoso sostentamento” ” [Surat Al-‘Anfâl 2:4].
  3. ALLAH Opponente dice: “In verità, coloro che fremono per il timore del loro Signore, che credono nei segni del loro Signore, che nulla associano al loro Signore, che danno quello che danno con cuore colmo di timore, pensando al ritorno al loro Signore, essi sono coloro che si affrettano al bene e sono i primi ad assolverlo” [Surat Al Mu’minûn 57:61].
  4. ALLAH Opponente dice: “poi, quando hai deciso abbi fiducia in ALLAH. ALLAH ama coloro che confidano in Lui. Se ALLAH vi sostiene, nessuno vi può sconfiggere. Se vi abbandona, chi vi potrà aiutare? Confidino in ALLAH i credenti.” [Surat Al-‘Imrân 159-160].
  5. ALLAH Opponente dice: “I servi del Compassionevole: sono coloro che camminano sulla terra con umiltà e quando gli ignoranti si rivolgono loro, rispondono: ‘Pace!’; coloro che passano la notte prosternati e ritti davanti al loro Signore; coloro che invocano: ‘Signore, allontana da noi il castigo dell’Inferno, ché in verità questo è un castigo perpetuo; qual tristo rifugio e soggiorno!’; coloro che quando spendono non sono né avari, né prodighi, ma si tengono nel giusto mezzo” [Surat Al-Furqân 63:67].
  6. ALLAH Opponente dice: “O voi che credete, temete ALLAH e state con i sinceri” [Surat At-Tawba 119].
  7. ALLAH Opponente dice: “O voi che credete, rispettate gli impegni. Vi sono permessi gli animali dei greggi, eccetto quello che vi reciteremo. Non cacciate quando siete in stato di sacralizzazione.* ALLAH comanda quello che vuole.” [Surat Al – Mâ’ida 1].

Evidenze dal Sunnah:

  1. Umar ibn al-Khattab che ALLAH sia soddisfatto di lui disse: “Un giorno eravamo seduti in compagnia di Apostolo di ALLAH (pace su di lui) quando apparve davanti a noi un uomo vestito in puri abiti bianchi, i capelli straordinariamente neri. Non c’erano segni di viaggiare su di lui. Nessuno tra noi lo riconobbe. Alla fine si sedette con l’Apostolo (la pace sia su di lui) si inginocchiò davanti a lui pose le mani sulle cosce e disse: Muhammad, a ricevere informazioni su al-Islam. Il Messaggero di ALLAH (pace su di lui) disse: Al-Islam implica che testimoniano che non c’è altro dio che ALLAH e che Maometto è il messaggero di ALLAH, e si stabilisce la preghiera, pagare la zakat, osservare il digiuno del Ramadan, e eseguire il pellegrinaggio alla (House) se siete solventi abbastanza (per sostenere la spesa di) del viaggio. Egli (l’indagine) ha detto: hai detto la verità. Egli (Umar ibn al-Khattab) ha detto: Si, ci hanno sconvolti che avrebbe messo la domanda e poi si sarebbe verificare la verità. Egli (l’indagine) ha detto: Informatemi a proposito delle Iman (fede). Egli (il Santo Profeta) rispose: Che affermare la vostra fede in ALLAH, nei Suoi Angeli, nei Suoi Libri, nei Suoi Apostoli, nel Giorno del Giudizio, e affermare la vostra fede nel decreto divino bene e del male. Egli (l’indagine) ha detto: hai detto la verità. Egli (l’indagine)ancora una volta ha detto: Informare su di me al-Ihsan (compimento di buone azioni). Egli (il Profeta) disse: Che adorare ALLAH come se Lo vedessi, perché anche se non lo vedi, Egli, in verità, ti vede. Egli (il richiedente) ancora una volta ha detto: Informare me l’ora (di Doom). Egli (il Profeta) disse: Colui che viene chiesto non conosce più di quello che sta indagando (a questo proposito). Egli (l’indagine) ha detto: Dimmi un po’ delle sue indicazioni. Egli (il Profeta) disse: Che la schiava darà alla luce il suo amante e padrone, che troverete a piedi nudi, privi di capra mandrie in competizione uno con l’altro nella costruzione di splendidi edifici. Egli (il riportatore, Umar ibn al-Khattab) ha detto: Allora egli (il ricercatore) proseguì il suo cammino ma io sono rimasto con lui (il Santo Profeta) per un lungo tempo. Poi, mi disse: Umar, sai chi era questo inquirer? Io risposi: ALLAH e il Suo Apostolo conosce meglio. Egli (il Profeta) disse: E ‘stato Gabriel (l’angelo). Egli è venuto a voi per istruirvi in materia di religione” [riportato da Muslim].
  2. Anas ibn Malek, ha riportato che il messaggero di ALLAH (sia la pace e la benedizioni di Dio su di lui), un giorno uscì di casa, ha incontrato un giovane del Ansar chiamato Haritha bin al-Numan, il messaggero gli chiese: “come va?”, Haritha rispose: “sono un vero fedele”, il messaggero rispose: “guarda che dice, ogni verità ha un senso, qual è il senso della sua fede?” Haritha rispose: “mi sono allontanato dalla vita terrena, passando la notte per l’orazione, facendo il digiuno durante il giorno, come se guardavo il Trono di ALLAH apparente, come se guardavo la gente del Paradiso come si visitano, e come se guardavo la gente dell’inferno come si litigano”, il messaggero disse due volte: “avendo trovato il senso della fede, lo mantieni, sei un servo dentro il tuo cuore,  ALLAH ha già illuminato la fede”. [Citato in: Shoa’b El-Iman]
  3. Abū Hurayrah ha riportato che il messaggero (sia la pace e la benedizioni di Dio su di lui) ha detto: “la fede ha 70 tra rami, il migliore dei quali è la dichiarazione che non c’è altro Dio all’infuori di ALLAH e il più semplice è la rimozione di un osso dalla strada. e la modestia è un ramo della fede.” [Citato in Sahih Muslim].
  4. Omar ha riportato che il messaggero (sia la pace e la benedizioni di Dio su di lui) ha detto: “ Se vi affidate completamente ad ALLAH, vi concederà provvidenze come gli uccelli, uscite al mattino affamati, e tornate sazi di sera” [Riportato da Tirmidhi].
  5. Ibn Abbas ha detto che il messaggero di ALLAH una volta è andato da Omar e i suoi compagni, poi ha detto: “Siete fedeli?” (per tre volte), ma nessuno ha risposto, poi Omar ha detto: “ si, crediamo del suo messaggio, e ringraziamo ALLAH per il benessere, e siamo pazienti nell’avversità, e siamo fedeli nel decreto divino”, poi il messaggero (sia la pace e la benedizioni di Dio su di lui) ha giurato dicendo: “Siete Fedeli”. [Riportato da Tabarani]

  Il terzo punto; L’oggetto:

 È grazie alla misericordia di ALLAH, che mandato i messaggeri ai suoi servi, per guidarli sulla retta via, cosicché qualunque uomo non avrà nessuna giustificazione da dire ad ALLAH. ALLAH Opponente disse: “[Inviammo] messaggeri, come nunzi e ammonitori, affinché dopo di loro, gli uomini non avessero più argomenti davanti ad ALLAH. ALLAH è eccelso e saggio”. [Surat An-Nisâ’ 165].

La fede in ALLAH, è la migliore relazione portata dai messaggeri, il che significa, La stabilità della fede nel cuore, compresa la fede in ALLAH, nei Suoi Apostoli, nel Giorno del Giudizio, e affermare la vostra fede nel decreto divino bene e del male. I credenti devono realizzare la fede facendo tutte le ordine di ALLAH.

La conoscenza di ALLAH è la prima strada della fede, ALLAH disse: “Sappi che in verità non c’è dio all’infuori di ALLAH e implora perdono per la tua colpa e per i credenti e le credenti. ALLAH ben conosce il vostro affanno e il vostro rifugio” [Surat Muhammed 19].

È ben saputo che la fede in ALLAH è legata ad operare il bene, sono due cose unite, come ha riportato il Corano: “E coloro che hanno creduto e operato nel bene, sono i compagni del Paradiso e vi rimarranno in perpetuità” [Surat Albaqara 82], e ha detto: “Coloro che credono e compiono il bene, ALLAH li guiderà grazie alla loro fede: ai loro piedi scorreranno i ruscelli, nei Giardini della delizia” [Surat Yûnus 9], ed anche: “Coloro che credono e compiono il bene avranno per dimora i giardini del Paradiso” [Surat Al- Kahf 107], e così tanti altri versetti. La fede si aumenta con l’obbedienza ad ALLAH mentre si diminuisce con i peccati e le cattive azioni. La fede ha tanti rami diversi da un fedele all’altro secondo il grado, come ha riportato Abū Hurayrah che il messaggero (sia la pace e la benedizioni di Dio su di lui) ha detto: “la fede ha 70 tra rami, il migliore dei quali è la dichiarazione che non c’è altro Dio all’infuori di ALLAH e il più semplice è la rimozione di un osso dalla strada. e la modestia è un ramo della fede.” Le buone azioni sono dei rami della fede.

Nel Hadith di Jibril, è stata chiarita la verità della fede, che dovrebbe realizzare nel cuore del credente, Umar ibn al-Khattab che ALLAH sia soddisfatto di lui disse: “Un giorno eravamo seduti in compagnia di Apostolo di ALLAH (pace su di lui) quando apparve davanti a noi un uomo vestito in puri abiti bianchi, i capelli straordinariamente neri. Non c’erano segni di viaggiare su di lui. Nessuno tra noi lo riconobbe. Alla fine si sedette con l’Apostolo (la pace sia su di lui) si inginocchiò davanti a lui pose le mani sulle cosce e disse: Muhammad, a ricevere informazioni su al-Islam. Il Messaggero di ALLAH (pace su di lui) disse: Al-Islam implica che testimoniano che non c’è altro dio che ALLAH e che Maometto è il messaggero di ALLAH, e si stabilisce la preghiera, pagare la zakat, osservare il digiuno del Ramadan, e eseguire il pellegrinaggio alla (House) se siete solventi abbastanza (per sostenere la spesa di) del viaggio. Egli (l’indagine) ha detto: hai detto la verità. Egli (Umar ibn al-Khattab) ha detto: Si, ci hanno sconvolti che avrebbe messo la domanda e poi si sarebbe verificare la verità. Egli (l’indagine) ha detto: Informatemi a proposito delle Iman (fede). Egli (il Santo Profeta) rispose: Che affermare la vostra fede in ALLAH, nei Suoi Angeli, nei Suoi Libri, nei Suoi Apostoli, nel Giorno del Giudizio, e affermare la vostra fede nel decreto divino bene e del male. Egli (l’indagine) ha detto: hai detto la verità. Egli (l’indagine)ancora una volta ha detto: Informare su di me al-Ihsan (compimento di buone azioni). Egli (il Profeta) disse: Che adorare ALLAH come se Lo vedessi, perché anche se non lo vedi, Egli, in verità, ti vede. Egli (il richiedente) ancora una volta ha detto: Informare me l’ora (di Doom). Egli (il Profeta) disse: Colui che viene chiesto non conosce più di quello che sta indagando (a questo proposito). Egli (l’indagine) ha detto: Dimmi un po’ delle sue indicazioni. Egli (il Profeta) disse: Che la schiava darà alla luce il suo amante e padrone, che troverete a piedi nudi, privi di capra mandrie in competizione uno con l’altro nella costruzione di splendidi edifici. Egli (il riportatore, Umar ibn al-Khattab) ha detto: Allora egli (il ricercatore) proseguì il suo cammino ma io sono rimasto con lui (il Santo Profeta) per un lungo tempo. Poi, mi disse: Umar, sai chi era questo inquirente? Io risposi: ALLAH e il Suo Apostolo conosce meglio. Egli (il Profeta) disse: E ‘stato Gabriel (l’angelo). Egli è venuto a voi per istruirvi in materia di religione” [Sahih Muslim].

ALLAH opponente ha menzionato nel Corano tanti attributi dei credenti, come la paura di ALLAH che è l’attributo superiore. ALLAH dice: “. In verità i [veri] credenti sono quelli i cui cuori tremano quando viene menzionato ALLAH e che, quando vengono recitati i Suoi versetti, accrescono la loro fede. Nel Signore confidano, quelli stessi che eseguono l’orazione e donano di quello di cui li abbiamo provvisti. Sono questi i veri credenti: avranno gradi [d’onore] presso il loro Signore, il perdono e generoso sostentamento” [Surat Al-‘Anfâl 2:4]. Quando i cuori tremano è l’ultimo fase della paura di ALLAH, ALLAH dice: “In verità, coloro che fremono per il timore del loro Signore,  che credono nei segni del loro Signore, che nulla associano al loro Signore, che danno quello che danno con cuore colmo di timore, pensando al ritorno al loro Signore” [Surat Al-Mu’minûn 57:60], ed ha detto: “In verità avvertirai solo colui che segue il Monito e teme il Compassionevole in ciò che è invisibile. Annunciagli il perdono e generosa ricompensa” [Surat Yasin 11].

Il messaggero (sia la pace e la benedizioni di Dio su di lui) ha dato un esempio sulla paura di ALLAH, Mutraf riporta che il suo padre ha detto: “Ho visto il profeta pregare, e piangere facendo una voce come quello che lo fa l’acqua bollente”. [Hadith riportato da Ibn Khozaima]. Il profeta invocava sempre ALLAH di avere la SUA paura, Abi Miglaz ha detto che: “ Ammar era il nostro Imam in un’orazione, e l’ha fatta brevemente, la cosa che gli adoratori hanno denunciato,  perciò gli ha chiesto: “Ma non sono compiuti, l’inchinare e la prostrazione?” Hanno risposto di si, poi gli ha rispose: “Io ho invocato ALLAH dicendo quello che l’ha detto il messaggero (sia la pace e la benedizioni di Dio su di lui): ‘O ALLAH, essendo Tu il Conoscitore dell’invisibile, e sei capace di creare, lasciami vivo se la vita sia meglio per me, e fammi morire se la morte sia meglio per me, Le chiedo di essere devoto sia nella visibilità che nell’investibilità, di dire la realtà sia nell’arrabbia che nella pace, di essere moderato sia nella povertà che nella ricchezza, la grazia di guardare la tua faccia, e la voglia di vederTi, mi rifugio a Te dall’avversità, e dalla persecuzione, O AALLAH, per la nostra fede, e metterci sulla retta Guida” [Riportato da Ahmed].

Il poeta dice:

 Temi ALLAH, e Lo invoca per ogni questione grande *** E non obbedire lo spirito insistente, per non rammaricarsi.

Dovrebbe essere moderato tra la paura di ALLAH e la speranza *** E aspetti la misericordia di ALLAH se sei musulmano.

 Uno degli attributi dei credenti è il rifugio in ALLAH, cioè che il cuore dipende solo da ALLAH in portare il bene e in liberare dal male, e riconduce l’ordine totale ad ALLAH, credendo che ALLAH è l’unico che ha il potere di nuocervi, e di giovarvi. Il credente si rifugia in ALLAH mentre fa tutto lo sforzo necessario per avere gli ottimi risultati. Il rifugio in ALLAH non significa di oziare. Omar ha detto: “Ho sentito il profeta dice: ‘(sia la pace e la benedizioni di Dio su di lui) ha detto: “ Se vi affidate completamente ad ALLAH, vi concederà provvidenze come gli uccelli, uscite al mattino affamati, e tornate sazi di sera” [Riportato da Tirmidhi].

Se qualcuno si rifugia in ALLAH senza fare lo sforzo necessario, sarebbe pigro e non rifuggente in ALLAH, di ciò il messaggero ci ha avvisato della pigrizia, Mo’az Ibn Jbal ha detto che quando lui era dietro il messaggero su un asino si chiama Ofair, il messaggero le chiese: “O Mo’az sa qual è il dirette tra gli schiavi e ALLAH?” ha detto: “Solo ALLAH ed il messaggero lo sanno”, il messaggero ha detto: “Il diretto di ALLAH è di adorarLo e non associarGli alcunché, mentre il diretto degli schiavi è di non castigare qualunque fedele che non ha associarGli alcunché” Mo’az ha detto: “Annuncio questo alla gente?” Il messaggero rispose di no, dicendo: “Non farlo per oziare” [Sahih Muslim], il rifugio in ALLAH è completamente legato alla vita del credente, e non si realizza il bene, e non si protegga dal male senza il rifugio in ALLAH.

Avere cura dell’orazione, è un attributo dei credenti, perciò ALLAH dice: “Invero prospereranno i credenti, quelli che sono umili nell’orazione”, l’orazione è lo slogan dell’Islam, che ne ha parlato in tanti versetti, come il suo dire: “E assolvete l’orazione, pagate la decima e inchinatevi con coloro che si inchinano” [Surat Al-Baqara 43]. L’orazione è uno dei cinque pilastri dell’Islam; Ibn Umar riporta che il messaggero (sia la pace e la benedizioni di Dio su di lui) ha detto: “L’Islam si fonda su cinque [pilastri]: la Testimonianza che non c’è divinità all’infuori di ALLAH e che Muhammad è l’Inviato di Allàh (Shahàda); il compimento della Preghiera rituale (Salàt); il versamento dell’Elemosina rituale (Zakàt); il pellegrinaggio alla Casa [Mecca] (Hajj); e il digiuno (Saum) nel mese di Ramadàn». [Hadith riferito da al-Bukhari e Muslim].

Non tutta la gente sono umili nell’orazione, c’è uno che riceve il compenso completo da ALLAH, mentre c’è l’altro che si fatica senza esito.  Abu Hurairah riporta che il messaggero (sia la pace e la benedizioni di Dio su di lui) ha detto: “potrebbe esserci uno servo che non guadagna niente dalla preghiera volontaria di notte altro che stare sveglio, e potrebbe esserci un digiunante che non guadagna niente tranne la fame, e la sete” [Sunan Albaihaky]. L’orazione aiuta l’uomo a raffinare le etiche e comportamenti ed anche ad allontanarsi da ciò che è riprovevole, ALLAH disse: “ed esegui l’orazione. In verità l’orazione preserva dalla turpitudine e da ciò che è riprovevole” [Surat Al-‘Ankabut 45], un’indicazione della necessità di essere umili nell’orazione, è quello che l’ha riportato Anas Ibn Malik dicendo che il messaggero (sia la pace e la benedizioni di Dio su di lui) ha detto: “Perché ci sono delle persone che alzano lo sguardo verso il cielo durante la preghiera? Se non lo smettano, saranno ciechi” [Sahih Albukhari].

Fare la carità per amore di ALLAH, è un attributo dei credenti, compreso il versamento dell’Elemosina rituale e la carità volontaria. Ibn Umar riporta che il messaggero (sia la pace e la benedizioni di Dio su di lui) ha detto: “la mano che sta in alto è meglio della mano che sta in basso, Comincia con chi hai a carico e vedrai, l’elemosina che ha il merito maggiore è ciò che lasci di ricchezza giacché, e chi si astenga dalla mendicità, ALLAH lo arricchisce” [Sahih Albukhari]. Abi Massoud Albadri riporta che il messaggero (sia la pace e la benedizioni di Dio su di lui) ha detto: “Quando l’uomo spende soldi per la sua famiglia in amore di ALLAH, si conta una elemosina per lui” [Sahih Muslim]. Il credente sa che il denaro non dovrebbe fermare da Lui, In verità la Grazia è nella mano di ALLAH, spende i soldi come ha ordinato ALLAH, e Le verrà data un’altra spesa.

Abū Hurayrah riporta che il messaggero (sia la pace e la benedizioni di Dio su di lui) ha detto: “Mentre un uomo camminava nel deserto, sentì una voce uscita dalle nuvole: “irrigare il giardino del tal dei tali!” Dopodiché, le nuvole sono andate via, a versare l’acqua in un terreno sassoso, dove  si è riempito un canale con tutta questa acqua. L’uomo, seguendo l’acqua, ha trovato una persona in piedi nel suo giardino che stava cambiando il corso dell’acqua con la sua zappa in acciaio, gli ha chiese del suo nome, ha detto lo stesso nome sentito dalle nuvole, chiedendolo: “Perché mi chiedi del mio nome?”, gli ha raccontato la vicenda delle nuvole, chiedendo se lui fa qualcosa speciale di atti buoni con il suo giardino, gli ha risposto: “Allora, secondo il suo dire, per chiarire, io distribuisco la resa del giardino in tre terzi, uno per la carità, e il secondo viene riservato da mangiare alla mia famiglia, mentre l’ultimo lo rendo come investimento”. [Sahih Muslim].

Il Sacro Corano ha indicato altri attributi dei credenti, come nel suo dire: “Invero prospereranno i credenti, quelli che sono umili nell’orazione,  che evitano il vaniloquio,  che versano la decima, e che si mantengono casti, eccetto con le loro spose e con schiave che possiedono – e in questo non sono biasimevoli, mentre coloro che desiderano altro sono i trasgressori, che rispettano ciò che è loro stato affidato e i loro impegni; che sono costanti nell’orazione: essi sono gli eredi, che erediteranno il Giardino, dove rimarranno in perpetuo” [Surat Al Mu’minûn 1:11]. I versetti hanno dichiarato che prospereranno i credenti attribuiti di essere umili nell’orazione, e che evitano il vaniloquio, e che danno l’elemosina, e che si mantengono casti, e che rispettano ciò che è a loro stato affidato, e che rispettano gli impegni. Tutti questi attributi sono sempre legati ai credenti nel Corano.

Ogni musulmano è richiesto di avere questi attributi menzionati nel Sacro Corano, per garantire la liberazione nella vita e nell’aldilà, quando si realizza la fede nel cuore del servo, come dovrebbe, protegge il servo dall’avversità, e dall’estremismo e dall’intolleranza. La fede rende l’uomo amare il bene per se stesso e per tutta la gente, evitare lo spergiuro, la menzogna, e gli incontri della maldicenza, cercare di realizzare il bene per la sua nazione e per la sua società. Non ha la fede compiuta, quello che fa finta di essere fedele mentre commette il peccato e i atti immorali. La fede ha sempre il suo segnale, Anas Ibn Malek, ha riportato che il messaggero di ALLAH (sia la pace e la benedizioni di Dio su di lui), un giorno uscì di casa, ha incontrato un giovane del Ansar chiamato Haritha bin al-Numan, il messaggero gli chiese: “come va?”, Haritha rispose: “sono un vero fedele”, il messaggero rispose: “guarda che dice, ogni verità ha un senso, qual è il senso della sua fede?” Haritha rispose: “mi sono allontanato dalla vita terrena, passando la notte per l’orazione, facendo il digiuno durante il giorno, come se guardavo il Trono di ALLAH apparente, come se guardavo la gente del Paradiso come si visitano, e come  se guardavo la gente dell’inferno come si litigano”, il messaggero disse due volte: “avendo trovato il senso della fede, lo mantieni, sei un servo dentro il tuo cuore,  ALLAH ha già illuminato la fede”. [Citato in: Shoa’b El-Iman]

Il credente ha sempre gli attributi della sincerità, onestà, rispettare il patto, generosità, modestia, rettitudine, compassione, perdono, giustizia, fare la carità, e l’altruismo, e tutte le altre belle etiche illustrate nel Sacro Corano, ALLAH Opponente disse: “O voi che credete, temete ALLAH e state con i sinceri” [Surat At-Tawba 119], ed anche disse: “coloro che rispettano ciò che è loro stato affidato e i loro impegni” [Surat Al-Ma’arij 32], ed ha detto dei veritieri e dei timorati: “Coloro che mantengono fede agli impegni presi, coloro che sono pazienti nelle avversità e nelle ristrettezze, e nella guerra, ecco coloro che sono veritieri, ecco i timorati” [Surat Al-Baqara 177].

ALLAH ha preparato la buona ricompensa per i credenti attribuiti dalle buone morali, dove ha detto: “Coloro che credono e compiono il bene avranno per dimora i giardini del Paradiso, dove rimarranno in perpetuo senza desiderare alcun cambiamento”.