Per un Rapporto Familiare Perfetto e Stabilito
23 Jamad Al Akhar 1437 – 01 Aprile 2016

awkaf-

Indice:

  1. Il Merito della Famiglia nell’Islam.

    II. Il Metodo dell’Islam per la Stabilità della Famiglia.

    II.I. Fare la Scelta Migliore.

    II.II. Mantenere i Diritti ed i Doveri.

    II.III. Applicare l’Amore e la Tenerezza .

    II.IV. Comportarsi Convenientemente.

    II.V. La Giustizia tra i Figli.

    III. L’effetto della Stabilità della Famiglia sulla Società.

    Tema:

 È evidente che l’Islam ha preso cura della famiglia, dato che, essa rappresenta la prima tappa nella costruzione della società, e con la sua perfezione, si prefezione ugualmente la società e viceversa. Perciò l’Islam abbia stabilito dei regolamenti e dei criteri che controllano gli affari della famiglia, ed anche per salvare l’uomo e la società intera, visto che la stabilità della famiglia è infatti la stabilità della società.

 L’Islam ha preso cura della famiglia dal primo momento in cui si intendeva costruire una famiglia, cercando di satabilire l’amorina la tenerezza tra i membri della famiglia, cercando inoltre di diminuire i problemi che potrebbero danneggiare la famiglia. L’Islma aveva incitato i suoi credenti a formarsi una famiglia con un metodo lecito che conserva la dignità e l’umanità dell’uomo, metodo che corrisponde con il la sua natura originaria, dove esso è il matrimonio; una consuetudine di Allah U l’Altissimo nel mondo. Allah U l’Altissimo dice: Di ogni cosa creammo una coppia, affinché possiate riflettere (Corano 51:49). Gloria a Colui che ha creato le specie di tutto quello che la terra fa crescere, di loro stessi e di ciò che neppure conoscono(Corano 36:36). Perciò sposarsi è una consuetudine (segno) cosmologica, Allah U l’Altissimo l’ha dimostrata come prova della sua grande potenza, Allah U l’Altissimo dice: Fa parte dei Suoi segni l’aver creato da voi, per voi, delle spose, affinché riposiate presso di loro, e ha stabilito tra voi amore e tenerezza .Ecco davvero dei segni per coloro che riflettono (Corano 30:21).

 Evidentemente che lo scopo dell’Islma nel formarsi una famiglia è per stabilire  il bene comune, la costruzione della terra, raggiungendo infine i nobili obiettivi che sono; La distribuzione della castità e della la virtù, la protezione della società contro tutte le figure della depravazione e dei vizi. E dalla saggezza nel formarsi una famiglia è che le famiglie si legano tra di loro con un legame di parentela. Allha U l’Altissimo dice: Unite in matrimonio quelli tra voi che non sono sposati e i vostri schiavi, maschi e femmine che siano onesti. E se sono bisognosi, Allah li arricchirà della Sua Grazia. Allah è largo nel dare e sapiente. E coloro che non hanno [i mezzi] di sposarsi cerchino la castità, finché Allah non li arricchisca con la Sua Grazia. Ai vostri schiavi che ve lo chiedano concedete l’affrancamento contrattuale , se sapete che in essi c’è del bene, e date loro parte dei beni che Allah ha dato a voi. Per brama dei beni di questa vita, non costringete a prostituirsi le vostre schiave che vogliono mantenersi caste . E se vi sono costrette, ebbene a causa di tale costrizione Allah concederà il Suo perdono e la Sua misericordia (Corano 24: 32-33).

 Il Profeta  r  (Pace e benedizione su di Lui) aveva incitato i giovani a sposarsi, chiarendo i suoi benefici e vantaggi. Il Profeta  r  (Pace e benedizione su di Lui) disse: O giovani, quelli di voi che possono mantenere una moglie devono sposarsi, perché questo vi trattiene dal guardare le donne e preserva la vostra castità; ma coloro che non possono devono digiunare, perché questo è un mezzo per raffreddare la passione”  (Al-Bukhari e Muslim.)

 In un altro lato, l’Islma aveva negato tutte le forme che contrastino la costruzione della terra che tra cui; la consacrazione e l’abbandono delle donne, dove il Profeta r (Pace e benedizione su di Lui) li aveva negati. Sa’d ibn Abi Waqqas t (che Allah si compiaccia di lui) disse: il Messaggero di Allah r (Pace e benedizione su di Lui) respinse il parere di Utman figlio di Maz’un, favorevole alla vita di astinenza. Se gliel’avesse permesso, ci saremmo castrati. (Al-Bukhari). Anas ibn Malik t (che Allah si compiaccia di lui) raccontò: Un gruppetto di tre persone andò alle dimore delle donne del Profeta r (Pace e benedizione su di Lui) e si misero a domandare come il Profeta r (Pace e benedizione su di Lui) rendeva il suo culto ad Allah. Quando furono informati, trovarono che in fondo non si trattava di pratiche molto numerose. Ma poi dissero: Che cosa siamo noi rispetto al Profeta r (Pace e benedizione su di Lui)? A lui sono già stati perdonati gli errori passati e futuri! Ecco, disse uno di loro e per quanto mi riguarda, io compirò la preghiera ogni notte, per sempre. Io digiunerò disse un altro tutto il tempo, senza mai interrompermi. Io invece disse un altro i mi asterrò dalle donne e non mi Sposerò mai. Proprio in quel momento capitò il Messaggero di Allah r (Pace e benedizione su di Lui), e disse: Voi… Siete voi quelli che hnno detto così e così? Oh per Allah, quanto a me, io temo certo Allah più di voi! Però, vedete, digiunò e interrompo il digiuno, prego, ma mi faccio le mie belle dormite, e sposo le donne… E posso proprio dire che chi agisce diversamente da questa mia sunnah non è proprio uno dei miei” (Al-Bukhari).

 E per l’importanza della stabilità della famiglia -in ogni senso della parola stabilità cioè la calmità e la tranquillità- e dato che essa è un obiettivo religioso e terreno, l’Islam aveva sabilito dei megliori principi e dei forti metodi per potere conservare l’amore e la tenerezza tra i coniugi, e tra questi principi:

 Scegliere con attenzione il partner, il Profeta r (Pace e benedizione su di Lui) ha raccomandato il marito di scegliere con attenzione la sua moglie, perché lei è colei che educa i bambini e conserva l’onore ed il denaro e lei è il migliore tesoro dell’uomo, narrò Abdullah ibn Umair t (che Allah sia soddisfatto di lui) che il Profeta r (Pace e benedizione su di Lui) ha deto: “Questo mondo è una gioia passeggera e la migliore gioia è la donna virtuosa”.

 Quindi la scelta dovrebbe essere basata sulla fede e sull’etica. Narrò Abu Hurairah t (che Allah sia soddisfatto di lui) che il Profeta r (Pace e benedizione su di Lui) ha deto: “Puoi sposare una donna per quattro ragioni: per la sua ricchezza, per la sua famiglia, per la sua bellezza, per la sua devozione. Ma cerca di prendere quella che possiede la devozione, E se voi lo fate basandovi su altre considerazioni, le vostre mani ne saranno insozzate!”  (Al-Bukhari).

 Infatti, la moglie fa un ruolo importantissmo nella cura della famiglia, perciò con la sua perfezione, si prefezione ugualmente la famiglia e pure la società, e con la sua rovina si rovina pure la famiglia. Dice il poeta Ahmed Shawki in una sua poema:

“La madre è una scuola, se la prepari, prepari un popolo con buoni radici”.

 E per quanto riguarda la donna, il Profeta r (Pace e benedizione su di Lui) l’ha raccomandata a scegliere sulla base della fede e sull’etica. Narrò Abu Hatim Al-Mazni t (che Allah sia soddisfatto di lui) che il Profeta r (Pace e benedizione su di Lui) ha deto: “Quando arriva qualcuno della cui religione e carattere siete soddisfatti per chiedere vostra figlia in sposa, aderite alla sua richiesta. Altrimenti ci sarà tentazione sulla terra, ed enorme la corruzione”.

 E dai principi della stabilità della famiglia è che ogni partner dovrebbe rispettare i suoi diritti ed i suoi doveri. L’Islma abbia messo ad ognuno tra i coniugi dei diritti che sono ugulai ai doveri, Allah U l’Altissimo dice: “Esse hanno diritti equivalenti ai loro doveri, in base alle buone consuetudini, ma gli uomini sono superiori . Allah è potente, è saggio” (Corano 2: 228). Quindi ogni membro della famiglia non dovrebbe chiedere i suoi diritti finché avrebbe compiuto i suoi doveri, così si realizza l’amore e la tenerezza, prevale anche la stabilità della famiglia.

 L’Islma aveva chiarito tali diritti e doveri, e li aveva diviso tra i membri della famiglia, ed obbligò loro di rispettarli, e tra di essi; doveri materiali e doveri morali ed educativi, tra di essi la partecipazione costruttiva e la necessità di cooperazione comune tra tutti i membri della famiglia nei fardelli della vita e nei suoi requisiti. Narrò Abdullah ibn Umar t (che Allah sia soddisfatto di lui) che il Profeta r (Pace e benedizione su di Lui) ha deto: “Ciascuno di voi è un pastore e ciascuno di voi è responsabile. L’imam è un pastore ed è responsabile; l’uomo è un pastore sulla sua famiglia, ed è responsabile; la donna è una pastora sulla casa del suo sposo, ed è responsabile. E lo schiavo è un pastore sul denaro del suo signore, ed è responsabile. Così ciascuno di voi è pastore e ciascuno è responsabile” (Al-Bukhari). Disse r (Pace e benedizione su di Lui)  “Il più grande peccato dell’uomo consiste nel trascurare coloro che sono a suo carico” (Ahmad). Alla donmanda di uno uomo: “O Messaggero di Allah, che diritto ha la moglie di uno di noi sul marito?”, il Profeta rispose: “Devi nutrirla quando ti nutri, vestirla quando ti vesti o quando diventi ricco; non devi mai picchiarla in volto, nè farle ingiuria e non allontanartene per punirla, che quando rimane a casa”. (Abu Daud).

 Asmà bint Yazid di Al Ansar, venne dal Profeta r (Pace e benedizione su di Lui) e ha detto: “Io sono l’inviata delle donne a voi: Gli uomini hanno ottenuto vantaggi spirituali, abbiano il diritto di eseguire la preghiera del venerdì e le preghiera collettiva, visitare gli ammalati, partecipare ai funerali, e custodire i confini. “Il Messaggero di Allah  rispose: “Andate ad informare le donne che se ognuna di voi abbellisca per il suo marito e gli soddisfi ed obbedisca, questo comportamento avrà una ricompensa equivalente a quella degli uomini”.

Quindi il successo della famiglia apprtiene alla sua stabililtà e per quanto i membri si conservano i diritti e i doveri.

 È la diffusione della compassione tra i membri della famiglia, è un pilastro fondamentale di una famiglia felice, ed essa è una tra i valori che dovrebbero rispettare i coniugi. Allah U l’Altissimo dice: “Fa parte dei Suoi segni l’aver creato da voi, per voi, delle spose, affinché riposiate presso di loro, e ha stabilito tra voi amore e tenerezza.Ecco davvero dei segni per coloro che riflettono” (Corano 30:21). Il Profeta r (Pace e benedizione su di Lui) aveva dato l’ottimo esempio nella sua compassione con i suoi membri di famiglie entrambi, tra le sue mogli, i suoi figli, i suoi nepoti ed i suoi servi, così il Profeta r (Pace e benedizione su di Lui) era il miglior uomo per la sua famiglia ed i suoi parenti e compagni. Quindi, se la compassione si togliasse dalla famiglia la vita sarebbe un disastro ed insopportabile. Perciò ci dovrebbere impegnarsi sul serio a conscervare la compassione.

 E dai principi della stabilità della famiglia è il comportarsi convenientemente, dove quello che ci abbia ordinato Allah U l’Altissimo ed il Suo Profeta r (Pace e benedizione su di Lui). Allah U l’Altissimo dice: “Comportatevi verso di loro convenientemente. Se provate avversione nei loro confronti, può darsi che abbiate avversione per qualcosa in cui Allah ha riposto un grande bene” (Corano 4:19). Quindi ogni partner è obbligato a comportarsi bene con l’altro, per poter vivere in un’atmosfera di tenerezza ed amore. Allah U l’Altissimo dice: “Egli è Colui che vi ha creati da un solo individuo, e che da esso ha tratto la sua sposa affinché riposasse presso di lei” (Corano 7:189).

 Ci sono, Inoltre i prinicpi già nominati, il dire la buona parola, il buon comportamento, la tolleranza, la collaborazione, il rispetto, la consultazione, la conservazione dei segreti ed evitare il conflitto e la discordia. In questo riferimento il Profeta r (Pace e benedizione su di Lui) aveva dato il miglior esempio nel suo ottimo comportamento con la sua famiglia. Al Aswad ibn Yazid narrò di avere chiesto ad Aisha g (che Allah sia soddisfatto di lei) come si comportasse il Profeta r (Pace e benedizione su di Lui) a casa sua; Lei rispose: “Era al servizio della propria famiglia, e quando arrivava il momento della preghiera usciva per compierla (andava alla moschea).(Al-Bukhari). Abdullah ibn Abbas t (che Allah sia soddisfatto di lui)  –uno fra i compagni più sapienti– diceva: “A me piace abbellirmi per mia moglie, come mi piace che lei si abbellisca per me”. Allah U l’Altissimo dice: “Esse hanno diritti equivalenti ai loro doveri, in base alle buone consuetudini, ma gli uomini sono superiori . Allah è potente, è saggio” (Corano 2: 228). E tra i significati del comportarsi convenientemente, il fatto che non appesantire il partner con molti problemi, perché il comportarsi convenientemente contiene tutti i significati del bene ed il concetto di una vita felice. L’Islam si occupava che il rapporto famigliare sia basato sull’amore, l’armonia e la comprensione, dove questo è il passo più importante nel processo di riforma della società.

 la consultazione è una tra i principi della stabilità della famiglia, dove la consultazione tra i coniugi rafforza il loro amore e la fiducia tra di loro, anche nei problemi più piccoli come completare l’allattamento, dove le madri allatteranno per due anni completi. Allah U l’Altissimo dice: “E se, dopo che si siano consultati, entrambi sono d’accordo per svezzarlo, non ci sarà colpa alcuna” (Corano 2:233). La consultazione sia tra i membri della famiglia o sia tra tutti i membri della comunità musulmana è uno stile di vita. Allah U l’Altissimo dice: “Coloro che rispondono al loro Signore, assolvono all’orazione, si consultano vicendevolmente su quel che li concerne e sono generosi di ciò che Noi abbiamo concesso loro” (Corano 42:38). Guardando la biografia del Profeta r (Pace e benedizione su di Lui) troviamo molti eventi in cui il Profeta r (Pace e benedizione su di Lui) aveva applicato il principio della consultazione sia tra i suoi compagni o sia con le sue mogli.

 In effetti, conosciamo bene il ruolo che ha giocato la madre dei credenti Umm Salamah g (che Allah sia soddisfatto di lei), nella storia del patto di Al Hudaybiyya, quando il Profeta r (Pace e benedizione su di Lui) disse ai suoi compagni: « Alzatevi, sacrificate il vostro bestiame, poi rasatevi». Nessun uomo si alzò, benché avesse ripetuto per tre volte questa parole. Allora, vedendo che nessuno si alzava, entrò da Ummu Salama g (che Allah sia soddisfatto di Lei)  e le raccontò l’ accoglienza che queste persone avevano fatto ai suoi ordini. Ummu Salama g (che Allah sia soddisfatto di Lei) gli disse: « Ô Profeta di Allah, se tu tieni a che ciò sia fatto, esci e non rivolgere la parola a nessuno prima di aver sacrificato il tuo animale e d’aver chiamato il tuo barbiere per rasarti i capelli.» Il Profeta r (Pace e benedizione su di Lui) uscì immediatamente; non rivolse la parola a nessuno prima di aver fatto tutto, cioè sacrificare le sue bestie e chiamare il barbiere che gli rasò la testa. Quando i credenti videro questo, si alzarono, sacrificarono i loro animali, e si rasarono gli uni gli altri, con tanta confusione che rischiarono di scontrarsi tra loro.» (Al-Bukhârî ).

 Inoltre, tra i principi della stabilità della famiglia, il mantenimento per tutti i membri, dove esso è un diritto l’ha grantito l’Islam. Allah U l’Altissimo dice: “Gli uomini sono preposti alle donne, a causa della preferenza che Allah concede agli uni rispetto alle altre e perché spendono [per esse] i loro beni.” (Corano 4:34). “Il padre del bambino ha il dovere di nutrirle e vestirle in base alla consuetudine. Nessuno è tenuto a fare oltre i propri mezzi. La madre non deve essere danneggiata a causa del figlio e il padre neppure. Lo stesso obbligo per l’erede” (Corano 2:233). “L’agiato spenda della sua agiatezza, colui che ha scarse risorse spenda di quello che Allah gli ha concesso. Allah non impone a nessuno se non in misura di ciò che Egli ha concesso” (Corano 65:7).

 E tra i principi della stabilità della famiglia, trattarsi con giustizia tra tutti i membri della famiglia, dato che la buona educazione, il buon insegnameto sia culturale che religioso e la giustizia, sono dei principi fondamentali per la stabilità della famiglia. Il Profeta r (Pace e benedizione su di Lui) ha avvertito di non distinguere nel trattamento tra i bambini, per mantenere solido il rapporto e l’armonia famigliare. La prova di questo è la parola riportata sotto l’autorità di Nu’maan-Ibn Al-Basheer t (che Allah sia soddisfatto di lui) che disse: «Mio padre mi portò a vedere il Messaggero di Allah r (Pace e benedizione su di Lui, e gli disse: «Ho dato uno dono a mio figlio che vedi?» Il Messaggero di Allah r (Pace e benedizione su di Lui) gli chiese: «Hai fatto dono a tutti i tuoi figli?» Egli rispose di no, al quale il Profeta r (Pace e benedizione su di Lui) aggiunse: «Temete Allah e siate equi verso i vostri figli.» Mio padre ritornò a casa e si riprese il suo dono (che aveva fatto)». ( Muslim)

 Senza dubbio, l’Islma rispetta e apprezza molto la famiglia, perché essa è un legame sacro che contiene in esso dei nobili obiettivi. Perciò l’Islam ha preso in considerazione la solidarietà della famiglia, stabilendo dei principi che regolano tale rapporto, con lo scopo che esso sia saldo e che alla fine genera alla società dei forti e bravi generazioni, che genera un vero musulmano, dato che con la salvezza della famiglia la società si salva pure da tutti i atti di terrorismo ed estremismo. E con la stabilità e la tranquillità della famiglia, tutti i membri all’intera famiglia sentirebbero la sicurezza sia fisica, psicologica, sociale ed economica, il fatto che si rifletta alla società. L’Islam considera che la stabilità della famiglia un mezzo  efficace per salvare la società dalla corruzione e dal caos. E che la sicurezzia della società si inizia per primo dalla famiglia e dalla scuola.

 La famiglia è la prima scuola in cui il bambino impara il bene del male, il vero del falso. Impara essere risponsabile, la libertà di opinione, nella famiglia si forma le caratteristiche della sua personalità, così diventa un buon cittadino in una buona società. Quindi la sicurezza non si impone soltanto con la forza, invece si nasce dai membri della società attraverso le loro coscienze. E la famiglia ha svolto il ruolo principale nella composizione della crescita di coscienza nelle anime dei suoi membri.